lunedì 15 settembre 2014

Art. 595 del codice penale

Diciamo in giro che è uno stalker e un pregiudicato, così ci liberiamo di lui


Credo che questa volta una denuncia al signor Giuseppe Galeota non gliela toglie proprio nessuno. Già l'ho perdonato in passato perché si tratta di una persona che ha degli evidenti problemi psicologici, però adesso mi sono proprio stufato.

Giuseppe Galeota non puoi raccontare delle cose non vere sul mio conto come quella che avrei la fedina penale sporca, o che avrei avuto denunce per stalking da una mia ex. Questo è un reato che si chiama diffamazione e ne dovrai subire le conseguenze.

Ti piace spalare merda sul prossimo?

Ho le prove delle tue diffamazioni, perché ho il testo di quello che scrivi sul web, parola per parola, testo che consegnerò direttamente nelle mani della polizia postale. E poi chiederò alla polizia se qualcuno può scrivere di essere un consulente psicologico sul suo profilo Facebook senza essere laureato in psicologia. Così come lo chiederò all'Ordine degli Psicologi a cui segnalerò il tuo caso.

Non hai visto il mio certificato penale? L'hai visto perché l'ho pubblicato sul mio blog qualche anno fa, perché è già da qualche anno che tu e Ciro Discepolo mi state diffamando in ogni modo. Per cui mi accusi di avere la fedina penale sporca, pur sapendo che non è così, col solo scopo di infangarmi.

Inoltre perché scrivi che ti starei perseguitando?

Guarda cosa è successo in questo ultimo episodio, c'è un anonimo che invia un commento sul mio blog in cui dice che sul tuo profilo Facebook hai scritto di essere un consulente psicologico sebbene tu non abbia una laurea in psicologia.

Io ed altri rispondiamo che questa cosa non si potrebbe fare, ma perché si può fare?

Tutti ci siamo limitati a dire che questa cosa non si potrebbe fare, senza però insultarti, e senza nemmeno fare il tuo nome, indicandoti genericamente come il discepolo di discepolo.

E che questa cosa non si possa fare lo sai benissimo anche tu, perché infatti dopo un po' hai cancellato il "consulente psicologico" dal tuo profilo Facebook.

Quando sei venuto a sapere che nel mio blog si parlava di te, sei intervenuto sul blog inviandomi una caterva di insulti. La maggioranza di questi insulti li ho censurati, ma sono ancora presenti sul blog come commenti in attesa di moderazione, e consegnerò anche questi messaggi ingiuriosi alla polizia postale.

Questa secondo te sarebbe una persecuzione?

Se qualcuno critica le tue azioni dicendo che hai scritto di essere un consulente psicologico ti sta perseguitando? Esiste il diritto di critica, non lo sai?

E poi quello che mi fa rabbia, è che tu stesso sai che le critiche erano più che giustificate, perché hai subito modificato il tuo profilo Facebook per non incorrere in guai seri.

Non sono invece giustificate le tue ingiurie, mi hai scritto non so quante volte "figlio di puttana" sebbene tu sappia che mia madre è morta perché te l'ho detto io stesso qualche tempo fa.

Sei tu che vuoi ledere alla mia persona, e che mi auguri di morire presto e tra atroci sofferenze.

Sei una persona inqualificabile.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Uh, questa volta il Galeota ha pestato una grossa cacca.

Anonimo ha detto...

non è una persona, è una caccola del naso del guru

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Probabilmente avrai vinto sulla mia vita, realizzando il tuo scopo malvagio di ledermi e uccidermi in tutti i sensi. Però ti ricordo che dovrai fare i conti con Dio una volta giunto al termine della tua vita. Potevi evitare tutto lasciandomi in pace e invece hai voluto, sin dall'inizio farmi del male. Credo che in tutta la mia vita io non abbia mai incontrato una persona più cattiva, spregevole e malvagia di te. Ho imparato una cosa: la giustizia non esiste e forse nella mia vita devo solo sottostare alla malvagità delle persone come te. Spero tu possa trovare nella tua vita chi ti ripagherà del male che fai al prossimo.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

A Parte che in nessun caso ho usato il tuo nome nella descrizione di quelle caratteristiche. Chi ho diffamato? Un anonimo. O meglio: ho rivelato la verità (ossia follia, delirio, persecuzione, stalking, spionaggio, maniacalità ) a proposito di un anonimo nato a napoli il.... In quella data sai quanti ne sono nati? Diciamolo chiaramente, tu non ti fermerai fino a quando non mi vedi morto, perché sebbene tu dica che sia io il disturbato di mente, solo un folle andrebbe a disturbare un pazzo.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

ECCO A TUTTI UNA NOTIZIA IMPORTANTE: IL PAZZO DI TURNO HA PER DAVVERO UNA SPIA (O LUI STESSO E' QUI TRAVESTITO NON SO DA QUALE UTENTE) PERCHE' HA LETTO TUTTO CIO' CHE HO SCRITTO. MI DENUNCERA' PER DIFFAMAZIONE. IO D'ALTRA PARTE HO LA CERTEZZA DELLA PERFIDIA DI QUESTA PERSONA E VE LO AVEVO DETTO. PER DIFFAMAZIONE IO DOVREI DIRE IL FALSO, MA QUI NON HO DETTO E AGGIUNTO NULLA A QUELLO CHE LUI E' REALMENTE. UN PAZZO MANIACO. HO SCRITTO CHIARAMENTE CHE NON HO LE PROVE DELLA SUA FEDINA PENALE SPORCA MA CHE CI SONO INFORMAZIONI TRAPELATE DA DIVERSE FONTI. LO STESSO PER QUANTO CONCERNE LE DENUNCE PER STALIKING DA PARTE DELLA SUA EX RAGAZZA, COSA A CUI IO CREDO CIECAMENTE A CAUSA DELLA SUA OSTILITA' INGIUSTIFICATA NEI MIEI CONFRONTI, DA OLTRE SETTE ANNI. QUESTO MATERIALE VERA' UTILIZZATO IN MIA DIFESA NEL MOMENTO IN CUI MI GIUNGERA' LA DENUNCIA. IO NON CREDO NELLA GIUSTIZIA PERCHE' IL SOGGETTO IN QUESTIONE AVRA' RACCOLTO, IN TUTTI QUESTI ANNI, TUTTO IL MATERIALE POSSIBILE PER UCCIDERMI SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA. VI HO GIA' DETTO DELLA PERICOLOSITA' DI COSTUI E IO NON POSSO FARE ALTRO CHE RASSEGNARMI AL FATTO CHE QUESTA PERSONA MI PORTERA' ALLA TOMBA A CAUSA DI TUTTE LE SOFFERENZE CHE MI HA FATTO PASSARE IN QUESTI ANNI.
SIA BEN INTESO CHE QUI NON HO MAI FATTO UN NOME E UN COGNOME E HO EVITATO DI INDIRIZZARE GLI UTENTI A VISIONARE IL SUO SITO PROPRIO PER EVITARE CHE: 1) IL PAZZO POTESSE ULTERIORMENTE SCATENARSI 2) CHE POTESTE INDIVIDUARE DI CHI SI TRATTA E PERTANTO AVERE PREGIUDIZI NEI SUOI CONFRONTI. IL MIO INTENTO E' STATO QUELLO DI TUTELARMI E TUTELARE LA VOSTRA TRANQUILLITA'.
Sono io che sono stufo, esausto per il fatto che mi hai rovinato la vita. Sono allo stremo delle forse. già in passato mi hai portato a una grave depressione. Ora vuoi la mia morte. Non posso fare altro che augurarti altrettanto.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Giuseppe Galeota Al Rami Comunque ci sono voci che affermano lui abbia avuto denunce per stalking alla sua ex
23 h · Mi piace

Massimo Romagnoli cioè tu?
23 h · Mi piace

Giuseppe Galeota Al Rami non ne ho le prove, ma ci credo lo stesso ciecamente per via della sua condotta in 7 anni
23 h · Mi piace

NON DIFFAMO NESSUNO E NON SI EVINCE CHE STIAMO PARLANDO DI TE. IL TUO NOME NON EMERGE MAI IN NESSUN CASO. SE DIFFAMASSI QUALCUNO NON DIRE CHE NON HO LE PROVE. Vorrei ribadire ancora una volta che in questa situazione schifosa ti ci sei portato da solo facendomi stalking per anni e anni. SEi tu quello che è andato alla ricerca di ogni mia affermazione per mostrare al mondo che sono un poco di buono e un imbroglione o un deficiente, persino commentando la battuta di un mio amico di roma che mi appellava simpaticamente "cojone". Non puoi pretendere il silenzio se tu per primo rompi le palle. Allora domanda a cui non mi hai mai dato risposta: perché ce l hai con me? Perché mi vuoi ledere assolutamente? Solo perché condivido idee che a te non piacciono? Mi vuoi morto solo perché non ti piace quello che studio? Qual è la ragione della tua ossessione nei miei riguardi? Perchè da anni continui a parlare di me? Cosa diavolo vuoi maledetto?

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Non rivoltare la frittata. Già in più di una occasione hai mostrato cattiveria inaudita nei miei confronti senza alcun motivo giustifiato, cercando di mettermi in cattiva luce. Perché? Imbecille che non sei altro, se i rapporti tra noi sono compromessi per sempre, non sai che se parli di me debbo replicare per evitare che tu possa continuare a farmi del male? Non ci vuole la laurea per capire cose così semplici? perché solo tu non lo capisci? Per il semplice motivo che sei una persona malvagia che come unico scopo ha quello di ledermi a prescindere, qualsiasi cosa io faccia o dica. Perché tutto questo interesse per me? Non è più intelligente badare ad altro? No. E' qui che si manifesta la tua follia delirante.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Come mai non pubblichi questi commenti?Perché mettono in luce la tua cattiveria? Ti domando: perché ce l'hai con me? Cosa diavolo ti ho fatto per meritare sette anni di provocazioni? Perché? Voglio una risposta sensata che non sia una negazione dell'evidenza. Perché maledetto, continui a provocarmi e a cercare di screditarmi in tutti i modi? Cosa vuoi da me? perché non passi anche questi commenti alla polizia postale? Perchè sei scorretto e vuoi farmi apparire quel che non sono? Perché ti interessa così tanto se io faccio o non faccio qualcosa, se dico o non dico qualcosa e come la dico? Perché hai questa necessità di correggere o criticare costantemente ogni mia affermazione da sette anni? Perché? Puoi dare alla polizia postale una risposta a queste domande?

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Oppure sarà direttamente in tribunale che dovrò chiederti il motivo di tanta ostilità nei miei confronti? Se non sei ostile nei miei confronti, perché cerchi di danneggiarmi? perché insinui cattiverie sul mio conto? perché mi dai del bugiardo? perché mi dai dell'approfittatore? Perché ti meravigli delle mie reazioni dopo tutto ciò? Il diritto di critica significa provocarmi ogni volta che vuoi?

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

La mossa giusta da fare era quella di avvisarmi che quella dicitura era scorretta e che avrei dovuto correggerla, e non invece darmi addosso come se fossi il peggior delinquente! Anzi, in virtù dei precedenti tra noi, non mi dovevi calcolare minimamente! Ma siccome sei maniaco e malvagio hai colto l'occasione per cercare di screditarmi ancora. Perché? Perché sei vittima della tua natura malevola. Se al posto del pregiudizio e della cattiveria che nutri nei miei confronti usassi il cervello, allora non riceveresti risposte adeguate al tuo comportamento. Anche questo passalo alla polizia postale se sei corretto. Ma corretto non sei, non lo sei mai stato; altrimenti non mi avresti perseguitato per tanti anni. Ora tu dirai che non mi perseguiti affatto; ma chilometri di provocazioni sul tuo blog come li chiami? Sono sicuro che è dirai che è lecito qualsiasi cosa tu faccia. Un classico di un pazzo.

Anonimo ha detto...

Se la merita propio una bella denuncia. Nessuno ha insultato lui e nemmeno leso il suo operato dal momento che psicologo non lo è ancora.