lunedì 31 gennaio 2011

Questo è il gioco delle tre carte



Questo è il gioco delle tre carte ...

Non cerco la gloria, e non cerco seguaci, mi bastano due o tre amici per non essere solo.

Viva la napoletanità, viva l'onestà, viva l'astrologia, abbasso i truffatori.

domenica 30 gennaio 2011

Chi è Astromauh?



Posted on January 30, 2011 by ilblogperidepressi
Un poveraccio. Diversi anni fa mi scrisse qualche lettera e mi fece delle telefonate in cui piangeva perché diceva che era depresso in quanto nessuno lo prendeva in considerazione (infatti non ha mai prodotto nulla e non lo conosce alcuno). Scrisse così anche sul mio blog e poi, in seguito, cancellò la lettera che molti ricordano. Pretendeva che io gli regalassi le formule per domificare con Placidus oltre il Circolo Polare Artico, formule di un valore superiore ai 100.000 euro. Insistette per un po’ e quando comprese che non gliele avrei date, iniziò a calunniarmi e a insultarmi ogni giorno sul suo blog e anche su alcuni siti suoi e dovunque sul web, non firmandosi mai. In effetti si tratta del “segreto di Pulcinella” perché chiunque faccia una brevissima ricerca sul web trova che egli si chiama Maurizio Tonino e che vive a Roma in v. Salotti, 19 (00170).

Negli ultimi tempi penso stia diventando psicotico perché lavora notte e giorno, 24 ore al giorno, alla ricerca di frasi da scrivere contro di me, cosa che tra l’altro mi fa piacere perché mi fa pubblicità. Ha perfino scritto che io venderei una cura contro il cancro a base di borotalco. Il suo “cavallo di battaglia” è una mia ricerca statistica dove egli asserisce che i professori universitari che la certificarono come statisticamente significativa non capiscono nulla di statistica e avrebbero commesso errori grossolani: nel suo delirio di onnipotenza, egli, che è una nullità assoluta in campo astrologico e statistico, crede di poter insegnare la statistica ai docenti universitari di tale materia… La ricerca ebbe un risultato altamente significativo e positivo dal punto di vista statistico e i professori che ripeterono tutti i calcoli furono anche coautori del libro che la descrive. A pagina 24 del libro si legge: “Lavoro Statistico (i calcoli e i risultati, non la critica cinematografica al film Umberto D, NdR) a cura del dr. Francesco Mola e del prof. Luigi D’Ambra del Dipartimento di Matematica e Statistica dell’Università di Napoli”.

Questo è Astromauh il cui blog è stato soprannominato “Il blog dei vigliacchi” perché ci scrivono anche altre due-tre persone che, a loro volta, vergano sciocchezze con cattiveria senza mai avere il coraggio di firmarsi.

In effetti, seppure nel suo delirio senza pausa, Maurizio Tonino un grosso danno lo ha prodotto: nei confronti dell’Astrologia. Infatti pensate che ci sarà una seconda volta in cui professori universitari senza pregiudizi accetteranno di controllare il lavoro di astrologi dopo aver visto come un sedicente astrologo li ha tirati in ballo ogni giorno e ha dato loro degl’ignoranti per anni di seguito?

La foto di Maurizio Tonino credo sia stata truccata con Photoshop perché da vivo è molto più brutto.

Non intendo sporcare il mio blog di Astrologia con riferimenti a questo individuo e pertanto scrivo qui (nel blog dedicato ai depressi) queste poche note che non ho ancora deciso per quanto tempo lascerò.

Ciro Discepolo





No signor Ciro Discepolo, lei ha capito male, è lei che è un truffatore, e se come lei dice il professore Luigi D'Ambra ed il dr.Francesco Mola hanno certificato la validità della sua statistica, allora sono da ritenersi suoi complici.

Rimarco il fatto che ho scritto: "SE".

Finora ho soltanto letto che Ciro Discepolo asserisce che i professori di statistica hanno validato la sua statistica, ma non ho mai letto una dichiarazione dei professori in proposito.

Può darsi che lei sia anche affetto da turbe psichiche, comunque rimane sempre un truffatore, visto che su questa allucinazione che le fa credere di aver scoperto una importante legge sulla ereditarietà astrale, lei ci specula sopra, strumentalizzandola nel tentativo di farsi passare per un astrologo serio.

Lei è un impostore, ed un finto astrologo.




Come si suol dire, lei ha il carbone bagnato signor Ciro Discepolo!

Astrologia e Morte



Oggi guardavo il tema natale di Ciro Discepolo, nato a Napoli il 17 luglio 1948 alle ore 06:00 e non alle ore 05:40 come erroneamente riportato su diversi siti web compreso il suo, e mi sono accorto che ha dei transiti veramente pesanti.

Urano che alla sua nascita si trovava in Gemelli in dodicesima casa, in quadratura a Marte ed in opposizione a Giove, attualmente si trova agli ultimi gradi dei Pesci, formando una opposizione a Marte ed una quadratura a Urano natale.

Queste astralità potrebbero annunciare un grave incidente, un serio problema di salute ed anche la morte improvvisa, specialmente se si considera che il soggetto è debilitato dalle innumerevoli rivoluzioni mirate fatte, che ne hanno compromesso il sistema immunitario.

Normalmente non prevedo la morte di nessuno, però in questo caso credo di poter fare una eccezione, perchè Discepolo mi considera un astrologo di infimo ordine, per cui di certo non si farà suggestionare da questa mia previsione.

A proposito del test




Il test che vi avevo proposto, come mai nessuno ha provato a risolverlo?

Da quando l'ho proposto in un forum, ci sono state soltanto due persone che si sono cimentate nell'impresa, e non erano degli astrologi, ma soltanto delle persone interessate all'astrologia.

Me le spiegate le ragioni di questo disinteresse?

Io non riesco a capire.

Giulia ci ha informato di aver previsto la separazione di Veronica Lario dal marito, perchè l'avrà fatto?

Penso che ricordando la sua previsione, lei ci abbia voluto dire che con l'astrologia è in grado di fare delle previsioni che si avverano.

Però, il fatto che la previsione si sia avverata, non può essere considerata una prova dell'astrologia, al massimo potrebbe essere un indizio a favore, ma mai una prova.

Ma se l'astrologia veramente funziona, perchè non dovrebbe essere possibile provarlo?

L'astrologia non si occupa di cose astratte, non si occupa di metafisica, non è una religione, anche se molto spesso viene accomunata alla religione dagli scettici, che ritengono che la credenza negli influssi dei pianeti, che hanno gli stessi nomi degli Dei dell'Olimpo, sia equivalente alla credenza nell'esistenza di Dio.

L'esistenza di Dio non è dimostrabile, al contrario dell'astrologia che fa delle affermazioni verificabili.

Se io dico che le persone che hanno Giove all'ascendente hanno di solito una corporatura massiccia, questa mia affermazione è potenzialmente verificabile.

Gli astrologi in genere non fanno altro che accusare la scienza ufficiale di chiusura mentale nei confronti dell'astrologia, ma questo atteggiamento cosi' frequente è sbagliato ed improduttivo.

Gli scettici dicono che l'onere della prova spetta a chi fa una affermazione, ed hanno ragione loro, spetterebbe agli astrologi dimostrare la validità delle proprie affermazioni.

L'astrologo invece cosa fa?

L'astrologo dice: "Ho avuto migliaia di prove della validità dell'astrologia, le persone che mi consultano sono soddisfatte delle risposte che ricevono, per cui non sento alcuna esigenza di andare da quelli del CICAP per sottopormi alle loro sperimentazioni, e poi si sa, loro sono in malafede.".

Questa sensazione di certezza soggettiva della validità dell'astrologia, io ce l'ho più degli altri. Ho smesso di meravigliarmi delle "previsioni" azzeccate da qualche decennio, mi meraviglio invece dei consulti poco soddisfacenti. Mi stupisco quando l'astrologia non funziona e non quando funziona.

Però mi rendo conto che la mia certezza soggettiva della validità dell'astrologia non ha valore dal punto di vista della scienza.

Alcuni astrologi suggeriscono a chi è scettico nei confronti dell'astrologia di mettersi a studiarla, perchè questo è il modo migliore per rendersi conto della sua validità. Indubbiamente è cosi', però questo non può essere l'unico modo.
Se vado dal meccanico per farmi aggiustare la macchina, lui non mi dice che se voglio ripare la mia macchina devo mettermi a studiare la meccanica, me la aggiusta e basta.

E poi, come la mettiamo con le altre astrologie?
Sono convinto che la stessa sensazione di certezza che ho nei confronti dell'astrologia occidentale ce l'hanno anche gli astrologi indiani che praticano una astrologia diversa.

Il sistema di riferimento può essere a piacere siderale o tropico?

E' una questione di tradizione, dipende dal posto dove si è nati?

Un po' come per la fede religiosa?

Perchè se nasci in Italia sei cristiano, se nasci in Iran sei musulmano e se nasci in India sei induista?

L'astrologia indiana ha molto in comune con l'astrologia occidentale, il significato dei pianeti, dei segni e delle case, è sostanzialmente lo stesso, la differenza più grande è che per loro una persona che è nata in un certo giorno invece di essere dei Pesci è dell'Aquario e ha quindi le caratteristiche di questo segno.

Non possiamo aver ragione sia noi che gli astrologi sideralisti, una delle due astrologie è sbagliata su questo punto.

Se consideriammo entrambe le astrologie corrette, secondo me significa che reputiamo l'astrologia una pseudo scienza, qualcosa di più affine ad una religione che ad una scienza.

L'esistenza di diverse astrologie è la dimostrazione che non tutte le affermazioni astrologiche sono corrette, ma che ce ne possono essere alcune errate.

Credo che sarebbe interessante distinguere le affermazioni corrette da quelle sbagliate, e l'unico modo per poterlo fare è quello di sottoporre a verifica le varie affermazioni.

venerdì 28 gennaio 2011

Un astrologo da dimenticare



Che importanza ha un nome? Il teorema di Pitagora non sarebbe valido se fosse stato qualcun altro a scoprirlo?

Io sono "uno" a cui è venuta voglia di controllare se i figli nascono più spesso della media con l'ascendente uguale al segno solare del padre, come sostenuto da Ciro Discepolo.

Ho trovato le date di nascita di oltre 80.000 soggetti appartenenti a gruppi familiari raccolte da Michel Gauquelin, ho calcolato gli oroscopi di queste persone, ho conteggiato quante volte si verificava questa uguaglianza tra l'ascendente dei figli ed il segno dei padri, ed ho appurato che essa non si verifica più spesso del previsto.

Le date di nascita utilizzate, le carte del cielo dei soggetti, le procedure adottate per conteggiarle, e quelle per stabilire il valore previsto, sono tutte cose rintracciabili attraverso i link forniti su questo blog.

Se Ciro Discepolo o chiunque altro volesse contestare il risultato della mia ricerca, non dovrebbe fare altro che indicare gli errori che ho commesso.

Invece come ha reagito Ciro Discepolo?

Con una caterva di insulti diretti alla mia persona.

E' una tattica conosciuta dall'antichità, tanto che c'è una locuzione latina che la descrive.

Io dovrei scrivere il mio nome e cognome sul mio blog per farmi insultare meglio?

Ciro Discepolo non è capace di fare altro che insultare, a cominciare dalle persone della sua stessa famiglia, e che hanno il suo stesso cognome.

Ma come, la fondazione Discepolo distribuisce premi, ai premi Nobel, e lui è l'autore di una truffa scientifica?

Se gli fosse rimasto un briciolo di dignità, dovrebbe scomparire per sempre, ma non c'è pericolo, perchè lui nemmeno conosce il significato di questa parola.

giovedì 27 gennaio 2011

Ciro Discepolo - Il libro della Vergogna

Osservazioni politematiche sulle statistiche Discepolo/Miele


Coautori del libro:

André Barbault

Università Federico II di Napoli
Dipart. di Matematica e Statistica
Prof. Luigi D'Ambra
Dott. Francesco Mola

Università Federico II di Napoli
Cattedra di Filosofia Teoretica
Prof. Raffaello Franchini (deceduto)

Univesità Federico II di Napoli
Dipartimento di Filosofia
Prof. Nicola Grana

Istituto Orientale di Napoli
Cattedra di Storia del Cinema
Prof. Anna Maria Pedullà

Università Federico II di Napoli
Istituto di Zoologia
Prof. Giorgio Matteucig

Osservatorio Astronomico di Capodimonte
Direttore Prof. Mario Rigutti

Studiosi di Astrologia:
Dott. Enzo Barillà
Dott. Ennio Dinacci
Francesco Maggiore
Prof. Luciana Marinangeli
Gustavo Miele
Prof. Massimo Palladino
Prof. Marco Zoli

Con il contributo della Regione Campania.

NB: Ho inserito i link riferibili ai coautori del libro di Ciro Discepolo: "Osservazioni politematiche sulle ricerche Discepolo/Miele", che ho trovato tramite una rapida ricerca sul web, per cui è possibile che vi siano degli errori, dovuti a delle omonimie, in questo caso gli interessati possono segnalaremelo e gli eventuali link errati verranno immediatamente rimossi.
Il mio indirizzo di posta elettronica è Astromauh@gmail.com.


Sulla copertina dell'ultimo libro di Ciro Discepolo in lingua inglese:
THE PROTOCOL OF THE CORRECTION OF YOUR BIRTH TIME
si legge ciò che segue:

He has been doing statistical researches from the very
beginning of this interest in astrology. At the beginning of the '90s, he obtained very brilliant results with researches on astral heredity on a sample of over 75,000 subjects.


Si tratta di una affermazione falsa, i brillanti risultati sulle ricerche relative alla ereditarietà astrale, non esistono, si tratta di una semplice vanteria che è resa possibile da questo vecchio libro scritto venti anni fa.

Vanteria finalizzata ad incrementare le vendite dei suoi libri, accreditando se stesso come un ricercatore scientifico, cosa che Ciro Discepolo assolutamente non è.

Chi scrive sa come è stato scritto questo libro, perchè è lo stesso Autore che scrive che il libro è stato fatto raccogliendo in tempi diversi, gli articoli di ciascun coautore, che appartengono a diversi campi dello scibile.

Fatto sta, che il risultato statistico che i vari coautori del libro sono stati invitati a commentare, non è mai esistito, ma era il frutto di un errore metodologico che deve essere sfuggito agli stessi professori di statistica a causa della sua macroscopicità.

A pagina 35, come ho più volte spiegato in questo blog, c'è la smentita di questo risultato, la significatività statistica che Ciro Discepolo credeva di aver trovato, non è in realtà mai esistita.

Credo che tutti i coautori di questo libro, dovrebbero riconoscere di essere stati ingannati da Ciro Discepolo, a cominciare dai professori di statistica, che Discepolo vorrebbe far passare come i "certificatori" delle sue statistiche.

Certificazione che nel libro non si legge da nessuna parte, ma che Ciro Discepolo ha affermato in più occasioni di aver ricevuto.

mercoledì 26 gennaio 2011

André Barbault



E adesso chi glielo dice ad André Barbault che le statistiche di Discepolo sono sbagliate?

Più deterremo delle correlazioni sicure, più si fortificherà il sapere
astrologico. Ciro aggiunge una nuova maglia alla già pesante catena. Può
ben sperare di vedere il proprio nome scritto in lettere d’oro nel memoriale
del pantheon d’Urania, poiché al suo nome è legata una correlazione di eredità astrale che tanto si addice ad un perfetto cancerino come lui, segno in
cui sono riuniti il suo Ascendente e il suo Sole.

André Barbault

Plus nous détiendrons de corrélations sûres et plus se fortifira le savoir
astrologique. Ciro ajoute un maillon nouveau à la chaine qui est de
taille. Il peut espérer voir son nom inscrit en lettres d’or au mémorial du
panthéo d’Uranie, au sien restant attaché une corrélation d’hérédité astrale
qui va si bien de soi au parfait concérien qu’il est.
André Barbault

The safest the correlations we hold, the strongest the astrological
knowledge will become. Ciro is adding a new link to the already jeavy
chain. He can surely hope to see his name engraved in gold within the Uranian
pantheon, linked as he is to that correlation of astral heritage so perfectly
suiting a cancer as he is, with his Ascendant and his Sun in that sign.
André Barbault

Il lapsus di Ciro Discepolo

Astrobau

Nel blog di Ciro Discepolo in data odierna 26 gennaio 2011, c'è un post intitolato:

Because my dog has been killed today?

Naturalmente avrebbe dovuto scrivere:

Why my dog has been killed today?

In inglese nelle frasi interrogative va usato why e non because.

Secondo me, questo suo lapsus svela il suo modo di fare astrologia a posteriori, in cui trasforma le domande in delle risposte.

Se un cane viene ucciso, lui trova nella carta della rivoluzione solare del suo padrone, la spiegazione astrologica di questa uccisione, ma non sarebbe mai capace di fare il contrario, ossia di prevedere la morte del cane dall'analisi della rivoluzione solare del padrone.


Ecco cosa pensano di Ciro Discepolo gli astrologi all'estero:

When I read your description, I remembered a very self-important author, with a very "I am brilliant" attitude, in an vedic magazine. Went looking for it and finally found it, and yes, it is the same author.

What can I say? Too much controversial statements with too little proof, and too much emphasis that his method is the truly only one, without convincing evidence to back them up.

SKYSCRIPT.co.uk


PS
Vedo che Discepolo ha corretto il titolo seguendo il mio suggerimento, qui trovate la pagina originale del suo post.

Chissà se un giorno Ciro Discepolo sarà disposto ad ammettere di essersi sbagliato anche con le sue statistiche sull'ereditarietà astrale.

martedì 25 gennaio 2011

Astrologia Allucinante



Digitando "Astrologia" su Google, il sito di Ciro Discepolo: www.cirodiscepolo.it compare al cinquantaseiesimo (56) posto, a pagina 6, mentre al sesto posto della prima pagina c'è il sito: www.astrionline.com.

Se Ciro Discepolo fosse cosi' come afferma il numero uno dell'astrologia italiana, il suo sito www.cirodiscepolo.it non dovrebbe comparire nelle primissime posizioni?

Il posizionamento di un sito nei motori di ricerca, non è secondo me il criterio migliore per giudicare l'importanza dei suoi contenuti e quindi del proprietario del sito, ma visto che Ciro Discepolo decide di farlo, allora bisogna dire che lo fa nel modo sbagliato, perchè anche in questo caso si "inventa" un risultato che non c'è.

Proprio come ha fatto nella sua statistica sulla ereditarietà astrale, dove ha visto un gran numero di figli con l'ascendente uguale al segno del padre, adesso vede se stesso al vertice della classifica mondiale degli astrologi.

domenica 23 gennaio 2011

Astrologia Esilarante



Ed è con la testimonianza di un uomo comune che vogliamo concludere questa presentazione, un uomo comune che aveva un sogno nel cassetto e grazie all’astrologia attiva è riuscito a realizzarlo:


Caro Ciro Discepolo,
le scrivo con grandissima gioia, dopo essere risultato il vincitore assoluto, ieri, del concorso a cattedra per professore presso l’Università di … (omissis). La Rivoluzione Solare Mirata e le Rivoluzioni Lunari Mirate recenti in Islanda ed in India sono state un’assoluta bomba: la Commissione mi ha votato all’unanimità, senza esitazioni; i miei concorrenti (non tutti, ma molti) si sono complimentati e rallegrati; la lezione è stata quasi perfetta; qualche amico dell’uditorio, mentre parlavo, si è commosso. Mi sembra troppo, tutto questo …
Dietro lo studio e l’applicazione c’è, ne sono convinto, l’Astrologia Attiva, che mi ha accompagnato e condotto in questi ultimi dieci anni. Pratico la sua Scuola dal 2000 e, in questi pochi lustri, la mia vita si è completamente rivoluzionata.
Cercherò molto brevemente, per non annoiarla, di fare un resoconto emotivo di quello che mi è successo.
Astrologia Attiva come effetto placebo? Niente affatto.
Ricordo molto bene il giorno di agosto, di qualche anno fa, in cui la incontrai. Lei mi parlò di esorcizzazione del simbolo, di compleanni mirati, di dominante in MC, ma anche di Jung, di mitologia, di epistemologia.
Rimasi colpito dalla sua cultura ma prevalse lo scetticismo, all’inizio: partii per il mio primo compleanno mirato quasi con il desiderio di smentirla; di dimostrarle che le previsioni analitiche e circostanziate da Lei formulate si sarebbero sciolte come neve al sole.
Ed invece, puntualmente, si verificò per filo e per segno quello che la Rivoluzione solare mi annunciava. Lo stesso accadde per il secondo anno, e così via.
… Lo confesso apertamente: sono stato, all’inizio, un San Tommaso, convinto dall’Astrologia soltanto da quanto la stessa, sul campo, mi ha saputo dimostrare.
Il che mi porta a dire, quando parlo con le persone che deridono questa materia, che le parole contano poco; conta invece provare. Poi ognuno faccia come vuole.
Tuttavia, non riesco a non dire quello che di stupefacente l’Astrologia mi ha donato in questi ultimi anni. Si tratta di molto di più del concorso a cattedra …
Astrologia Attiva come strumento di conoscenza di se stessi.
La vera Rivoluzione, per me, è stata questa.
La vita, prima, mi sfuggiva di mano. Gli eventi accadevano, improvvisi, e condizionavano senza alcun filo conduttore le giornate. Ero incapace di determinare le mie azioni, come una barca che vaga senza meta fra le onde di una tempesta.
Ero “vissuto” e pensavo che i miei giorni, infelici, non potessero che essere quelli.
Nel corso degli anni l’Astrologia Attiva mi ha ridato in mano il destino o, come pure posso dire, ha aperto il mio cuore. Rivoluzione dopo Rivoluzione mi sono interrogato su quale fosse il mio destino e, soprattutto, quali fossero le cose in grado di farmi felice.
Non certo il denaro, il potere, il successo, che invece negli anni prima dell’incontro con l’AA erano le dominanti assolute. La felicità, per me, non passava attraverso il lavoro di … (omissis), i clienti, le grosse imprese, i progetti ambiziosi, ma lo studio, la ricerca, la scrittura, l’insegnamento.
Come fare a realizzare tutto ciò? Non ho mai avuto santi in paradiso e in Università non conoscevo nessuno. Ho fatto, forse, l’unica cosa possibile in questi casi: ho venduto la mia bella macchina, lasciato lo studio, cambiato città, fidanzata, amici, e ho cominciato a lavorare gratuitamente in una capitale straniera, dove un professore ha deciso di farmi fare l’assistente.
Ero povero (ma davvero povero, tanto da non avere da mangiare) ma sapevo che questa era la strada giusta. Poi piano piano è arrivato un piccolo assegno di ricerca, poi il posto da ricercatore, l’affidamento di un corso e oggi la cattedra…
In questi dieci anni ho scritto libri, fatto conferenze, tenuto numerosi corsi, viaggiato in posti magnifici e sperduti. Ma soprattutto, pur facendo diverse cose, ho la giornata tutta per me: non dipendo dal telefono, dagli orari, da nessuno. Mi alzo e, al di là degli impegni istituzionali, decido cosa fare.
Che libertà, e che assaporamento quotidiano delle piccole cose.
Togliendomi la maschera, e diventando niente, un libro bianco tutto da scrivere, ho incontrato l’amore, quello vero: mia moglie è una luce d’amore continua, la donna che mai avrei pensato di poter incontrare. Con lei ho avuto due splendidi bimbi, uno dei quali è in braccio a me, ora, mentre scrivo. E oggi sono contento ancor di più, perché per il prossimo compleanno tutti i componenti della famiglia partiranno.
… Non sarò mai in grado abbastanza, caro Ciro, di ringraziarla per questa mia rinascita. Si può rinascere ad ogni età, in ogni momento: questo lei ce lo insegna con i suoi libri e con le parole severe e calorose che ogni giorno leggiamo sul blog.
Con enorme affetto,

Diocleziano
Dal blog di Marco Celada

Gli Oroscopi dei VIP



La notorietà di Ciro Discepolo è iniziata con le interpretazioni delle carte dei cielo di personaggi famosi che scriveva su Astra, e che io leggevo cercando di imparare la tecnica.

Sicuramente qualcosa avrò anche imparato, perchè gli insegnamenti di Discepolo erano abbastanza utili come introduzione all'astrologia.

A distanza di anni mi rendo conto però, che le interpretazioni fatte da Ciro Discepolo, erano più un lavoro letterario che delle vere e proprie interpretazioni.

Queste persone erano dei VIP, per cui le vicende delle loro vite, e le loro caratteristiche erano abbastanza note, inoltre sicuramente Discepolo prima di scrivere un articolo su un personaggio, faceva una inchiesta giornalistica su di lui, per raccogliere maggiori informazioni.

I ritratti psicologici che faceva di questi personaggi, avrebbe potuto farli benissimo anche senza ricorrere all'astrologia, ed i temi natali piuttosto che essere la fonte da cui ricavava le interpretazioni, erano usati solo per confermare il ritratto psicologico che veniva fatto prima.

Discepolo era bravo nel far coincidere i ritratti psicologici con le configurazioni presenti nelle carte del cielo di questi VIP, e l'effetto complessivo era convincente. Però a ben guardare, si trattava di oroscopi fatti a posteriori, un esercizio letterario e non astrologico.

Non c'è nessuna prova che Discepolo riesca a fare il contrario, ossia che da una carta del cielo riesca a delineare un quadro psicologico di una persona, e secondo me non ne è proprio capace.

Ognuno di noi è specializzato in qualcosa, la sua indubbia abilità di far quadrare una personalità con gli aspetti di una carta del cielo, gli preclude la possibilità di fare il contrario.

Le doti necessarie per creare un quadro credibile della personalità di Andreotti e di metterla in relazione con la carta del cielo di Andreotti, sono diverse dalle doti necessarie per fare una descrizione credibile della personalità di uno sconosciuto ricavandola dalla sua carta del cielo.

Se sei bravo a fare una cosa, non sei capace di fare l'altra, un giocatore di basket non può fare il fantino, ed un fantino non può fare il giocatore di basket.

Una cosa fondamentale che mi ha insegnato l'astrologia è che non si può essere qualcosa di diverso da ciò che è indicato dalla propria carta del cielo, e che abbiamo delle attitudini ben definite e specifiche, per cui per tutta la vita continuiamo a fare sempre le stesse cose, mentre i cambiamenti sono solo apparenti.

sabato 22 gennaio 2011

Secondo Congresso Italiano di Astrologia



Io c'ero!

E forse, il mal di testa dipendeva da questo!

Sono stato al circolo della stampa in due occasioni, la prima volta ad una festa da ballo mi pare nel 1972 ed in quella occasione conobbi una ragazza con cui mi fidanzai, e la seconda volta per il congresso di astrologia.

Che ci fosse un congresso di astrologia lo seppi all'ultimo momento, a Napoli non abitavo più da tempo, e mi ritrovavo nella città per caso, sebbene nella villa comunale di Napoli ci sono praticamente nato.
La chiesa dove sono stato battezzato è di fronte al circolo della stampa, a qualche centinaio di metri, ed è nella villa comunale che ho imparato ad andare in bicicletta.

Non so se occorreva un invito per partecipare al congresso, io sono entrato dicendo all'usciere che ero amico di Ciro Discepolo, cosa non vera perchè non l'avevo mai visto in vita mia, però a quei tempi compravo regolarmente la rivista Astra per leggere le interpretazioni degli oroscopi di personaggi famosi fatte da Discepolo, perchè volevo imparare l'astrologia. Le previsioni per i vari segni zodiacali, che occupavano gran parte delle pagine della rivista, non mi interessavano proprio, penso che nemmeno le leggevo, mi interessavano solo gli oroscopi di Discepolo. :-))

Devo dire che Discepolo al circolo della stampa non me lo ricordo proprio, non dico che non ci fosse, solo che se l'ho incontrato in quella occasione, l'ho devo anche aver cancellato dalla memoria. Oppure chissà, visto che aveva un forte malditesta forse era già andato via prima del mio arrivo.

Mi ricordo di Serena Foglia, a cui rivolsi una domanda che riguardava le rivoluzioni solari o forse la possibilità di cambiare il proprio destino, trasferendosi altrove. Lei mi risposte stizzita, che non era possibile cambiare i pianeti con cui siamo nati. Ci rimasi un po' male, non tanto per la risposta, ma per il modo in cui mi rispose, come se la domanda la seccasse molto, e come se io che gliela avevo fatta fossi un idiota.

In quella occasione conobbi un astrologo pugliese che potrebbe essere la persona che Discepolo menziona nel video, ma assolutamente non ricordo come si chiamasse, era simpatico ed amichevole. Mi sfidò ad indovinare il suo segno, ed io gli risposi che vedevo in lui un po' dell'Aquario, della Bilancia e dei Gemelli, e questi erano proprio il suo segno solare, ascendente e lunare, anche se non ricordo più in che ordine.

Conobbi anche Roberto Busceti che a Napoli andava nelle librerie a proporre il suo libro: "Il mistero svelato" di cui acquistai una copia.

Dei temi trattati durante il congresso non ricordo assolutamente nulla, in generale ne ebbi un'impressione negativa, non mi riconoscevo in queste persone, mi sentivo lontano dal loro modo di fare astrologia.

Molte parole ma nessun fatto, chiacchiericcio astrologico piuttosto che astrologia, un tipo di astrologia che cercava di nascondere la propria incompletezza, occultandola con una verbosità eccessiva.

Credo che è stato allora che ho capito che avrei dovuto seguire una mia strada, perchè non avrei appreso l'astrologia da queste persone.

Università di Napoli Federico II - Breast Cancer



Si svolgerà lunedì 24 gennaio alle 11 e 30, nell'Auditorium del Ceinge in via Gaetano Salvatore, 482, la presentazione della Breast Unit dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, nata per contrastare il tumore al seno.
Una conferenza stampa che ufficializzerà il lavoro nell’ambito della patologia mammaria del gruppo multidisciplinare che al Policlinico Federico II è impegnato ad affrontare la lotta alla malattia.

In Campania ogni anno si contano oltre 3.200 nuovi casi di cancro al seno. Con circa 28.000 casi prevalenti, è la regione del Sud Italia con il maggior numero di donne che attualmente convivono con la malattia. L'Azienda Ospedaliera Universitaria Federico, punto di riferimento nel trattamento del tumore al seno, accoglie le donne affette da questa patologia in un percorso che va dalla diagnosi alla cura.

Partecipano all'incontro, moderato dalla giornalista Rosa Maria Serrao, tra gli altri, Giovanni Canfora, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Federico II, Giovanni Persico, Professore ordinario di Chirurgia Generale e Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Federico II e Direttore della Breast Unit, Sabino De Placido, Professore ordinario di Oncologia Medica e Direttore S.C. di Oncologia Medica alla Federico II e Marco Salvatore, Professore ordinario di Diagnostica per Immagini e Radioterapia, e Direttore del Dipartimento di Diagnostica per Immagini e Medicina Nucleare sempre dell'Ateneo fridericiano. (c.m.)


Per informazioni:
Ceinge, Via Comunale Margherita, 482 - Napoli
alessandradionisio@yahoo.it
ufficiostampa@proformatcomunicazione.it






Osservazioni Politematiche Sulle Ricerche Discepolo/Miele

Come dal titolo. Riguarda una ricerca statistica condotta da Ciro Discepolo e da Luigi Miele su 75.000 soggetti e poi esaminata, in tutte le sue fasi di impostazione generale, raccolta del campione, necessità di creare il gruppo di controllo random (senza del quale, a detta dei docenti universitari, professori di Statistica, che controllarono tutto il lavoro, la ricerca, in questo caso, sarebbe risultata completamente errata) e mancanza di errori di qualunque genere, da professori di Statistica dell'Università di Napoli. La ricerca ebbe un risultato altamente significativo e positivo dal punto di vista statistico e i Professori che ripeterono tutti i calcoli furono anche coautori del libro.


It should also be noted that this statistical research, conducted by Ciro Discepolo and Luigi Miele about 75,000 subjects was then examined in all phases of his general approach, the method which the sample was collected, the need to create the random control group (without which, in accord to what the university teachers, professors of Statistics, which controlled all the work, this research, in this case, would have been completely wrong) and lack of errors of any kind, from professors of Statistics, in the Naples University. The search had a highly significant and positive result from the statistical point of view and the university teachers who repeated all the calculations were also coauthors of the book.

Fondazione Discepolo

Ciro
Ciro


24 maggio 2007
Sono seduto a tavola, boccheggiante dopo un milione di piatti. Alla mia sinistra siede Sua Altezza Sir Harold Kroto, che ho visto mettere la giacca soltanto in occasione di questo premio (dal che ho dedotto la sua importanza, e mi sono commosso per averla condiviso con lui).
Davanti a me siede Massimo Armeni, responsabile della mia candidatura, credo, e dunque da punire severamente.
Ringrazio tutti per l’onore e l’accoglienza, anche se il risultato è che ora dovrò mettermi a dieta per due anni. Spero di tornare presto, anche se potrò solo dopo aver ripreso il mio peso forma.
Cordialmente e con affetto

Piergiorgio Odifreddi

Ciro Discepolo potrebbe far controllare le sue statistiche anche da Piergiorgio Odifreddi, visto che la fondazione della sua famiglia gli ha dato un premio nel 2007.

Chissà se il professor Piergiorgio Odifreddi cambierà idea sull'astrologia dopo aver esaminato le statistiche di Ciro Discepolo.

Da Ciro si mangia bene

E' possibile invece, che il prof. Luigi D'Ambra in tanti anni non abbia mai smentito la validità delle statistiche di Ciro Discepolo, perchè aspira anche lui a ricevere il premio Capo D'Orlando della Fondazione Discepolo?

Giulio Andreotti dice che a pensar male si fa peccato, ma che spesso ci si prende.

Di sicuro possiamo dire che siamo di fronte ad una situazione piuttosto anomala, sono passati ormai 20 anni da quando Ciro Discepolo, ha "scoperto" la sua presunta legge di ereditarietà astrale, e in questi 20 anni ha sempre indicato nella persona del professor Luigi D'Ambra docente di statistica dell'Università di Napoli, il controllore ed il certificatore delle sue statistiche, è possibile che il professore non ne sappia nulla?

Non mi sembra possibile, perchè Ciro Discepolo ha nominato il professore Luigi D'Ambra nei suoi libri, nei suoi articoli, sul suo sito e sul suo blog, una infinità di volte, e mi chiedo perchè questo professore in tutto questo tempo non abbia mai sentito l'esigenza di dare una doverosa smentita.

Mi sembra quindi legittimo sospettare che il professore non dia questa smentita perchè non vuole inimicarsi una famiglia cosi' importante e potente, e che distribuisce premi ed onorificenze ai premi Nobel.

Ovviamente qualsiasi sospetto cadrebbe immediatamente se il professor Luigi D'Ambra fosse cosi' gentile da scrivere, anche su questo blog, qualche riga di chiarimento, spiegando una volta per tutte, se è vero o no, che lui ha "certificato" le statistiche di Ciro Discepolo, e che esse sono la dimostrazione di una legge astrologica riguardante l'ereditarietà astrale.

venerdì 21 gennaio 2011

Il CICAP ha sempre torto?




Gli oroscopi funzionano perchè nelle carte del cielo ci sono delle informazioni riguardanti le persone nate sotto quel cielo, oppure funzionano anche per altri motivi che con l'astrologia non c'entrano nulla?

La mia risposta a questa domanda è affermativa, gli oroscopi possono funzionare anche per fattori di tipo non astrologico, anche se questo non vuol dire che il successo di un consulto astrologico si basi esclusivamente su questi fattori e che quindi nel tema natale non ci sia scritto nulla.

Questa è la conclusione affrettata a cui arrivano quelli del CICAP, ma che non rispecchia il mio modo di vedere le cose, e che assolutamente non condivido.

L'esistenza di questi altri fattori, non significa necessariamente che sia da essi che derivi il successo di una consulazione astrologica, però questi fattori esistono e sarebbe poco onesto intellettualmente per un astrologo negarli.

Non ho mai frequentato circoli astrologici, per cui di astrologi ne conosco pochi e quindi non so bene quale sia l'opinione dei miei colleghi, ma la mia impressione è che gli astrologi se non arrivano a negare in toto l'esistenza di questi fattori, tendono a sottostimarne di molto l'importanza.

Durante un consulto astrologico c'è un astrologo che ha davanti a se un consultante, oltre ovviamente ad una carta del cielo. Da questo contatto astrologo-consultante avviene uno scambio rilevante di informazioni, sia verbali sia non verbali e queste informazioni facilitano enormemente il compito dell'astrologo.

Allora come si fa a stabilire se le cose che dice l'astrologo le ha ricavate dalla lettura della carta del cielo oppure le ha ricavate direttamente dal consultante?

Il dubbio degli scettici è legittimo, ma io che scettico non sono, ho comunque la curiosità di voler misurare, in che percentuale il successo di un consulto è dovuto al tema natale, ed in che percentuale è dovuto al contatto tra astrologo e consultante.

Non mi sembra che ci siano molti colleghi che condividono queste mie curiosità, eppure una maggiore conoscenza del meccanismo che fa funzionare l'astrologia, non farebbe altro che migliorarla.

Il sistema migliore per confutare il CICAP, sarebbe proprio quello di dimostrare che anche quando vengono fatte delle verifiche con i metodi da loro proposti, si continua ad avere una percentuale di riscontri positivi.

Questa sarebbe la dimostrazione che il successo degli oroscopi non dipende solo da fattori di tipo psicologico, ma che almeno in parte dipende proprio dalle carte del cielo.

Il mio obiettivo non è comunque quello di cercare una legittimazione dell'astrologia da parte del CICAP, non mi interessa convincere gli scettici, a che servirebbe?

La necessità di fare delle verifiche è una necessità interna all'astrologia non si tratta di dimostrare qualcosa a qualcuno, si tratterebbe invece di verificare se si è sulla strada giusta.

Non si deve stabilire se l'astrologia funziona, ma quale astrologia funziona meglio.

giovedì 20 gennaio 2011

La rettifica dell'orario di nascita

La rettifica dell'orario di nascita
A pagina 18 del libro: Nuovo trattato di astrologia" di Ciro Discepolo, leggo il testo che segue:

Ma torniamo alla correzione dell'orario di nascita. Una volta, molti anni fa, venne da me una signora assai appassionata di astrologia che era nata durante un bombardamento della seconda guerra mondiale. Il suo municipio del luogo di nascita fu distrutto nel bombardamento stesso e i suoi genitori morirono entrambi quando lei aveva solo pochissimi anni. Nessun parente aveva notizie dirette o indirette della sua nascita: il buio assoluto su ventiquattro ore. Mi chiese se avrei potuta aiutarla a ricostruire il suo orario di nascita. Le risposi che la cosa non mi interessava professionalmente perchè avrei dovuto lavorare dei mesi soltanto per lei e non ci sarebbe stato alcun compenso sufficiente a ripagarmi di un simile lavoro. Le proposi, allora, di utilizzare il suo caso per produrre una mia pubblicazione che infatti vide la luce diversi mesi dopo con il titolo di "La ricerca dell'ora di nascita", Blue Diamond Publisher, un libretto esaurito da molti anni. In cambio le chiesi, però, di lavorare almeno un mese ad una sua biografia dettagliatissima in cui mi avrebbe dovuto segnare tutto su di lei. Cosi' fece. Io lavorai per diverse settimane, compilando decine di grafici e studiando, soprattutto, i transiti e le Rivoluzioni solari della sua vita. Alla fine ritenni di aver raggiunto un risultato piuttosto soddisfacente, ma ammisi anche che tal metodo era impraticabile perchè troppo dispendioso in termini di tempo.

Come mai Ciro Discepolo ha trovato interessante studiare in modo approfondito il caso di questa particolare signora, la cui ora di nascita non potrà mai essere conosciuta? Come mai, ha voluto pubblicare un libretto proprio su questo caso? E come fa a dire di aver ottenuto un risultato piuttosto soddisfacente?

La logica di questo comportamento mi sfugge.

Se lo scopo di una ricerca è quello di trovare un metodo che permetta di rettificare l'ora di nascita delle persone, un soggetto la cui ora di nascita non potrà mai essere conosciuta, è un soggetto che non può essere preso in considerazione.

Invece Discepolo ritiene interessante proprio questo caso.

E' fuori da ogni logica, come si fa a testare un metodo di rettifica dell'ora di nascita, se non si potrà mai avere una conferma del suo funzionamento, perchè non si potrà mai confrontare l'ora calcolata con l'ora effettiva della nascita?
E come si fa alla fine di questo studio durato diverse settimane ad affermare di aver ottenuto un risultato piuttosto soddisfacente?

Mi sembra evidente, che le metodologie usate da Ciro Discepolo nelle sue ricerche, non sono finalizzate alla ricerca della verità, ma hanno lo scopo di rafforzare i suoi pregiudizi aprioristici.

Il caso di questa signora è da ritenersi ideale, soltanto se si vuole inventare un metodo di rettifica dell'ora di nascita, che non possa essere smentito.

La logica di questo Cancro ascendente Cancro, è una logica all'incontrario, proprio come è espresso dalla simbologia del suo segno, in cui il Sole dopo aver raggiunto la massima declinazione, riprende il suo cammino all'indietro.

Questa "logica" è presente praticamente in tutti i lavori di Discepolo, ed è ciò che lo contraddistingue.

Se qualcuno volesse veramente trovare un metodo per la correzione dell'ora di nascita, dovrebbe fare l'esatto contrario di quanto fa Ciro Discepolo.

Una persona che non è lo stesso astrologo, dovrebbe selezionare una decina di soggetti, la cui ora di nascita sia conosciuta con grande precisione, perchè presente sul certificato di nascita, e confermata dalla testimonianza dei parenti che erano presenti alla nascita.

All'astrologo verrebbero quindi fornite le date di nascita senza l'orario, ed il suo compito consisterebbe nel cercare di individuare tale orario, interrogando i soggetti e richiedendogli notizie sugli avvenimenti e le date importanti delle loro vite.

Questo è l'unico modo per poter accertare la validità di un metodo, non ce ne sono altri, il metodo Discepolo è invece un metodo di auto-convalidazione del pregiudizio, completamente scorrelato alla realtà.

Questa è l'astrologia di Alice nel paese delle meraviglie, una astrologia fatta di sogni ed immaginazione fuori controllo, dove la fantasia più sfrenata diventa realtà, e si cristallizza in regole inesistenti.

La famosa regola sulla ereditarietà astrale, è il caso più emblematico della capacità di questo Autore di dare corpo ai fantasmi della sua mente, frutto della sua prolifica immaginazione.

Devo dire che a me piace Ciro Discepolo critico cinematografico, credo che la sua vera vocazione fosse quella, ci sono molti aspetti del suo tema natale che rivelano un genuino interesse per il cinema.

Il cinema fa sognare ed è molto più in sintonia con la libido di un cancerino di quanto possa esserlo l'astrologia.

Ciro sta dando anche prova di essere molto bravo come attore con le sue pillole di astrologia.

L'unico suggerimento che mi sentirei di dargli è quello di farsi doppiare per le pillole in inglese.

mercoledì 19 gennaio 2011

Matching Test e Astrologia

Astrionline.it


Verranno scelti dal CICAP dieci soggetti circa della stessa età e di segni zodiacali diversi. Il Soggetto Richiedente consegnerà ai soggetti una lista di domande compilata da lui stesso, o li interrogherà come meglio crede (naturalmente senza chiedere data di nascita o segni zodiacali), anche circa particolari della loro vita passata e presente e del loro carattere. Al Soggetto Richiedente saranno poi consegnate le date di nascita (anno, giorno e ora) dei soggetti, ed egli dovrà accoppiare almeno sei soggetti con il corretto segno zodiacale o data di nascita.
Questo test di "accoppiamento", opportunamente modificato, si presta anche per la chiromanzia. In questo caso i soggetti dovranno essere circa della stessa età e tutti dello stesso sesso, e il Soggetto Richiedente non dovrà vedere in anticipo le loro mani quando parla con loro e li interroga. I dieci soggetti mostreranno in seguito al Soggetto Richiedente solo le mani attraverso un foro praticato in uno schermo (con le adeguate precauzioni perché il Soggetto Richiedente non possa riconoscere le persone nemmeno da voci, profumi, particolari dell'abbigliamento, ecc.), e le mani dovranno essere "assegnate" ai corretti proprietari (6 su 10)

Dal sito del CICAP

(1 890 + 240 + 45 + 1) / 3 628 800 = 0.000599647266

Ossia circa una probabilità su 1667.

Il test proposto dal CICAP per verificare la validità dell'astrologia, è un po' troppo difficile, per essere superato da un astrologo.
E questo non è il test che permetterebbe di vincere il milione di euro del premio Randi, ma è semplicemente un test preliminare che permetterebbe ad un astrologo di accedere al test vero e proprio che andrebbe fatto negli USA, direttamente sotto la supervisione di James Randi.

James Randi

La probabilità di superare il test vero e proprio, è enormemente inferiore a quella di questo test, che è già molto bassa.

Un astrologo che riuscisse ad abbinare 5 oroscopi con altrettanti soggetti, invece di 6 come richiesto dal test, già dimostrerebbe di essere bravissimo, ma secondo il CICAP, questo astrologo non meriterebbe nemmeno di essere preso in considerazione e verrebbe immediatamente eliminato.

Un riconoscimento dell'astrologia, non potrà mai avvenire da una organizzazione di scettici, perchè il loro ruolo non è quello di controllori dei fenomenio cosiddetti paranormali, a cui a torto includono anche l'astrologia. Il loro ruolo è quello di negare qualsiasi cosa che non sia già stata accertata dalla scienza, e non sono dei controllori come vorrebbero far credere.

E quindi?

E quindi i test dobbiamo farceli da soli.

martedì 18 gennaio 2011

Astrology my passion



Il 18 dicembre 2008 scrivevo questo post sul blog di Ciro Discepolo.

Astromauh ha detto...
Rudolf H. Smitm, un ex-astrologo olandese, scrive sul suo sito web:

Being right with the wrong charts

It was in this period (around 1978) that I had my first major mishap. I had a client, let us call her Ms Johnson, for whom I did a reading. All seemed to go pretty well; she was nodding all the time while saying, "yes, yes, you are so right" or words of a similar meaning. But then I said something like: "well Ms Johnson, we...." She interrupted: " Sorry, my name is Petersen, not Johnson." I then experienced a terrible sinking feeling, because I then saw before me the horoscope of a Ms Johnson, but the person before me was surely not this Ms Johnson! Apparently I had taken the wrong chart from my file cabinet!

Truly, I have forgotten how I got myself out of this most embarrassing terrible mess, but apparently I had managed the situation pretty well, because she went away a happy client.

After seeing her out I sat in my study, confused thoughts racing through my mind. How is it possible to do a correct reading based on a wrong chart? Did not all textbooks tell us that a horoscope is unique, that is, only fitting its native and no one else? If so, how on earth could I have made correct delineations based on a totally wrong chart? I was completely puzzled. In the end I let the matter rest, but from now on I was on the alert! And not without reason, because a few years later a similar mistake occurred to me, but then I noticed it in time.


Provo a tradurlo in italiano:

Fu in questo periodo(verso il 1978) che ebbi la mia prima maggiore disgrazia. Avevo una cliente, chiamiamola la signora Johnson, per cui feci un consulto. Tutto sembrava andare molto bene; lei annuiva continuamente mentre diceva, "si, si, è tutto giusto" o qualcosa del genere. Ma ad un certo punto ho detto qualcosa come: "Bene signora Johnson, noi ..." Lei mi interuppe: "Mi scusi, io mi chiamo Petersen, non Johnson.". A questo punto ho avuto una senzazione terribile, perchè ho visto davanti a me l'oroscopo della signora Johnson, ma la persona che mi stava accanto non era sicuramente la signora Johnson! Apparentemente avevo preso la carta del cielo sbagliata dal mio archivio! Sinceramente, non mi ricordo come mi sono tirato fuori da questa situazione terribilmente imbarazzante, ma in qualche modo me la sono cavata, perchè più tardi la signora andò via soddisfatta. Dopo averla vista andar via, mi sono seduto alla mia scrivania, con dei pensieri confusi che si agitavano nella mia mente. Come è possibile interpretare correttamente un'oroscopo, basandosi su una carta del cielo sbagliata? Tutti i testi di astrologia, non dicono forse, che ogni oroscopo è unico, e che riguarda solo quella persona e nessun altro? Se è cosi', come diavolo avrò fatto a dare una interpretazione corretta, sulla base di una carta del cielo completamente sbagliata? Ero molto confuso. Alla fine smisi di pensarci, ma da quel momento in poi ero sul chi vive! E non senza una ragione, perchè qualche anno dopo mi capitò un errore simile, anche se questa volta me ne accorsi in tempo.


La mia domanda è, a voi, non è mai capitato qualcosa del genere? Ossia di sbagliarvi, e di confondere un oroscopo con un altro, oppure di sbagliare i calcoli, leggendo le effemeridi per Maggio, mentre la persona era invece nata a Giugno?

A me è capitato, diverse volte, e mi è anche capitato diverse volte che ritornassero delle persone dicendomi di avermi dato l'orario di nascita sbagliato, perchè erano in realtà nate in un orario diverso.

L'incidente capitato a Rudolf H. Smitm, ha fatto si, che lui dopo qualche tempo, ebbe un esaurimento nervoso e che da astrologo si è trasformato in uno scettico, e adesso è il webmaster di un sito, molto critico nei confronti dell'astrologia.

Gli incidenti analoghi che sono capitati a me, non hanno però avuto lo stesso effetto. La ragione è, che credo di aver sempre saputo, che la carta del cielo, è solo una parte del "gioco". E quando mi è capitato, di accorgermi che avevo interpretato la carta del cielo sbagliata, e che la mia interpretazione era risultata ugualmente soddisfacente, non me ne sono stupito più di tanto.

E voi?


La risposta di Ciro Discepolo fu la seguente:

Per Astromauh. Credo che quel signore di cui parli sbagliasse molte volte perché già in preda all’Alzheimer. Il fatto che sia in piena confusione e sia passato dall’essere astrologo a dirsi antiastrologo confermerebbe la cosa.


Si riconosce lo "stile" di Discepolo, non è vero?
Insultare chiunque la pensa in modo diverso da lui, e sviare le domande ritenute imbarazzanti. In realtà, ciò che è capitato a Rudolph Smit, sarà senz'altro capitato anche a lui, cosi' come succede a tutti, perchè per quanto si possa essere scrupolosi ed attenti, capita sempre qualcuno che ti da un orario di nascita sballato. In questi casi, gli oroscopi in genere funzionano lo stesso, vi siete mai chiesti perchè?

lunedì 17 gennaio 2011

Incredibile Scoperta!



Ofiuco: il 13° segno zodiacale?
Secondo il Minnesota Planetarium Society l'orbita della terra non è più allineata alle stelle: serve un segno in più

La notizia è di quelle destinate a far sobbalzare sulla sedia chi, ogni giorno, affida i propri sbalzi d’umore ai segni zodiacali, chi crede all'amore e al feeling astrale tra gli "ascendenti", chi non prende decisioni importanti se l'oroscopo quel giorno gli è avverso. Gli astronomi della Minnesota Planetarium Society hanno stabilito che negli ultimi tremila anni la forza gravitazionale della luna è riuscita a inclinare l’asse della terra.

L’oscillazione ha provocato un salto di un mese nell’allineamento delle stelle, e i segni zodiacali hanno traslocato dalla loro costellazione di appartenenza. Un oroscopo tutto da rifare. Dopo 5.000 anni il modo con il quale gli antichi babilonesi definirono l’oroscopo potrebbe essere rivoluzionato.

E potrebbe entrare un nuovo segno: l'Ofiuco, o chiamato anche "Serpentario". Il nome viene dal latino Ophiunchus, «colui che porta il serpente», ed appartiene ad una delle 88 costellazioni.

Il sito «startribune.com», riprendendo uno studio del Minnesota planetarium society, dice che la ricerca l'oscillazione dell’asse della Terra ha provocato uno spostamento delle costellazioni. Nel corso dei secoli le stelle si sono spostate di circa un mese portando in regalo un segno zodiacale in più che abbraccia il periodo compreso dal 29 novembre al 17 dicembre.

«Quando gli astrologi dicono che il sole è nella costellazione dei pesci - osserva Parke Kunkle, del Minneapolis community and technical college - non bisogna dargli retta perchè in realtà si trova in quella dell’acquario».

E secondo gli esperti quando cambia il segno, cambia la personalità: da sensibili, umani e idealisti ci si ritroverebbe amichevoli, leali e creativi. Anche se Kunkle ricorda che non ci sono veri e propri studi scientifici che dimostrano una correlazione tra oroscopo e personalità.

«Questa non è una novità» continua Kunkel, in passato era già stata presa in considerazione la possibilità di un aggiunta nell'oroscopo consueto, ma in questi ultimi giorni la notizia su internet ha fatto il giro del mondo. Shelley Ackerman, un astrologo e portavoce della federazione americana degli astrologi, ha detto di essere stato sommerso di messaggi di posta elettronica da parte di tantissimi cittadini preoccupati, che non sapevano più quali consigli e previsioni seguire. Una crisi di identità astrale. «Ho detto a tutti loro di non preoccuparsi- dichiara Shelley- ogni tanto una storia come questa emerge e spaventa di tutti».

«C'è un numero infinito di modi di dividere le costellazioni, e gli scienziati continuano a scoprire nuove stelle e sistemi solari. Gli astrologi non modificano l'intero sistema per ogni nuovo cambiamento, continua Ackerman, un po' come succede con le nuove scoperte della medicina».

LaStampa.it


Qui trovate i commenti degli astrofili a questo articolo.

Ed in particolare i commenti dell'utente Mizarino:

Trattasi di una minchiata di raro pregio.
Già ... perché le castronerie semplici (di primo grado) sono comunissime.
Quelle doppie, ovvero "quadratiche" sono meno frequenti.
Questa però è "cubica", anzi addirittura di quarto grado!...
Ecco il "nesting" delle fesserie:
1) Le previsioni astrologiche sono per conto loro una idiozia.
2) Presentare la precessione come una novità è una stupidaggine.
3) Parlare di "salto" riguardo la precessione è surreale.
4) I "segni" astrologici, quand'anche significassero qualcosa, hanno in comune con le costellazioni solo il nome, perché rappresentano porzioni di eclittica riferite all'equinozio corrente e quindi automaticamente "aggiustate" per la precessione, come ci ha insegnato il nostro astrologo preferito ... .


Per fortuna non tutti gli astrofili ed astronomi dicono che la precessione invalida l'astrologia, lo fanno solo quelli che sono poco informati e che confondono le costellazioni con i segni zodiacali.

Non fate caso al punto 1, è già molto che questo astrofilo riconosca che la precessione non sballa i segni zodiacali.

lunedì 10 gennaio 2011

Prof. Luigi D'AMBRA Università degli Studi di Napoli Federico II

Università degli Studi di Napoli Federico II

Il prof. Luigi D'AMBRA della Università degli Studi di Napoli Federico II, è il professore di statistica che secondo quanto affermato da Ciro Discepolo avrebbe certificato le sue statistiche.

Credo che chiunque desideri accertare quale sia la verità dovrebbe rivolgersi direttamente a lui, e sentire dalla sua bocca come stanno effettivamente le cose.

Tempo fa gli scrissi una email, chiedendogli informazioni circa le statistiche di Ciro Discepolo. Il suo indirizzo email è facilmente rintracciabile sul web.

La sua risposta è stata, che ha effettivamente controllato le statistiche di Discepolo, ma che essendo passati da allora svariati anni, non ricordava nemmeno più quale fosse il soggetto della statistica.

Se i risultati di queste statistiche fossero stati realmente brillanti come Ciro Discepolo vorrebbe far credere, è possibile che il professore se ne sia completamente dimenticato?

Ciro Discepolo dice che le sue statistiche si collocano per importanza al secondo posto nel panorama mondiale delle statistiche astrologiche, subito dopo quelle di Michel Gauquelin, ed il professore che lo ha guidato in questa ricerca, non ricorda nemmeno se questa statistica riguardava l'ereditarietà astrale, la compatibilità matrimoniale o chissà cosa?

Personalmente non sento il bisogno di contattarlo nuovamente, sono soddisfatto della risposta che mi diede e di cui lo ringrazio, non mi occorre sapere altro.

Però per chi magari fosse ancora dubbioso e non sa a chi credere tra me e Ciro Discepolo, potrebbe essere una buona idea contattare il professore per chiedergli delle delucidazioni.

Visto che il professore ha poca memoria, qualcuno potrebbe chiedergli semplicemente se come sostengo, ciò che è scritto alla famosa pagina 35 del libro on line: "Osservazioni politematiche delle statistiche Discepolo/Miele" smentisce la significatività del risultato ottenuto in precedenza.

Ciro Discepolo indica da vent'anni nel professor Luigi D'AMBRA della Università Federico II di Napoli il controllore e certificatore della sua statistica astrologica sulla ereditarietà astrale.

Sarà vero che il professore ha confermato che i risultati e le conclusioni di Ciro Discepolo erano corretti?

Io dico di no, perchè è impossibile che un professore di statistica ritenga corretta la procedura che Discepolo descrive nel suo libro on line. Non era possibile confrontare il numero delle coppie trovato, con un numero di coppie generato in modo casuale in un unico tentativo.

Non pretendo di essere creduto sulla parola, e poi come mi è stato fatto notare da Al Rami, io sono sprovvisto dei titoli accademici che mi permetterebbero di "certificare" delle statistiche.

Chi ha dei dubbi, chieda chiarimenti direttamente al prof.Luigi D'AMBRA.

Il test è valido



In questo video Ciro Discepolo dice diverse cose sbagliate, ma anche qualcuna giusta.

Ad esempio tra le cose sbagliate direi che c'è sicuramente l'associazione tra il segno dell'Aquario e la sordità. Lui si dice sicuro che se facesse una statistica sull'incidenza della sordità tra le persone che hanno questo segno forte nelle loro carte del cielo, troverebbe una correlazione. Io direi che prima di fare delle affermazioni del genere, una statistica sarebbe il caso di farla sul serio.

Si la sordità ha a che fare con la chiusura o il non voler ascoltare gli altri, e per queste ragioni coinvolge Saturno che è il pianeta della introversione, ma non riguarda in modo particolare l'Aquario, che è un segno d'Aria, e che è il segno delle amicizie.

Saturno è il pianeta della vecchiaia, e quindi indica tutte le patologie che sono associate ad essa, una di queste è appunto la sordità. Certo, c'è pure chi sordo ci nasce, ma nella maggior parte dei casi, l'udito peggiora con l'avanzare dell'età.

Sono gli aspetti dissonanti di Mercurio e di Saturno che indicano la sordità.

Comunque la mia contestazione non riguarda tanto il fatto che lui associ la sordità a dei segni diversi da quelli a cui l'associo io, ma sul fatto che lui si dica sicuro, che facendo una statistica vedrebbe la sua ipotesi confermata.

Da dove gli vengono queste certezze?

Nel video parla anche dei professori di statistica da cui si sarebbe fatto aiutare, e che avrebbero controllato le sue statistiche, ma non c'è mai stata una "certificazione" delle sue statistiche, come vorrebbe invece far credere.

Ma veniamo alle cose giuste, nel video Discepolo dice che la massima parte delle contestazioni che riguardano l'utilizzo della statistica nell'astrologia sono infondate, e su questo ha ragione.

Lo stesso vale anche per un test come quello che vi ho appena proposto.

Il test non vuole verificare la capacità degli astrologi di stabilire se delle persone si amano e quanto si amano, perchè l'amore difficilmente si può misurare.

Il test riguarda il matrimonio, ossia un fatto oggettivo, perchè queste persone si sono sposate. I motivi per cui si sono sposate, ci interessano relativamente, se A ha sposato C, invece di D, questo è un fatto, non è un concetto astratto ed indefinibile come potrebbe essere l'amore.

Questo fa si che sia possibile conteggiare quanti Ariete sono sposati con dei Leoni, e verificare se questi segni si sposano più o meno di quella che dovrebbe essere la media.

Cosi' come nel test è possibile verificare se gli astrologi sono in grado di individuare le persone che sono sposate tra loro e quelle che non lo sono.

E' ovvio che non ci si possa aspettare che qualcuno indovini tutti gli accoppiamenti, perchè i temi di nascita sono solo una parte del gioco, il comportamento umano dipende anche da delle variabili non astrologiche, che vengono escluse dal test intenzionalmente.

Lo scopo del test è quello di verificare se gli astrologi avendo a disposizione solo i dati di nascita, riescono a ricostruire gli abbinamenti corretti, più di quanto sia possibile fare tirando ad indovinare.

Se ci riescono, questo dimostrerebbe la validità dell'astrologia, proprio perchè dal test sono state escluse tutte le altre variabili.
Il test non fornisce alcun indizio di tipo non-astrologico, per cui se l'astrologo ottiene un buon risultato, si può concludere che c'è riuscito proprio sulla base delle sue conoscenze astrologiche.

Il fatto è che gli scettici ci accusano proprio di questo.
Loro dicono che anche quando l'astrologia sembra funzionare, questo non vuol dire che l'astrologia funzioni sul serio, ma che questo apparente successo dipende da altre cose che con l'astrologia non c'entrano nulla.

domenica 9 gennaio 2011

Astro Quiz



Gli astrologi riescono veramente a ricavare delle informazioni dalle carte del cielo?

Ecco un semplice test per verificarlo.

Cliccando sui link qui sotto trovate le carte del cielo di cinque mariti e le carte del cielo delle rispettive mogli.

Le carte del cielo dei mariti sono denominate 1, 2, 3, 4, 5 cosi' come lo sono quelle delle mogli che però sono state mischiate.

Il test consiste nel provare ad attribuire a ciascun marito la moglie che ha effettivamente sposato.

Mariti           Mogli
Marito 1       Moglie ?
Marito 2       Moglie ?
Marito 3       Moglie ?
Marito 4       Moglie ?
Marito 5       Moglie ?

Inviatemi con una email (il mio indirizzo email lo trovate nel profilo) i numeri che credete andrebbero messi al posto dei cinque punti interrogativi.

Le mogli sono state mischiate usando un procedura RANDOM, per cui la soluzione giusta potrebbe essere una qualsiasi delle 120 permutazioni di cinque elementi:


12345 52341 15342 12543 12354 42315 52314 45312 42513 42351
14325 54321 15324 14523 14352 12435 52431 15432 12534 12453
32145 52143 35142 32541 32154 42135 52134 45132 42531 42153
34125 54123 35124 34521 34152 32415 52413 35412 32514 32451
13245 53241 15243 13542 13254 43215 53214 45213 43512 43251
14235 54231 15234 14532 14253 13425 53421 15423 13524 13452
21345 51342 25341 21543 21354 41325 51324 45321 41523 41352
24315 54312 25314 24513 24351 21435 51432 25431 21534 21453
31245 51243 35241 31542 31254 41235 51234 45231 41532 41253
34215 54213 35214 34512 34251 31425 51423 35421 31524 31452
23145 53142 25143 23541 23154 43125 53124 45123 43521 43152
24135 54132 25134 24531 24153 23415 53412 25413 23514 23451


Il test è rivolto sia agli astrologi professionisti che amatoriali, e anche alle persone che non sanno nulla di astrologia e che vogliono provare ad indovinare a caso.

Gli oroscopi sono stati disegnati secondo il metodo dell'astrologia occidentale e le case sono state determinate con il sistema Placido, comunque anche gli astrologi che utilizzano sistemi diversi possono partecipare perchè le date di nascita sono riportate sui grafici.

Tutte le nascite sono avvenute a Parigi, ed il regime orario è quello del meridiano di Greenwich (0).

ATTENZIONE NON SCRIVETE LE VOSTRE RISPOSTE SUL BLOG, ALTRIMENTI INFLUENZERESTE LE RISPOSTE DEGLI ALTRI.


NB: Il test è "amichevole", non sono mica del CICAP!

sabato 8 gennaio 2011

Truffa statistica



Al Rami mi accusa di aver usato un nickname che faceva pensare che fossi una donna.
E' vero ho usato questo nick nel forum di babysara, ma avevo delle buone ragioni per farlo e non c'è nessun motivo per cui dovrei vergognarmene.

Al Rami al contrario di motivi per cui dovrebbe vergognarsi ne ha parecchi. Cosa bisogna pensare di qualcuno che con un nickname fittizio parla bene di se stesso dicendo che Al Rami è tanta una brava persona, perchè io lo conosco ed ha un cuore d'oro?

E cosa bisogna pensare di uno che si sbaglia pure, e che posta un commento con l'account sbagliato, facendo in modo che tutti si accorgono del suo trucchetto?

Si può dire che è un coglione?

Ma veniamo alla mia vicenda, che inizia tempo fa sul blog di Ciro Discepolo.
Io mi ero accorto che la statistica di Ciro Discepolo sulle coppie sposate era palesemente sbagliata, e l'avevo fatto presente allo stesso Ciro Discepolo scrivendolo sul suo blog il 27 marzo 2009.

Lui su questo non ha risposto, ma ha risposto soltanto riguardo la statistica sulla ereditarietà astrale, dicendo che era stata certificata dai professori universitari, e questo è falso, perchè questa certificazione non si legge da nessuna parte.

Poi in data 8 aprile 2009 ho scritto nuovamente nel suo blog chiedendo chiarimenti su questa statistica sui matrimoni, non ricevendo nessuna risposta, ed è da questo momento che Ciro Discepolo decide di applicare la censura preventiva sul suo blog.

L'errore nella statistica sui matrimoni è evidente, mentre quelli nella statistica sulla ereditarietà astrale sono più difficili da capire, perchè bisognerebbe conteggiare tutte le coppie della statistica, cosi' come ho fatto io,
e questa non è una operazione che si possa fare manualmente, perchè i soggetti della statistica erano oltre 75.000, e per poterlo fare bisognerebbe avere delle conoscenze informatiche che non tutti hanno.

Non avendo mai ricevuto risposte in merito alla statistica sui matrimoni, ho fatto in modo che fosse lo stesso Al Rami a rivolgere a Ciro Discepolo le stesse domande che gli avevo rivolto io.

Per poterlo fare ho dovuto usare un nickname fittizio, altrimenti Al Rami non mi avrebbe risposto, perchè già in passato avevamo litigato. Lui ha letto le cose che gli ho spiegato e ha chiesto spiegazioni a Discepolo in merito alle statistiche. Ciro Discepolo però, ancora una volta ha evitato di rispondere, e allora ho deciso di chiedere nuovamente queste spiegazioni direttamente a Ciro Discepolo.

A questo punto Discepolo ha finalmente fatto una mezza ammissione che questa statistica sui matrimoni conteneva degli errori, aggiungendo però che questo non importa, perchè comunque questa statistica non aveva provato nulla.

In realtà lui delle conclusioni da questa statistica le aveva comunque tratte, ed è infatti convinto che le quadrature ed opposizioni siano favorevoli alla sinastria, più di quanto lo siano i sestili ed i trigoni.

La pagina di Discepolo che calcola la compatibilità di coppia, si basa proprio su queste conclusioni errate tratte dalla sua statistica sui matrimoni, ed attribuisce un punteggio positivo alle coppie che hanno aspetti di quadratura ed opposizione nelle loro sinastrie.

E comunque questa statistica mostra in che modo Ciro Discepolo fa le sue statistiche.

La cosa è molto semplice, l'ho spiegata più volte su questo blog, sul blog di babysara e altrove. C'erano circa 15.000 coppie sposate, e siccome Discepolo dice di considerare per la quadratura un orbita di 6 gradi, da questo possiamo capire subito quante dovrebbero essere le coppie in quadratura presenti nel database.

Se l'orbita per la quadratura è di 6 gradi, siccome ci sono sia le quadrature destre e sinistre, e siccome l'aspetto può precedere o seguire di 6 gradi l'aspetto esatto, ci sono 6 + 6 + 6 + 6 = 24 gradi utili per la quadratura, e ci aspettiamo quindi di trovare circa (24/360)*15000 coppie di coniugi, i cui Soli di nascita sono in quadratura, mentre Discepolo ne trova circa la metà, cosi' come fa anche per le coppie in sestile ed in trigono.

E' evidente che cosi' non poteva essere e che il software utilizzato da Discepolo conteneva degli errori, perchè non conteggiava bene le coppie in aspetto, omettendo di conteggiarne circa la metà.

La metà è tantissimo, non si può non accorgersene, eppure Discepolo è riuscito a non accorgersene per tantissimi anni, ed ha ammesso in parte di essersi sbagliato solo dopo che io l'ho costretto a farlo, facendo in modo che a rivolgergli le stesse domande che inutilmente gli avevo rivolto, fosse lo stesso Al Rami, il migliore dei suoi discepoli.

Io non parlo male dei miei colleghi, mi interesso di astrologia da tantissimo tempo, ma non mi sono mai occupato di indagare su ciò che fanno i miei colleghi o presunti tali. Ci sono moltissimi cartomanti che si fingono astrologi, cosi' come ci sono dei fattucchieri che dicono di fare gli oroscopi mentre in realtà tolgono il malocchio.

Non è che puoi metterti a denunciarli tutti, io mi sono sempre occupato del mio lavoro e non di quello che fanno gli altri.

Il caso di Discepolo è però diverso, perchè lui si atteggia a ricercatore statistico, lui vorrebbe far credere di essere uno scienziato in quanto autore di ricerche statistiche.

In questo caso non si può dire che io parlo male di Discepolo, perchè magari sono invidioso del suo successo, perchè se lui gioca a fare lo scienziato deve sottostare alle regole della scienza.

Non può dire di aver fatto una statistica se i dati di questa statistica non si possono leggere da nessuna parte, e non può risentirsi se qualcuno pretende di vedere queste statistiche e se scopre che ci sono degli errori che le invalidano.

Qui non c'è un litigio tra cartomanti di strada che si contendono i clienti, qui c'è un astrologo che dice di fare statistiche, ossia di fare scienza.

Preferivate forse che a sgamarlo fosse il CICAP?

Dovete ringraziare il cielo, che a criticare i lavori statistici di Discepolo sia un altro astrologo, perchè se fossero stati quelli del CICAP ad accorgersene per primi, avrebbero poi concluso che tutti gli astrologi sono cosi', e che siamo tutti dei truffatori o delle persone fuori di testa che scambiano lucciole per lanterne.

No, è Ciro Discepolo che deve risponde per le sue azioni, non possiamo pagare noi per i suoi errori e per i suoi imbrogli, tacere su questi suoi errori vorrebbe dire rendersi complice delle sue malefatte.

Le statistiche sono un valido sistema per dimostrare l'astrologia, ma anche per capire cosa c'è di buono e cosa c'è di sbagliato in essa.

Perchè voler credere che nascono più figli con l'ascendente uguale al segno del padre se questo non è vero, oppure perchè voler credere che quadrature ed opposizioni favoriscono la compatibilità di coppia se non è cosi'?

Qui non si tratta di giudicare l'astrologia nel suo complesso, si tratta di vedere quali sono le cose giuste e quali sono quelle sbagliate, e le statistiche sono un sistema valido per poterlo fare, ma certamente non le statistiche di Discepolo che sono solo una operazione pubblicitaria, per dare di se stesso l'impressione di essere un astrologo "scientifico".

venerdì 7 gennaio 2011

La AA è un forma di oroscopia?



Al Rami (guardastelle), sei un calunniatore ed un bugiardo, dove sono le offese di cui parli? Sul blog di Discepolo dici? Ma dove esattamente?

Certo io non striscio ai suoi piedi come fai invece tu, ma non l'ho mai insultato nel suo blog, perchè mi sono sempre limitato a fargli delle domande.

Le uniche offese che ci sono state, sono quelle di Ciro Discepolo nei miei confronti.

Mi interesso di statistiche astrologiche e mi sembrava normale chiedere delle informazioni a Discepolo, che asseriva di aver compiuto una statistica che aveva avuto un esito positivo.

Invece solo il fatto che gli ponessi delle domande lo irritava, ed è stato lui che mi ha insultato pesantemente, definendomi un astrologo fallito, un invidioso che vorrebbe fare i gol come Maradona, un malato mentale convinto di saperne di più dei professori di statistica ecc.ecc..

C'è stato qualcuno che in quei giorni lo aveva apostrofato in modo poco simpatico, ma non ero io.

Ciro Discepolo in quella occasione, ha preso la palla al balzo, per mettere la censura al suo blog, perchè l'argomento statistiche non vuole approfondirlo, e la censura l'ha messa proprio per impedirmi di parlare.

Solo successivamente, quando aveva già applicato la censura al suo sito, gli ho scritto un post che non è mai apparso sul suo blog, in cui gli ho detto ciò che pensavo di lui.

Lui sa benissimo che le sue statistiche sono fasulle, forse non lo sapeva all'inizio, ossia 20 anni fa quando fece la sua prima statistica, con le date di nascita dei primi 8000 soggetti ottenuti da Michel Gauquelin.

Ma oggi, volete che non lo sappia?

Certo, lui vuole continuare a vantarsi, vuole continuare a dire che le sue statistiche si collocano per importanza al secondo posto, immediatamente dopo quelle di Michel Gauquelin.

D'altra parte è comprensibile, perchè se diventa di dominio pubblico che le sue statistiche sono una truffa, crolla anche la sua credibilità su tutto il resto.
Credibilità, che ha comunque già perso da tempo, perchè ovunque sento parlar male di lui tra gli astrologi.

Come ho spiegato in un post precedente, gli errori che ha commesso nella statistica, non sono classificabili come errori matematici.

Lui trova un certo numero di coppie figli-padri, poi genera 100 serie di coppie fittizie, e si accorge che se confronta il numero reale con i due risultati più bassi, il valore trovato risulta essere alto, mentre non è cosi' se lo confronta con i restanti 98 valori ottenuti in modo casuale.

Perchè decide che il confronto da prendere in considerazione è proprio quello con i due valori più bassi tra i 100 valori casuali?

Ma si può essere poco obiettivi fino a questo punto?

Non si tratta di non conoscere la matematica, credo che il suo sia un vero e proprio malfunzionamento cognitivo.

Avete letto sul suo blog, che ha messo in relazione i miei attacchi contro la sua astrologia, con gli interventi della sua compagna sul blog? Ha una abilità tutta sua di trovare delle correlazioni inesistenti tra delle cose che non c'entrano nulla.

Tutti possiamo fare delle valutazioni errate, e chi più chi meno, corriamo tutti il rischio di fissarci su qualche idea sbagliata, ma ci vuole una mancanza di obiettività assoluta per prendere per buoni gli unici due risultati che confermano la nostra idea preconcetta, e rifiutare i 98 risultati che la smentiscono.

Scusatemi se ritorno su questo punto, ma secondo me è essenziale per comprendere il modus operandi di Discepolo.

Se ha dimostrato questa assoluta incapacità di giudizio, di fronte a dei dati oggettivi, come solo dei numeri possono esserlo, come si fa a pensare che possa essere capace di capire se un Marte in prima porta iella oppure no?

Ha fatto molti oroscopi, ha esperienza? Ma a che serve l'esperienza se non si ha un cervello in grado di elaborarla?

Io non capisco come mai molti credono di poter avere dei suggerimenti da lui.

E' forse più intelligente degli altri astrologi? Non mi sembra proprio.

Perchè lui dovrebbe sapere più cose di astrologia di Giulia, di Morgana o di chiunque altro?

Le capacità di un astrologo si misurano forse con l'anzianità di servizio?

Lui è molto bravo nell'autopromuoversi, dobbiamo credergli perchè dice le cose con molta convinzione?

Non si può negare che Discepolo abbia delle capacità dialettiche, ma che cosa c'entra questo con l'astrologia? Nulla, a meno che non si creda che l'astrologia sia l'arte di raggirare il prossimo con le parole.

I professori dell'università hanno "scorticato" le sue statistiche? Che bella immagine suggestiva, peccato che sia solo aria fritta, e che le sue statistiche siano palesemente errate.

Critica Wikipedia accusandola di censurare il sapere ed applica la censura preventiva al suo blog, dove possono comparire solo commenti positivi.

Provate a scrivere dei commenti appena un po' critici sul suo blog, e vedrete cosa succederà, o saranno completamente ignorati e non pubblicati, oppure scateneranno le sue ire.

Si contraddice come fa Al Rami, che il 15 novembre scorso, scriveva su un forum che voleva intraprendere una crociata contro gli oroscopari che fanno l'astrologia segno solare in TV, e il 27 dello stesso mese va a fare gli oroscopi segno-solari in TV sbagliando pure tutte le posizioni dei pianeti.

Lo so che a voi delle statistiche di Discepolo interessa poco, perchè siete maggiormente interessati alle previsioni e alle rivoluzioni solari, ma una cosa serve per comprendere l'altra, perchè l'autore è sempre lo stesso.

Ci sono delle importanti analogie tra le "scoperte" di Discepolo nelle statistiche e quelle nelle RS. Nelle statistiche Discepolo asserisce di aver trovato una regola molto semplice, i figli nascono con l'ascendente uguale al segno del padre, cosi' come semplici e schematiche sono le regole dell'astrologia attiva, i pianeti malefici, Marte e Saturno non vanno messi nelle case negative.

In realtà nell'astrologia che conosco io non c'è nulla di semplice o di schematico, e ad esempio trovo impossibile dare una interpretazione di una singola configurazione astrologica, che significa ad esempio avere Marte in Gemelli?

Marte in Gemelli non significa nulla, perchè bisogna vederlo nell'insieme del tema natale e nemmeno questo è sufficiente, perchè bisogna anche conoscere la persona che lo ha nella sua carta del cielo, e solo allora si incomincia a delineare il significato di questo Marte in Gemelli.

So invece perfettamente cosa significa il Marte in Gemelli in opposizione al Sole in Sagittario nell'oroscopo di Al Rami, che ha pure Mercurio leso da Giove e da Plutone.

Morgana ha definito l'astrologia di Discepolo una astrologia da fast-food, con delle rivoluzioni mirate fatte in serie buone per tutti, perchè basta piazzare un Giove in decima o una Venere in quinta ed il gioco è fatto.

Ma che cos'è questo tipo di astrologia se non un'altra forma di oroscopia dove al posto del segno solare, c'è il transito del Sole sul Sole che diventa l'unico elemento importante, anche se avviene una sola volta in un anno, mentre i pianeti non si fermano mai, ed il cielo muta constantemente giorno dopo giorno?

Chi ha bisogno di regole semplici non dovrebbe occuparsi di astrologia, perchè l'astrologia non si lascia incasellare, e non ammette semplificazioni.

domenica 2 gennaio 2011

Il divorzio di Berlusconi



Il 31 gennaio 2007, inviò al quotidiano la Repubblica una lettera nella quale richiedeva al marito pubbliche scuse per le frasi galanti rivolte da quest'ultimo ad alcune signore presenti alla cerimonia dei Telegatti, tenutasi qualche giorno prima. Veronica Lario ricevette le scuse del marito, nel pomeriggio dello stesso giorno, attraverso un'altra lettera pubblica. L'episodio ebbe grande eco sui media italiani e internazionali.

Il 3 ottobre 2007 riceve gli elogi pubblici del candidato alle primarie del Partito Democratico Walter Veltroni che, nel lodarne le doti di indipendenza e di curiosità intellettuale, auspicava di averla nella sua squadra.

Il 28 aprile 2009, con una e-mail in risposta ad alcune domande sul dibattito aperto dalla Fondazione Farefuturo, stigmatizzò duramente le belle donne candidate nel PdL, anche criticando il comportamento del marito, reo di aver partecipato in una discoteca napoletana alla festa per i diciotto anni di Noemi Letizia, una ragazza di Casoria.

Dopo le nuove esternazioni ai giornali sulla sua vita coniugale, proprio nel mezzo della campagna elettorale per le europee, l'opportunità del comportamento di Veronica Lario venne fortemente criticato da più parti. Fra tutti, l'intervento che suscitò maggior scalpore fu quello contenuto nell'editoriale di Vittorio Feltri, pubblicato sul quotidiano Libero del giorno successivo. Feltri definì la Lario "una donna stravagante, forse eccentrica" che "sicuramente è pericolosa per Berlusconi, capo del più grande partito italiano, impegnato nella campagna elettorale europea, e presidente del Consiglio. Un uomo cioè chiamato a responsabilità da cui non può essere distratto dai capricci rumorosi della moglie".

Oltre alle considerazioni sull'opportunità politica delle esternazioni, l'editoriale di Feltri è accompagnato da alcune foto di scena a seno nudo della Lario, risalenti a più di 20 anni prima, e critica pesantemente la sua coerenza morale, ironicamente descrivendola come una "velina ingrata" che dimentica le proprie origini, assai comuni alle donne da lei messe sotto accusa e pregiudizialmente definite "ciarpame senza pudore".

« Un pregiudizio che madame non dovrebbe avere perché lei stessa proviene dal mondo dello spettacolo, e memorabili sono le sue esibizioni a torace nudo sul palcoscenico del teatro Manzoni (Milano) dove Silvio la conobbe, innamorandosene. »
(Vittorio Feltri, Veronica velina ingrata, editoriale su Libero, 30 aprile 2009)

Il 3 maggio 2009 i maggiori quotidiani nazionali riportarono la notizia della richiesta di separazione avanzata da Veronica Lario e confermata dalla stessa tramite una dichiarazione rilasciata all'agenzia ANSA.

Tratto da Wikipedia

Dal 31 gennaio 2007 qualsiasi persona di buon senso avrebbe potuto intuire che nel matrimonio di Berlusconi c'erano dei problemi seri che avrebbero potuto portare ad un divorzio.

La previsione di Al Rami è del settembre 2008 quando era ormai di pubblico dominio che la coppia era in crisi, e non occorreva certo un astrologo per prevedere che questa crisi sarebbe sfociata in un divorzio.

E' facile fare delle previsioni a posteriori, cosi' come fanno gli allievi di Ciro Discepolo.