giovedì 26 novembre 2015

Una mente debole



Qualche anno fa Giuseppe Galeota scriveva a Discepolo:

caro maestro Ciro, una delle cose che mi riempie di orgoglio, e mi da credibilità nel momento in cui disquisisco di astrologia con gli scettici, è appellarmi alle tue ricerche statistiche. purtroppo esse sono conservate dai responsabili dell'università di Napoli; ergo, poter accedere ad esse risulta quasi impossibile. anche se fossero fruibili pure per i bambini delle scuole elementari, abbiamo capito che non otterrebbero comunque il giusto plauso da parte del palazzo scientifico. allora significa che dette statistiche abbiano avuto il solo ruolo di dimostrare a te stesso (e non ad altri) la veridicità dei tuoi assunti. io ritengo però che un gorno la scienza possa essere disponibile a considerare, con lo giusto spirito di osservazione, le tue ricerche. credo che per i tuoi allievi sia importante avere a portata di mano tutto il tuo materiale custodito dall'università, almeno per darci la possibilità di difendere in modo non aprioristico tutto il tuo lavoro. cosa ne pensi? con immensa stima un abbraccio caloroso.
Giuseppe Galeota

La risposta di Discepolo, che potete leggere qui è stata che le sue ricerche statistiche non erano visionabili in quanto sarebbero state conservate in un cassetto di un professore universitario che non si poteva disturbare.

Per tale motivo noi non li abbiamo più disturbati e non ci siamo mai sognati di chiedere loro la restituzione dei nostri file e di tutto il materiale su cui avevamo lavorato.
Ciro Discepolo

caro maestro Ciro, grazie infinite per aver accettato di rispondere (per la centesima volta) alla domanda che ti ho fatto l'altro giorno. il fatto che tu abbia voluto rispondermi , mi riempie di gioia. spero solo di non abusare ancora troppo della tua infinita pazienza. un grosso abbraccio.
Giuseppe Galeota





Però nelle email che si sono scambiati Discepolo e il professore di statistiche si leggono delle cose diverse.


  1. Le statistiche controllate dai professori universitari riguardavano solo uno spezzone minoritario delle statistiche di Discepolo su circa 8.000 soggetti, mentre il resto delle statistiche riguardanti 75.000 soggetti sono state effettuate da Discepolo per conto suo.
  2. Discepolo conserva ancora tutti i file riguardanti le statistiche.
E' quindi evidente che Discepolo abbia mentito a Galeota su due punti. Non è vero che le statistiche siano state controllate e approvate dai professori universitari, e non è vero che i professori custodissero i file di queste statistiche in un cassetto.

Come fa Giuseppe Galeota a parlare ancora delle statistiche di Discepolo?


Giuseppe Galeota


In che modo l'astrologia sarebbe migliorata grazie alle statistiche di Discepolo se nessuno ha mai avuto modo di leggere queste statistiche che non sono mai state approvate e/o certificate dai professori universitari?

Giuseppe Galeota ma lo vuoi capire o no che Discepolo ti ha mentito?

Possibile che tu sia così stupido da non averlo ancora capito?

Galeota si è iscritto all'università e la scorsa settimana credo che abbia dato un esame di statistica non so con quale esito. Quindi non è pensabile che lui veramente creda che delle statistiche che non sono mai state pubblicate possano dimostrare qualcosa.

Perché allora continua a citare queste statistiche inesistenti?

Giuseppe Galeota è solo un bugiardo disonesto, uno che racconta delle panzane inverosimili.

Dove sono le statistiche di cui parli?




Posso citarti per esempio che quache anno fa ho subito un lavaggio del cervello e problemi economici a causa di alcuni farabutti appartenenti al movimento umanista. Io colgo sempre l'occasione per ribadire che chi ha questo aspetto atrologico farebbe bene a non frequentare gruppi religiosi o politici perchè si potrebbe essere soggetti a divenire tirannici oppure a essere oggetto di tirannia o plagio. 

Giuseppe Galeota è recidivo perché ha già subito il lavaggio del cervello in passato da parte di alcuni farabutti.




Giuseppe Galeota è un diffamatore, uno che dice che sarei uno stalker denunciato da una mia ex, e che avrei la fedina penale sporca. 

Con quali prove mi accusi?


Ti diverti a gettare fango su di me?



Io mi trattengo dal dire che cosa penso di te, perché non voglio passare dalla parte del torto.

La mia fedina penale non è sporca, sei solo tu che sei sporco, e che vigliaccamente inventi delle storie su di me. Ma a quale scopo?



Discepolo è stato già ampiamente sbugiardato. Non ti bastano le email inviate al professore per capirlo?

Discepolo indicava i professori come i certificatori delle sue statistiche, ma poi rivolgendosi al professore lo stesso Discepolo ammette di aver condotto le statistiche per conto suo. Ma allora perché ha tirato in ballo i professori di statistica per oltre venti anni?

Perché ha ingannato André Barbault e tantissimi altri facendogli credere che le statistiche fossero state certificate dall'Università di Napoli? 

L'unica cosa a sostegno della validità delle sue statistiche erano la presunta certificazione dei professori di statistica, ora che anche i sassi hanno capito che questa millantata certificazione non è mai esistita che cosa rimane?
Tu ancora parli delle statistiche di Discepolo?

Ma dove sono queste statistiche? Bisogna fare l'autopsia a Discepolo per estrarle dalla sua testa?

5 commenti:

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

"La mia fedina penale non è sporca, sei solo tu che sei sporco, e che vigliaccamente inventi delle storie su di me. Ma a quale scopo?"

Vigliacco io? Sei tu che spii e ti nascondi nell'ombra! Si sa che hai la fedina penale sporca. Questo si sa, questo si dice. Non me lo sono certo inventato io quel che si sa di te! Si sa questo. Se è vero o no, non mi interessa. Ma questo si sa. Non è certo una diffamazione o una calunnia citare quel che si sa di una persona. Per me è vero che hai la fedina sporca. Che poi io possa credere a ciò è un altro discorso. Perché ci credo? Ma povero cretino, non te l'ho forse scritto un miliardo di volte? Perché ripeti all'infinito le stesse e identiche domande? Maniaco bastardo, secondo te provo gusto a scrivere certe cose? Oppure sono obbligato dalla tua malvagità e dai tuoi atti persecutori? SE TU NON MI DISTURBI IO NON MI SENTO OBBLIGATO A METTERE IN EVIDENZA CHE SEI UN CRIMINALE MALATO DI MENTE. Ma la verità, caro bastardo maledetto, è che tu lo sai bene tutto ciò. Ma agli altri vuoi dare a bere che non è vero che mi perseguiti e che all'opposto sarei io quello che ce l'ha con te! E allora, caro bastardo maniaco, se fossi io ad avercela con te, per quale motivo non scrivo mai nulla di te mentre sei tu a farlo? c'è QUALCOSA CHE NON TORNA NO? Ma siccome sei schizofrenico sono convinto costruirai una realtà immaginaria per far combaciare le cose come piace a te. Ma i fatti parlano chiaro caro schifoso mostro! Non ti puoi arrampicare sugli specchi; e ogni volta che lo fai lasci una schiera di risate da parte di chi ti legge, perché non riesce a credere ai propri occhi che possa esistere un malato di mente capace di rompere le palle alle persone per quasi 10 anni, perpetrando la solita tiritera della statistica. Tra i due, chi studia psicologia sono io, e io so riconoscere i malati di mente come te. Quando avrò la laurea avrò il modo di ottenere una restrizione per te affinché tu non possa più tormentarmi, così che io non avrò più bisogno di dire che si sa che hai (avevi) la fedina penale sporca, che sei malato di mente, che sei stupido come una capra, che sei profondamente malvagio, tutte cose ampiamente dimostrate da te stesso ogni volta che pubblichi un commento su di me. Più insisti e più mi dai ragione caro imbecille!

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Io sarò pure una mente debole; ma a dirlo sei tu. E tu non sei nessuno; anzi, a dirlo sei tu che hai gravi problemi psicologici così come stabilito da una mia prima perizia sulla base di tutto ciò che scrivi. E tu puoi replicare quanto vuoi, ma il tuo giudizio vale zero rispetto a quello che sarà il mio nel momento in cui avrò la laurea in psicologia. Quindi caro fallito hai due possibilità: La smetti di perseguitarmi, oppure, quando sarà il tempo attuerò i provvedimenti necessari per farti aiutare da uno specialista di casi patologici come il tuo. E parlo seriamente caro bastardo. Non è né una provocazione e né uno sfottò. Sei pericoloso e devi essere contenuto o curato. Lo ripeterò sino a quando non la smetti di perseguitarmi.

Astromauh ha detto...


Caro Giuseppe, se un astrologo, un vero astrologo, lancia un dardo, non lo fa mai in un momento qualsiasi… Come hai notato il teppista non ha negato il fatto e non mi denuncerà, cosa che io vorrei molto, ma ha presentato la “fedina penale”. La cosa mi ricorda un’azione simile tentata già da un suo amico e sostenitore di cui, magari, mi occuperò in seguito. Va da sé che quel pezzo di carta non vale niente perché molti poliziotti (dobbiamo tantissimo alle nostre Forze dell’Ordine) ritirano la denuncia se ricevono le scuse dell’interessato e la cosa non finisce in giudizio.

Ciro Discepolo

“Nel certificato richiesto dai privati alcune condanne o pronunce penali sono omesse e ciò permette ai condannanti di risultare con la fedina penale pulita davanti ai privati. La pubblica amministrazione e la magistratura hanno comunque diritto a vedere la fedina completa.
La fedina penale potrebbe essere richiesta al possibile lavoratore da assumere da parte dei datori di lavoro quando un soggetto si candida per un’assunzione. È quindi ovvio che una persona con una fedina penale non pulita possa incontrare difficoltà nell’essere assunto, questa la ragione per cui vengono omesse alcune pronunce penali, per evitare l’effetto criminogeno derivante dagli effetti penali di una sentenza di condanna”.Maurizio Tonino dunque fornisce una prova insufficiente per scagionarsi dall’accusa. Io non so se ha commesso davvero un reato; ma la sua condotta quotidiana atta a provocare dispiacere nel prossimo, è un elemento a favore della tesi esposta dal “postino” anonimo. Anche se il fatto non sussistesse, i fatti restano invariati: Maurizio Tonino e i suoi blogger han diffamato Discepolo e il sottoscritto a mezzo web. Io non ho denaro e tempo per intentare una causa nei confronti dei vari Maurizio, Giulia, Sargon, Mario, qui quo qua, e sopratutto non ho voglia di discutere con nessuno; ma se dovesse rivelarsi necessario, io testimonierò in tribunale affinchè queste persone possano pagare per le loro cattiverie e per il danno di immagine che ci hanno provocato.

Giuseppe Al Rami Galeota

Giuseppe Galeota pur sapendo benissimo che i miei certificati penali sono puliti scrive: "Si sa che hai la fedina penale sporca."

Secondo voi perché lo fa?

Anonimo ha detto...

Per calunniare, reato punito dal codice penale.

Anonimo ha detto...

Galeota scrive: quote <> E lui lo ripete a pappagallo. Si dice che Galeota sia malato di mente. Si dice.