giovedì 30 dicembre 2010

Lo zodiaco tropico



Sul suo blog, Ciro Discepolo scrive, che le analogie esistenti tra il ciclo stagionale dell'emisfero nord ed il significato astrologico dei segni zodiacali sarebbero dovute ad una coincidenza fortuita.

Mi sembra strano che sia proprio un astrologo a parlare di coincidenze fortuite, perchè il lavoro degli astrologi consiste invece proprio nell'attribuire un significato a degli eventi che si producono nello stesso tempo, anche se non si riesce a comprendere la relazione causale che li lega. Molti astrologi pensano che le corrispondenze tra le posizioni dei pianeti e vicende terrestri non si basino su un rapporto di causa-effetto, ma su una legge di sincronicità acausale. Non ritengo che la cosa sia possibile, anche se la relazione di causa-effetto è talmente indecifrabile, che è facile capire perchè molti astrologi ritengono che si tratti di un fenomeno di sincronicità acausale.

Le analogie tra il clima nella zona temperata dell'emisfero nord ed il significato astrologico dei segni astrologici, sono troppe per poter credere che siano dovute ad una mera coincidenza, o che siano il risultato di una selezione arbitraria operata dagli astrologi, tra tutti i possibili significati astrologici dei segni zodiacali.

Nel post precedente credo di aver ben spiegato che non possono essere le condizioni climatiche alla base del funzionamento dell'astrologia, resta comunque il fatto, che per delle ragioni che non so spiegarmi, i segni zodiacali sembrano corrispondere molto meglio a ciò che avviene in questa parte del mondo rispetto a ciò che accade nell'altro emisfero.

Il fatto che a novembre, durante il segno dello Scorpione, le strade si riempino di foglie morte, e che il segno dello Scorpione sia associato appunto alla morte, mi sembra qualcosa di più di una semplice coincidenza.

Anche se ignoro le ragioni per cui l'astrologia sembra avere una maggiore corrispondenza con le condizioni climatiche dell'emisfero nord, il fatto di non conoscere queste ragioni, non mi pare un buon motivo per negare che questo avvenga.

Noi non sappiamo come faccia l'astrologia a funzionare, e sono convinto che una spiegazione del suo meccanismo, non ci sarà mai. So benissimo che fare questo genere di previsioni, è molto pericoloso, e che c'è una lista interminabile di "profeti" che sono stati smentiti, sarei comunque pronto a scommettere, che la scienza non sarà mai in grado di spiegare l'astrologia.

Il mistero alla base dell'astrologia, è fuori della portata della scienza, ed è questa la ragione principale per cui essa viene negata dai suoi rappresentanti, gli scienziati non riescono ad immaginare come potrebbe funzionare, ed io come astrologo riesco ad immaginarlo molto meno di loro.

L'unica cosa di cui sono certo è che l'astrologia non potrebbe non funzionare, perchè le forme di vita che sono nate sulla Terra sono una conseguenza del sistema solare, e quindi non si possono ritenere separate da esso.

mercoledì 29 dicembre 2010

L'effetto astrologico non dipende dalle stagioni



La posizione del Sole e dei pianeti nello zodiaco è un fenomeno globale, non essendo legato alla posizione in cui si trova l'osservatore. Se cosi' non fosse, una persona nata il 25 dicembre dovrebbe essere un Capricorno, se nata nell'emisfero nord, ed un Cancro, se nata nell'emisfero sud. Gli astrologi che vivono e lavorano nell'emisfero sud attribuiscono ai vari segni zodiacali, le stesse caratteristiche che gli attribuiamo noi, che viviamo nell'emisfero nord.
Per cui, l'altezza raggiunta dal Sole sull'orizzonte nelle diverse località pur essendo la causa delle variazioni climatiche, non è la causa dell'effetto astrologico, che deve necessariamente dipendere da qualche altra cosa.

C'è un'altra cosa che agisce in maniera globale e che non è legata alla posizione geografica in cui ci si trova, ed è il magnetismo terrestre. L'ago di una bussola punta sempre in direzione del nord magnetico, in qualsiasi posizione ci si trovi.

Pertanto ritengo molto probabile che l'astrologia funzioni grazie al magnetismo terrestre, perchè ciò che conta è la posizione del Sole, della Luna e dei pianeti, relativamente ad un polo e non rispetto ad entrambi.

Le variazioni delle ore di luce, e/o della temperatura del giorno in cui si nasce, sebbene potrebbero avere degli influssi di qualche tipo, non possono essere ciò che determina l'influsso astrologico.

giovedì 23 dicembre 2010

Paris 12 - I dettagli della mia statistica

PARIS 12


Nel file PARIS 12, si trovano i dati di nascita di 8218 soggetti appartenenti a 2731 famiglie, che erano stati raccolti da Michel Gauquelin presso l'ufficio anagrafe di Parigi e che sono serviti a Ciro Discepolo per elaborare la prima delle sue statistiche inerenti l'ereditarietà astrale, ossia quella che descrive nel suo libro on line, "Osservazioni politematiche sulle statistiche Discepolo/Miele".

Cliccando sul link, si accede alla pagina che contiene la mia elaborazione di questi dati. La pagina è piuttosto pesante, e con la ADSL ci vuole quasi un minuto per caricarla.

Per ciascuno degli 8218 soggetti viene calcolato il tema di nascita, ed è possibile visualizzare ciascun tema natale, cliccando su Num.G, ossia sul numero d'ordine fornito da Gauquelin. E' stato necessario affiancare un'altra numerazione a quella di Gauquelin, perchè mancano alcuni dati nel file originale.

I file originali di PARIS 12 e di tutti gli altri file utilizzati nella statistica sono reperibili sul sito dell'astrologo francese il dr. Patrice Guinard, ed appartengono tutti all' ARCHIVIO GAUQUELIN.

Nell'immagine qui sopra ho copiato i dati delle prime due famiglie presenti in questo file, cliccandoci sopra si ingrandisce un po'.

Per ciascun soggetto viene indicato il numero d'ordine secondo la mia numerazione e quella di Gauquelin, poi viene indicato il ruolo all'interno della famiglia:

F: indica i padri (Father)
M: indica le madri (Mother)
S: indica i figli maschi (Son)
D: indica le figlie femmine (Daughter)

Viene poi indicato con un numero da 1 a 12 il segno in cui si trovano le stesse variabili studiate da Ciro Discepolo nella sua statistica che nell'ordine sono:

Segno Solare
Segno Lunare
Segno Ascendente
Casa del Sole
Casa della Luna


Per cui il primo soggetto della lista è un padre (F), che ha il Sole in Cancro (4), la Luna in Leone (5), l'ascendente in Cancro (4), il Sole in casa 12 (12), e la Luna in casa 2 (2).

Il secondo soggetto della lista è una madre (M), che ha il Sole in Ariete (1), la Luna in Leone (5), l'ascendente in Gemelli (3), il Sole in casa 11 (11), e la Luna in casa 3 (3).

Il terzo soggetto della lista è un figlio maschio (S), che ha il Sole in Leone (5), la Luna in Aquario (11), l'ascendente in Cancro (4), il Sole in casa 2 (2), e la Luna in casa 9 (9).

E' quindi possibile per ciascun oroscopo, verificare che i dati sono proprio quelli, cliccando semplicemente sul Num.G, e controllando l'oroscopo relativo.
Nella mia pagina viene indicato anche la Latitudine e Longitudine del luogo di nascita, e la Time Zone (TZ) riferita a quella data di nascita, cosi' come viene indicata nel file originale di Gauquelin, anch'esso riportato nella pagina.

Tutto questo per dare la massima trasparenza alla mia statistica, che a differenza di quella di Ciro Discepolo non è rinchiusa in un cassetto, ma è pubblicata su internet, in modo che possa essere controllata da chiunque desideri farlo.

Bisogna dire che la mia statistica è più complessa di quella di Ciro Discepolo, perchè non mi sono limitato a considerare i soli casi di identità, come aveva fatto lui, ma ho considerato tutte le combinazioni possibili tra i segni dei figli e quelli dei genitori.

Ad esempio, gli astrologi credono che la quinta casa sia la casa dei figli, e quindi mi è sembrato opportuno andare a verificare se un padre ascendente Ariete avesse più spesso della media un figlio Sole in Leone, ascendente Leone, Luna in Leone ecc.ecc..

Nella parte finale della pagina vengono quindi riportate le tabelle relative a tutte le combinazioni possibili dei segni dei figli, relativamente alle 5 variabili considerate, con i segni dei padri, e quelli delle madri.

Tra queste 150 tabelle, ce ne sono 3 che riguardano la combinazione degli ascendenti dei figli con i segni solari dei padri.

Per ciascuna delle 50 variabili analizzate, vengono riportate 3 tabelle.

La prima tabella riporta i risultati trovati, la seconda tabella calcola i risultati previsti, e la terza tabella riordina i dati in modo diverso, in modo tale che in ciascuna colonna, ci siano i dati rapportati ai segni dei figli.

Coppie Trovate


Questa tabella mostra tutte le 12x12 combinazioni degli ascendenti dei figli con il segno solare dei padri. I numeri da 1 a 12 rappresentano i segni zodiacali.

Per cui leggiamo che tra i 98 figli con l'ascendente Ariete (1) ce ne sono 10 che hanno un padre con il Sole in Ariete (1), 9 con un padre con il Sole in Toro (2), 6 con il padre con il Sole in Gemelli (3) e cosi' via.

Secondo Ciro Discepolo, il numero delle coppie figli/padri, con l'ascendente/segno uguale, ossia le coppie che si trovano sulla diagonale centrale, evidenziata in giallo, dovrebbero essere più del previsto, in modo significativo.

Contiamo quante sono.

Coppie_Trovate= 10 + 20 + 17 + 29 + 17 + 31 + 25 + 18 + 25 + 18 + 15 + 9;

Coppie_Trovate= 234

I valori previsti non si calcolano facendo ricorso a dei numeri random, ma si calcolano da una semplice formula:

Coppie_Previste(x,y)= colonna(x) * riga(y) / totale

Per cui se vogliamo sapere quale è il numero di coppie previsto per la combinazione padre segno Leone (5), figlio ascendente Vergine (6) abbiamo:

Coppie_Previste(5,6)= colonna(5) * riga(6) / totale

Coppie_Previste(5,6)= 238 * 320 / 2739 = 27,805

Coppie Previste

La tavola qui sopra mostra i valori previsti per le 144 combinazioni dell'ascendente dei figli con il segno solare dei padri, arrotondati all'intero più vicino.
Ad esempio, per le coppia padre (Leone)/figlio (Vergine) che avevamo calcolato essere 27,805 viene riportato 28. Il programma tiene comunque conto anche dei decimali, sebbene non vengano mostrati.

A questo punto potremmo contare i valori previsti contenuti nella diagonale centrale evidenziata in giallo, ma preferiamo prima trasformare questa diagonale in una colonna, cosi come facciamo per tutte le diagonali, ed otteniamo quindi una terza ed ultima tabella:

Coppie Trovate Finale


Alla base di questa tabella, per ciascuna colonna vengono riportati, i valori trovati, i valori previsti, la differenza tra i valori trovati e quelli previsti, e la variazione percentuale.

La colonna che ci interessa in particolare è la prima colonna, evidenziata in giallo, dove ci sono i valori trovati per le coppie figli/padri dello stesso ascendente/segno.

Alla base di questa colonna leggiamo:

Coppie_Trovate = 234
Coppie_Previste = 223
Trovate - Previste = 11
Differenza in Percentuale= 5%


Le coppie trovate risultano essere leggermente di più del previsto, perchè invece di 223, ne sono state trovate 234, ossia 11 in più, ma non si tratta di una differenza statisticamente significativa.

Con questi numeri si possono verificare delle deviazioni dal valore atteso molto maggiori, per puro caso. Piuttosto che entrare nel dettaglio del calcolo del chi-quadro, preferisco che osservate i valori riportati per le altre colonne.

Ci sono altre 5 colonne che hanno delle variazioni percentuali in valore assoluto pari al 5% o maggiori, per cui è ovvio che quelle 11 coppie in più che si vedono sulla colonna gialla, sono una semplice fluttuazione casuale.

Analizzando i dati della statistica completa con oltre 80.000 date di nascita, per il tipo di coppie di cui stiamo parlando il risultato diviene negativo, ma sempre in modo non significativo, per cui non esiste alcuna correlazione tra l'ascendente dei figli ed il segno solare dei padri.



In questa ultima immagine c'è il dettaglio delle variazioni tra il numero di coppie nelle 12 colonne. Ricordo che nella prima colonna, la colonna +0 ci sono le coppie figli padri dove la differenza tra il segno del padre e quello del figlio è zero, perchè sono dello stesso segno, nella colonna +1 ci sono invece le coppie dove la differenza tra i segni è di una unità, ad esempio nel caso di un figlio ascendente Toro con un padre Sole in Gemelli ecc..

Le differenze sono:

11, -2, 13, -1, -3, 11, -16, -9, -6, 18, -3, -14

La differenza riscontrata sulla prima colonna, che cosa ha di diverso dalle differenze riscontrate sulle altre colonne?

NULLA.

Astromauh
www.astrionline.com
www.astrionline.it
www.ephemeris.eu

Paris 12



PARIS 12


mercoledì 22 dicembre 2010

Pubblicità ingannevole



Da 05:24 a 06:13
Diverse sono le ricerche che portano il suo nome, da quelle condotte sugli schizofrenici e sulle epatopatie, alla indagine compiuta su oltre 30.000 coppie, ma la ricerca più importante, che lo impegna per diversi anni, è quella attraverso la quale dimostra, su un campione di ben 75.000 casi, che esiste una correlazione astrale, tra i componenti di un sistema familiare. La ricerca che condusse insieme a Luigi Miele sulle eredità astrali, è l'unica ricerca che può essere confrontata, per quantità di casi esaminati e per il rigore scientifico con cui è stata condotta, a quella delle dominanze planetarie dei coniugi Gauquelin, la più importante ricerca realizzata in ambito astrologico.



Il fatto che Ciro Discepolo dica di aver compiuto una ricerca che dimostra qualcosa, ma che si rifiuti di mostrarla, già dice tutto su chi sia Ciro Discepolo.

lunedì 20 dicembre 2010

Lo stellium in undicesima porta iella a chi ci crede



Michele scrive:
Guarda Astromauh, io probabilmente con la matematica non vado d'accordo,fortunatamente non sono proprio uno stupido e con la tua ulteriore spiegazione ho capito il tuo punto di vista.
Tuttavia io continuo a non saperne abbastanza di statistica per esprimere valutazioni in merito ma ti cito un passo, che tu non citi mai, facendo riferimento solo ala famigerata pag. 35 delle "osservazioni politematiche..."



Non credo che tu abbia capito Michele, perchè se tu avessi capito non parleresti di punti di vista. Il mio non è un punto di vista, il metodo con cui Ciro Discepolo trova il valore atteso nella statistica è oggettivamente errato.

Ti faccio un altro esempio:
Prendi due mazzi di carte, mischia entrambi i mazzi ed accoppia a ciascuna carta del mazzo A una carta del mazzo B.
Conta quante volte trovi delle coppie uguali, ad esempio: asso-asso, cinque-cinque, re-re.

Prendi le carte del mazzo B, mischiale nuovamente e metti una carta accanto ad ogni carta del mazzo A.
Conta nuovamente quante volte trovi delle coppie uguali.

Secondo Ciro Discepolo, il numero ottenuto con il secondo conteggio, può servire da valore previsto, ma non è assolutamente cosi'. Non può essere cosi' perchè è un numero che cambia ogni volta che rimischi le carte, ed è un po' come pretendere di misurare la grandezza di un mobile, avendo a disposizione un metro, che a volte è di 80 cm, altre volte di 125 cm. e altre volte ancora di 115 cm..

Cosa scrive Discepolo in questa famigerata pagina 35?

Dice che ha preso il risultato che aveva trovato nel file paris12 e che lo ha confrontato con 100 risultati casuali. Di questi 100 confronti con i risultati casuali 2 hanno mostrato una certa significatività e 98 no.

Una persona intelligente dovrebbe chiedersi, perchè Ciro Discepolo decide di prendere per buono il risultato indicato dai 2 confronti che sembrano significativi, e perchè decide di ignorare i 98 confronti risultati non-significativi.


I 100 valori fittizi ottenuti casualmente per le coppie uguali, hanno tutti pari valore, perchè sono stati trovati tutti con lo stesso metodo, ossia casualmente (mischiando i segni dei padri), e non è che i risultati di 2 valori fittizi siano migliori o più attendibili dei risultati dei restanti 98.

"Obiettività e la professionalità nell’impostare ed effettuare la ricerca."

Ma roba da matti!

Cosa c'è di meno obiettivo che scegliere i due metri più corti, tra 100 metri di varia lunghezza, per misurare il risultato trovato e quindi concludere che si trattava di un risultato grande?

Se non sbaglio Ciro Discepolo dice anche che uno stellium in undicesima nell'oroscopo di rivoluzione può indicare la morte. Come è giunto a questa conclusione, ha adottato gli stessi criteri che ha utilizzato per la statistica?

Trattandosi della stessa persona, credo proprio che abbia usato gli stessi criteri. Ciro Discepolo avrà notato che nell'oroscopo di rivoluzione di due suoi clienti c'era uno stellium in undicesima, e che uno dei due è morto, mentre all'altro è morto il padre, ed ha concluso che la casa 11 indica la morte, nonostante ci siano stati altri 98 clienti che non sono morti e che non hanno avuto morti in famiglia, nell'anno della rivoluzione solare in cui avevano uno stellium in undicesima.

La stessa faciloneria e negligenza che Ciro Discepolo ha usato nelle statistiche, è molto probabile che l'abbia usata anche quando non si trattava di statistiche vere e proprie.

Ciro Discepolo asserisce che le sue regole di Astrologia Attiva sono il vangelo o che poco ci manca, perchè sarebbero state confermate da migliaia di osservazioni.
Discepolo mette la stessa enfasi, sia nel magnificare la veridicità delle sue regole di Astrologia Attiva, sia nel magnificare le leggi di ereditarietà astrale da lui trovate con la statistica.

Nelle statistiche non c'è nulla, perchè dovrebbe esserci qualcosa nel resto?

L'errore commesso da Discepolo non è un errore prettamente matematico, ossia non è imputabile ad una scarsa conoscenza della matematica.

Il suo errore mostra una assoluta mancanza di comune buon senso, oltre all' incapacità di poter ammettere i propri errori, e quindi di potersi correggere.

Tu Michele vorresti sapere come mi chiamo, mentre io vorrei sapere come mai tu affidi la tua vita a delle regole trovate da qualcuno che dopo aver sottoposto a 100 test un risultato, ed avendo ricevuto 98 risultati negativi e 2 positivi decide che il risultato che conta è quello dei 2 test positivi.

Se 98 casi dicono lo stellium in undicesima è indifferente alla morte, e 2 casi dicono che forse potrebbe entrarci qualcosa, tu concluderesti che lo stellium in undicesima è un indicatore di morte, e che porta iella?

sabato 18 dicembre 2010

Ciro Discepolo su Astrologia e Ereditarietà Astrale (seconda parte)




Ipotesi di partenza:
I figli nascono molto più della media con l'ascendente uguale al segno di uno dei due genitori.


L'ipotesi di partenza prevede un confronto tra i figli che nascono con l'ascendente uguale al segno del padre e la media.

Quindi per poter stabilire se questa ipotesi è vera oppure no, abbiamo bisogno di conoscere, sia quanti sono i figli che nascono con l'ascendente uguale al segno del padre, sia quale dovrebbe essere la MEDIA.

Non ho motivi di dubitare che Ciro Discepolo abbia conteggiato correttamente il numero delle coppie figli-padri con l'ascendente-segno uguale. Ritengo che Ciro Discepolo sappia come calcolare l'ascendente ed il segno solare, quindi gli accordo una certa fiducia e penso che abbia svolto bene questa parte della statistica.

Resta però da chiarire come ha fatto a calcolare la MEDIA.

Lui la media non l'ha mai calcolata.


Ciro Discepolo compila correttamente una lista come questa:

Figli Padri

ariete-toro
gemelli-cancro
scorpione-gemelli
pesci-pesci
capricorno-cancro
vergine-sagittario
pesci-cancro
leone-gemelli
vergine-capricorno
toro-toro

Questa lista contiene 10 coppie di figli-padri, e di queste coppie ce ne sono 2 che hanno lo stesso segno ascendente (la coppia pesci-pesci e la coppia toro-toro).

Il valore trovato è 2.

Ma quale era il valore previsto?

Secondo Ciro Discepolo il valore previsto si calcola con una nuova lista ottenuta spostando l'ordine del segno dei padri,
crea quindi una lista come questa:

Figli Padri

ariete-gemelli
gemelli-cancro
scorpione-cancro
pesci-sagittario
capricorno-toro
vergine-capricorno
pesci-cancro
leone-gemelli
vergine-toro
toro-pesci

Sia i segni dei figli che quello dei padri sono gli stessi, solo che i padri non sono più nello stesso ordine in cui si trovavano nella lista originale, ma sono stati disposti in un ordine casuale.

Ciro Discepolo conteggia il numero delle coppie con lo stesso segno in questa nuova lista e ne trova 0.

Quindi conclude che siccome il numero trovato nella lista reale era 2, mentre quello trovato nella lista fittizia era 0, e siccome 2 è maggiore di 0, questo significa che la sua ipotesi è stata dimostrata.


E' sbagliato!

Se si vuole calcolare la media, non basta mescolare i padri una sola volta, ma bisogna farlo un certo numero di volte e calcolare la media dei risultati ottenuti.

Elementary, my dear Watson!

Ciro Discepolo su Astrologia e Ereditarietà Astrale



Michele e Gennaro, ho capito che voi con la matematica non andate proprio d'accordo, e va bene, allora lasciamo perdere la matematica.

In questo video Ciro Discepolo afferma di aver fatto una statistica su oltre 75.000 soggetti, e che le sue statistiche hanno ricevuto l'approvazione dell'istituto di statistica, cosi' come si può leggere su internet.

Però nel libro che si può leggere on line, non si parla di 75.000 soggetti, ma di circa 8.000 soggetti, la cosa non vi sembra perlomeno sospetta?

Credo che sappiate che in una statistica più grande è il campione, meglio è, lo ripete molto spesso anche Ciro Discepolo, che accusa i colleghi di basarsi su delle statistiche con qualche centinaio di casi, ma allora come mai lui che ha fatto una statistica basata su oltre 75.000 soggetti, dice che la dimostrazione del suo risultato si trova in un suo libro on line, in cui si parla di una statistica in cui i soggetti erano molto di meno?

Nel libro on line, non solo NON c'è la "certificazione" a cui allude Discepolo, perchè il professore Luigi D'Ambra si limita a tenere "una lezione di statistica" e non dice da nessuna parte che la statistica di Discepolo è corretta, ma il risultato trovato viene definito dallo stesso Discepolo "incoraggiante" e non definitivo, ed è lo stesso Ciro Discepolo che dice che saranno necessarie ulteriori statistiche, per confermarlo.

C'è una evidente contraddizione.

venerdì 17 dicembre 2010

Le statistiche di Ciro Discepolo




Michele, il signor Ciro Discepolo dice il falso, in questa ed in molte altre occasioni, io non gli ho mai chiesto delucidazioni sul metodo per domificare le carte del cielo a latitudini altissime, se ben ricordo tempo fai gli mandai un link di un documento di una università di Singapore in cui si discuteva dell'impossibilità di calcolare le case con il sistema Placido oltre i circoli polari artici. Quando gli mandai questo link, credevo che il signor Discepolo fosse in grado di comprendere queste cose, perchè anch'io per un certo tempo ho creduto che lui fosse un esperto.

Ciro Discepolo è l'ultima persona al mondo a cui chiedere spiegazioni inerenti la matematica, l'astronomia o le statistiche, perchè lui è assolutamente negato per queste cose.

A me sembra che siate in pochissimi ad aver compreso l'errore che Ciro Discepolo ha commesso nelle sue statistiche e di cui ci si può rendere conto dalla semplice lettura del suo libro on line "Osservazioni politematiche sulle statistiche Discepolo/Miele", alla pagina 35.

Ad esempio c'è un certo Al Rami allievo di Ciro Discepolo, che insiste nel chiedermi se le mie statistiche sono state controllate da qualche professore universitario di statistica.

Per confutare le statistiche di Discepolo, non è necessario rifarle, come io ho comunque fatto, e non sono necessari dei professori universitari, perchè è sufficiente aver superato l'esame di terza media.

Non si può calcolare il valore atteso per una certa variabile, utilizzando i risultati ottenuti in modo casuale in un'unica generazione di numeri random, cosi' come lui ha fatto.

Cliccando sul link, si può vedere un esempio basato sui numeri della roulette:

Roulette


Nella pagina vengono estratti 100 numeri della roulette, adoperando una funzione random, e viene conteggiata la frequenza di ognuno di essi.

La frequenza dei numeri varia da zero a sei, sette, otto e a volte nove volte, e se ad esempio su queste 100 estrazioni, il numero 3 risulta essere uscito zero volte, questo certamente non significa che il valore atteso per questo numero sia zero, cosi' come non è vero che se un numero esce per 7 volte, bisogna credere che il valore atteso per questo numero sia 7.

Eppure Ciro Discepolo è proprio questo che ha fatto, lui ha confrontato il numero trovato di coppie di figli e di padri con lo stesso ascendente/segno presenti nel file paris12 con il numero ricavato da un'unica generazione di coppie figli/padri fittizie, e questo non si può fare.

Come ho spiegato più volte, il numero di coppie previste andava calcolato senza ricorrere a dei numeri random, perchè come nel caso della roulette è possibile calcolarlo sulla base del numero di padri e di figli dei vari segni e ascendenti presenti nella statistica.

Questo non significa però che volendo non si possa calcolare il numero delle coppie attese anche utilizzando delle coppie fittizie generate in modo casuale rimescolando i figli con i padri presenti nella statistica, ma se si decide di seguire questa strada, bisogna fare la media risultante da un gran numero di tentativi, e non si può certo prendere come valore atteso il primo valore che capita.

Io uno dei suoi video Discepolo dice che le coppie di figli e di padri di cui parliamo risultavano essere superiori alla MEDIA, ma in realtà questa MEDIA, lui non l'ha mai calcolata, perchè è questo che si capisce leggendo il suo libro on line alla pagina 35.

Il fatto di prendere invece il primo numero che capita, cosi' come ha fatto lui, è una idiozia che non può essere stata certificata da nessun professore universitario.

Se il professore Luigi D'Ambra avesse fatto una cosa del genere, l'avrebbero cacciato dall'università, ma non perchè la statistica riguardava l'astrologia, ma semplicemente perchè si tratta di un errore che non commetterebbe nemmeno un ragazzino delle scuole medie.

giovedì 16 dicembre 2010

Astrologia Attiva

Astrologia Attiva
Se Ciro Discepolo definisce coloro che utilizzano Aladino dei "tossici", significa che si ritiene uno "spacciatore", e la cosa secondo me, non è poi cosi' lontana dal vero.

Anche sul mio sito www.astrionline.it è possibile calcolare le RSM, il servizio non costa 20 euro all'ora, ma è completamente GRATIS.

Io non credo nelle RS e tantomeno credo nelle RSM, però ritengo che sia possibile verificare qualsiasi cosa, ed è per questo che ho messo questo "servizio" sul mio sito.

Per poter calcolare le RSM bisogna per prima cosa calcolare l'oroscopo di nascita, poi bisogna cliccare sull'icona che raffigura una torta e selezionare l'anno per cui interessa la RS, come località si può anche lasciare Roma che appare di default.
Successivamente bisogna cliccare su un'icona a forma di Terra che si trova in basso a sinistra, e si può ricalcolare la carta del cielo di rivoluzione per qualsiasi località utilizzando l'interfaccia con Google-Earth.

Non ci sono ovviamente le interpretazioni, e non viene detto se una certa RSM è positiva o negativa, però nessuno vieta di applicare le famose 30 regole di Ciro Discepolo se si ritiene che siano valide.

sabato 11 dicembre 2010

Oroscopo in TV



Il quiz che vi avevo proposto non era poi cosi' interessante, è molto più interessante leggere cosa scriveva Al Rami, appena qualche giorno prima, di mettersi a fare gli oroscopi in TV,
a proposito di coloro che lo fanno.


astrologia? sì grazie. (di giuseppe al rami galeota)


C'è comunque anche qualcun altro che ha notato gli strafalcioni commessi da questo astrologo che si possono leggere qui:

Gli Astrologi in TV

.

giovedì 9 dicembre 2010

venerdì 3 dicembre 2010

domenica 3 ottobre 2010

ARCHIVES GAUQUELIN






Alcuni lettori mi hanno chiesto dove poter acquistare i libri originali di Michel&Françoise Gauquelin con i dati delle loro innumerevoli ricerche.

I dati si possono trovare sul sito del dr.Patrice Guinard:

ARCHIVES GAUQUELIN
(145,228 Birth Data)

giovedì 30 settembre 2010

Ciro Discepolo: Le nuove esilaranti "Supposte" di astrologia



Dal blog di Ciro Discepolo del 30 settembre 2010:

Ciro Discepolo – Astrologia e Scienza 16 – “Pillole” di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=T6Iux4pC7xs


Ciro Discepolo – Astrologia e Scienza 17 – “Pillole” di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=PlVAfoWG498


Ciro Discepolo – Astrologia e Scienza 18 – “Pillole” di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=3cHOQPYxOEo


Ciro Discepolo – Astrologia e Scienza 19 – “Pillole” di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=Eof9KP__-Yw


Non vale nemmeno la pena di commentare gli sproloqui di questo individuo che ritiene di essere uno dei tre maggiori ricercatori statistici di astrologia del mondo, per aver fatto una ricerca statistica che però sfortunatamente nessuno può leggere.



E' questo il professore Luigi D'Ambra che ha "certificato" la statistica di Ciro Discepolo? Credo che farebbe piacere a molti vedere un video in cui il professore Luigi D'Ambra confermi che la statistica di Ciro Discepolo è valida e che è la dimostrazione dell'esistenza di una legge di ereditarietà astrale.

martedì 28 settembre 2010

Ciro Discepolo: Cialtrone

Ciro Discepolo
Ciro Discepolo in questo video, al minuto 10:00, mi definisce un cialtrone.
Ci vuole poco a capire che sta parlando di me, perchè sono io l'unico che abbia avuto la faccia tosta, di dire che la sua statistica sull'ereditarietà astrale è sbagliata, cosi' come in effetti è.
In questo video ripete nuovamente che la mia statistica sarebbe sbagliata, mentre la sua sarebbe giusta, perchè io non avrei un database con i regimi orari mondiali e quindi avrei un software che sbaglia tutti i temi natali.
Quello che però Ciro Discepolo non dice, è che per elaborare i dati di questa statistica, non occorreva affatto un database con i regimi orari mondiali, perchè il lavoro di conversione degli orari locali, nel corrispondente Universal Time, era stato compiuto dallo stesso Michel Gauquelin.
I file che sono serviti a Ciro Discepolo per elaborare le sue statistiche gli erano stati forniti da Michel Gauquelin. Questi file sono oggi disponibili e si trovano sul sito di Patrice Guinard: Archives Gauquelin (145.228 birth data).
Tra i vari file c'è anche quello denominato Paris12.
Aprendo questo file contenente i dati di 8219 soggetti appartenenti a dei nuclei familiari, si legge che oltre all'ora ed al minuto di nascita vengono indicati anche i secondi.
Ad esempio il primo soggetto della lista, risulta essere un padre, nato a Parigi, il 24 giugno 1879, alle ore 5h:50m:40s
Come mai, vengono indicati anche i secondi?
In nessuna anagrafe del mondo oltre all'ora ed al minuto di nascita viene indicato anche il secondo in cui una persona è venuta al mondo.
Il motivo per cui compaiono anche i secondi è molto semplice, le ore di nascita presenti nei documenti anagrafici, erano già state convertite nel corrispondente Universal Time dallo stesso Michel Gauquelin.
Questa persona era nata il 24 giugno 1879 alle ore 6 a Parigi, e da questo orario Michel Gauquelin ha sottratto 9 minuti e 20 secondi, che è la longitudine oraria di Parigi, per ottenere l'orario corrispondente riferito al meridiano di Greenwich, Time Zone 0 (TZ=0).
Invece di accusare me di cialtronaggine, perchè Ciro Discepolo non tira fuori i suoi dati, in modo che tutti possano vedere come ha calcolato il tema natale di questa persona e dei restanti 8218 soggetti presenti nella lista?
Io l'ho fatto, ed è possibile visualizzare una ad una, tutte le 8219 carte del cielo erette per questi soggetti, in questa pagina.
C'è qualche carta del cielo sbagliata? Ci sono degli ascendenti calcolati male?
Ed in particolare quali sarebbero le carte del cielo sbagliate?
Ciro Discepolo, se lei non è un cialtrone, tiri fuori i suoi dati, in modo da confrontarli con i miei, e vediamo chi di noi due è un cialtrone.
Lui invece preferisce millantare certificazioni e sigilli che non possiede, e contemporaneamente insultare i suoi avversari.
Ciro Discepolo vorrebbe far credere che il suo libro on line "Osservazioni politematiche delle statistiche Discepolo/Miele", sia la dimostrazione di come le sue statistiche abbiano ricevuto un sigillo da parte della scienza.
In realtà, è proprio in questo libro on line che si legge come Ciro Discepolo smentisca se stesso, lo fa precisamente a pagina 35, nel momento in cui scrive che facendo in un secondo momento altri 100 confronti tra le coppie reali e quelle random, ha trovato 2 o 3 risultati significativi e 97 o 98 risultati non significativi.
Devo spiegarvelo meglio?
Non ci vuole mica una laurea in statistica per capirlo.
La significatività riscontrata non è mai esistita, perchè questi 100 confronti, non avrebbe dovuto farli in un secondo momento, ma avrebbe dovuto farli subito, anzi avrebbe dovuto fare un unico confronto tra i risultati reali e quelli ottenuti dalla media di 100 risultati random.
Lui non lo capisce, sono ormai passati 20 anni e continua a non capirlo, mentre si atteggia ad esperto di statistiche astrologiche, dispensando agli altri consigli sul come fare le statistiche, per non incorrere negli errori che solitamente fanno gli astrologi.
Ci vuole proprio una gran faccia tosta!
Astromauh

giovedì 2 settembre 2010

Dove sono le statistiche?






Domanda già posta, ma che forse è utile ripetere.


Signor Ciro Discepolo, ma le sue statistiche dove sono?


Come fa ad asserire di aver dimostrato qualcosa se non è in grado di mostrare questa dimostrazione?


Bisogna crederle sulla parola, altrimenti ci sfida a duello?

martedì 31 agosto 2010

Topo di fogna



Dal blog di Ciro Discepolo del 31 agosto 2010:

Signor Discepolo, la domanda che le è stata posta da Al Rami è rimasta senza risposta.

Al Rami le aveva chiesto come mai nella sua statistica sui matrimoni lei ha trovato che le coppie in quadratura erano 465 mentre sulla base di un semplice calcolo si può stabilire che le coppie in aspetto di quadratura sarebbero dovute essere circa 1021, ossia oltre il doppio di quelle da lei trovate.

Il motivo per cui le coppie dovrebbero essere circa 1021 è molto semplice.

Lei ha accordato alla quadratura un'orbita di 6 gradi.

Supponiamo che ci sia un marito che abbia il sole a 13°21' dell'Ariete, la moglie per avere il sole di nascita in quadratura, dovrebbe averlo compreso tra i 13°21' - 6° e i 13°21' +6° del segno del Cancro oppure tra 13°21' - 6° e i 13°21' +6° del segno del Capricorno.

Ci sono quindi 24 gradi utili per la quadratura (12 gradi nel Cancro e 12 gradi nel Capricorno).

Con qualsiasi posizione del Sole di nascita dei mariti, ci saranno sempre 24 gradi in cui trovandosi il Sole delle mogli forma una quadratura con il Sole di nascita dei mariti.

Siccome i gradi zodiacali sono 360, ci aspettiamo quindi che il numero delle coppie in quadratura dovrebbe essere circa 24/360 del totale delle coppie.


Coppie_Previste=(24/360) * 15.325

Coppie_Previste=1021


Ce lo spiega allora come mai lei ne ha trovate meno della metà?

Secondo me, si tratta di un errore grossolano, e non ci sono altre spiegazioni possibili.

Lei vuol dire qualcosa in merito?
Anonimo





Caro Ciro
Attento al cane, anzi al micio. Il post di Anonimo che critica le tue statistiche non fa che ripetere a pappagallo quello che un certo signore ha scritto nel suo blog, dove non parla di astrologia ma non fa altro che offenderti. Ultimamente sembrava scomparso, ma a quanto pare anche i gatti perdono il pelo ma non il vizio.
Lorenzowizard


Tranquillo, Lorenzowizard: quel ratto di fogna puzza talmente che si avverte il lezzo a un chilometro di distanza e ora puzza come una carogna perché forse è morto e non lo sa neanche. Comunque avevo capito benissimo chi era e leggerai più giù la mia risposta che avevo già scritto quando mi è giunta la tua segnalazione.
Ciro Discepolo

Per ANONIMO MOLTO ANONIMO. Qualche giorno fa l’amico Al Rami mi ha inviato una mitragliata di domande di argomento statistico. Ho risposto alla sua prima domanda e poi gli ho detto che risponderò alle altre in una serie di “pillole” dedicate, quando la scaletta dei miei prossimi impegni me lo permetterà.
Ora mi giunge la tua lettera che per lo “stile” (si fa per dire) e per la fattura mi fa pensare che sia il post di un astropet, anzi di quell’astropet.
Se è come penso, e la cosa sembrerebbe confermata dal fatto che di Anonimi Anonimi su questo blog non ce ne sono più, allora dovresti sapere che le uniche risposte che ti giungeranno da me, le riceverai attraverso una sentenza di tribunale penale di Napoli. Sarà mio impegno preciso dedicare anche le ultime energie, se potrò andare avanti per altri dieci anni almeno, onde farti ricevere la giusta punizione per il tuo squallido comportamento da topo di fogna che striscia e che non ha mai avuto il coraggio di firmarsi con nome, cognome e indirizzo, pur avendo cancellato il 95% di tutto quello scritto contro di me.
Ma oggi mi trovi magnanimo e ti risponderò perché la tua domanda, prima di essere vile e cattiva, è soprattutto molto scema.
Infatti io ho dichiarato, ieri e sempre, che la mia statistica sulle coppie diede esito negativo e valeva zero sul piano scientifico.
Avendo dichiarato ciò, che differenza farebbe se io, all’interno della stessa, avessi preso una svista (non mi sono andato a rileggere il mio lavoro originale)?
Dunque, torna pure nella fogna e stai molto attento perché vi è, in giro, una potentissima campagna di derattizzazione.
Ciro Discepolo




Un anonimo nota che :

(24/360)*15.325=1021
E che 1021 è molto diverso da 465 essendo più del doppio.

E' un reato domandarsi come mai Ciro Discepolo nella sua statistica dice di aver trovato 465 coppie con il Sole in quadratura, mentre nel database da cui le ha ricavate di coppie con il Sole in quadratura ce ne dovrebbero essere circa 1021?

E' una calunnia, un insulto?

Non mi sembra proprio, è una domanda tecnica rivolta all'autore di una statistica.

Se i gradi per la quadratura sono i 24/360 del cerchio zodiacale, ci aspettiamo che le coppie in quadratura siano i 24/360 del totale delle coppie.

Ciro Discepolo ne ha invece contate 465 che sono circa 12/360 del totale, non è legittimo domandare all'autore della statistica, il perchè di questa incongruenza?

Ciro Discepolo non risponde, o meglio risponde insultando come da copione.

Perchè lui pensa che (24/360) *15.325=1021 sia un insulto rivolto alla sua persona, e reagisce dicendo che si rivolgerà alla giustizia penale, nel mentre rivolge degli insulti pesantissimi contro di me.

Ciro Discepolo pensa che il fatto che qualcuno dica che (24/360)*15.325=1021 è diverso da 465, lo autorizza a definirmi un topo di fogna?

Oppure a calunniarmi asserendo che avrei cancellato il 95% dei post in cui scrivo sulle sue statistiche. Io non ho cancellato un bel niente, perchè non avrei nessun motivo per farlo, perchè mi sono sempre limitato a discutere di statistiche.

In questo suo ultimo post mi pare di leggere tra le righe una minaccia di morte, nemmeno tanto velata.

Tutto questo per aver scritto che (24/360)*15.325=1021 è diverso da 465?

Vergognati!

giovedì 20 maggio 2010

il campione random nella ricerca statistica applicata all'Astrologia



Naturalmente quello che dice Ciro Discepolo è tutto sbagliato, perchè questa statistica non richiedeva di utilizzare un campione random.

giovedì 28 gennaio 2010

Ereditarietà Astrale di Ciro Discepolo



Il signor Ciro Discepolo nato a Napoli 1l 17 luglio 1948 e residente a Napoli in via Gramsci 16 in data 28 gennaio 2010 scrive sul suo blog di non essere un bugiardo ed un buffone.

Prendo atto delle sue dichiarazioni.

Il signor Ciro Discepolo vorrebbe essere cosi' gentile da spiegare da cosa dipende l'apparente contraddizione contenuta tra le cose da lui scritte sul suo sito e sul suo blog?


Nel suo blog (21/04/09) ha scritto:
Per Al Rami. È una storia vecchia e l’ho scritta molte volte. Lo farò ancora una volta. Io e Luigi Miele lavorammo per anni e quando riuscimmo, con molte difficoltà, a ottenere una verifica del nostro lavoro da due importanti professori di statistica dell’Università, consegnammo loro tutto il nostro materiale, in originale.
I professori in oggetto dovettero lavorare mesi per realizzare, prima di tutto, un software in grado di leggere in automatico tutti i nostri file, e poi per applicare tutte le rigorosissime procedure di controllo/verifica del lavoro da noi portato a termine. Dopo di ciò pubblicarono una relazione, su carta intestata dell’Istituto di Statistica dell’Università di Napoli, in cui dichiararono, come chiunque può leggere, che il lavoro era OK, che non erano stati commessi errori in alcuna fase della ricerca (ipotesi di partenza, raccolta del campione, generazione veramente random del campione di controllo e via dicendo) e che i risultati erano altamente significativi dal punto di vista statistico.
In conseguenza di ciò, come abbiamo scritto più volte, ma lo ripetiamo per la centesima volta, detti professori, che ringrazio sempre per la loro apertura mentale e per la generosità con cui aiutarono dei ricercatori non appartenenti al Palazzo, furono perseguitati all’interno dell’Università e minacciati anche di licenziamento per avere “strizzato l’occhio all’astrologia”.
Per tale motivo noi non li abbiamo più disturbati e non ci siamo mai sognati di chiedere loro la restituzione dei nostri file e di tutto il materiale su cui avevamo lavorato.
La cosa non ci preme per i seguenti motivi:

- Negare la loro relazione significa negare la loro preparazione o, peggio, pensare che essi avessero interesse a favorirci con risultati falsi. A nostro avviso solo dei mentecatti potrebbero pensare ciò.
- Anche tutti gli originali dei coniugi Gauquelin, dopo essere stati vagliati da un importante professore di statistica della Sorbona che li trovò perfetti, furono e sono attaccati ogni giorno da tutti gli altri professori simpatizzanti del CICAP et similia per il semplice motivo che costoro, e anche gli astrologi invidiosi di non avere prodotto statistiche scientificamente valide, non riconosceranno mai tali lavori come probanti il funzionamento dell’astrologia.
- I grandi astrologi non hanno bisogno di esaminare quel materiale o gli altri materiali di Michel e di Françoise Gauquelin o di Didier Castille per il semplice motivo che la legge statistica dimostrata da me e da Luigi Miele era nell’ambito della ereditarietà astrale, conosciuta già da Keplero che la citò nel suo “De harmonice mundi”. I veri astrologi, e non quelli fasulli, la applicano tutti i giorni, come fa André Barbault che non manca di ripetermelo ogni volta che lo incontro, e come faccio anche io, quando desideriamo correggere un orario dubbio. Dunque, se qualcuno fosse distrutto dal dolore di non riuscire a leggere gli originali di quella ricerca, non ha da fare altro che replicare tale ricerca e, se non è un somaro, otterrà gli stessi risultati che abbiamo ottenuto noi o i Gauquelin sulle loro ricerche.

Pertanto, caro Al Rami, trovo assolutamente inutile disperarsi sulla questione e vorrei ricordarti che noi togliamo anche un Marte dalla dodicesima di RS senza ricevere, preventivamente, il viatico del CICAP o degli astromici e astrocani. Se tu pensi che il parere contrario dei nostri avversari possa essere un elemento di supplizio per te, forse è meglio che tu ti dedichi alla storia della seconda guerra d’indipendenza italiana, argomento sul quale credo ci sia quasi l’unanimità dei pareri.
Per quanto mi riguarda spero di non dover tornare mai più su tale questione perché vorrei utilizzare il mio tempo per nuove scoperte e non per ottenere altri viatici scientifici alle mie ricerche (dato che li possiedo già, con grande rammarico di molti)

Ciro Discepolo
.


Mentre nel suo sito scrive:
Questi ulteriori controlli furono poi fatti, dal prof. Luigi D'Ambra e dal dott. Francesco Mola, su tutte e tre le indagini qui citate ed in alcuni casi si ebbero dei risultati contraddittori. Vorremmo ripetere, però, che tutte e tre le indagini, processate secondo il metodo adottato dall'inizio, avevano dato risultati positivissimi e solo dopo centinaia e centinaia di controprove avevano rilevato dei risultati dubbi. Ci perdonino, allora, i due serissimi ricercatori, se noi - dal basso della nostra impreparazione statistica - ci permettiamo di avere questo dubbio: qualunque risultato statistico, anche il più valido in assoluto, sottoposto a centinaia di controprove, ne potrebbe dare una di segno opposto alle precedenti
...... ...... ......
Cosa possiamo concludere? Nulla se vogliamo attenerci alle regole della scienza che sono rigorosissime e che ci invitano ad ottenere altri continui risultati positivi alle nostre ricerche.
Ciro Discepolo






Il signor Ciro Discepolo mente quando scrive nel suo blog di aver dimostrato una legge di ereditarietà astrale e di aver ricevuto il viatico della scienza, oppure mente quando scrive nel suo sito di non avere ottenuto questo viatico?
Astromauh(Astromicio)

Dal blog di Ciro Discepolo II°




Dal Blog di Ciro Discepolo del 28 gennaio 2010

Un certo Astromauh continua a darmi del bugiardo e su di un portale pugliese, a proposito della denuncia penale che gli ho anticipato, mi dà del buffone asserendo che io non l’avrei mai presentata (anche di questo epiteto dovrà rispondere). Nel suo blog del 27 gennaio 2010 reitera la propria opinione secondo la quale io non avrei mai sporto denuncia e afferma che la dimostrazione starebbe nel fatto che egli non l’ha mai ricevuta.

Sì, perché egli pensa che avrebbe dovuto riceverla lui.

Non dovrei farlo, ma oggi mi sento generoso e siccome egli mi spinge in tale direzione, allora gli mostrerò la mia generosità nei suoi confronti, beccandomi una ramanzina dai miei avvocati, per dirgli che non si tratta di una denuncia, bensì di tre denunce di cui la prima porta la data di luglio scorso e dalla stessa trascrivo una piccola parte:

Io sottoscritto Ciro Discepolo, nato a Napoli il 17 luglio 1948, residente in Napoli viale Gramsci 16, cod, fis. DSC CRI 48L17 F839F, dichiaro di sporgere, come in effetti sporgo, formale denuncia-querela nei confronti del signor XXXXXXXX XXXXXX (conosciuto sulla rete Internet e sui blog con il nickname di Astromauh), domiciliato a Roma alla via xxxxxxx n° xx, responsabile dei reati consumati che la S.V. vorrà ravvisare nelle condotte denunciate per il quale si chiede espressamente la punizione penale ai sensi di legge e si riserva ogni ulteriore diritto, ivi compreso quello di costituirsi parte civile all’esito delle indagini preliminari.

... Espongo quanto segue… titolare e redattore di diversi siti Internet ovvero dei siti www.astrionline.com, www.astrionline.it e www.ephemeris.eu... Si identifica in Astromauh. Infatti, ad esempio il profilo http://www.blogger.com/profile/13238801083619456708 relativo ad Astromauh precedentemente si identificava in xxxxxxx e in diverse discussioni come xxxxxx xxxxxxxx. A questo indirizzo http://attivissimo.blogspot.com/2007/07/antibufala-locchio-di-dio.html l’utente xxxxxxx /Astromauh scrive: “La prova c’è, e sono io, XXXXXXXX XXXXXX, che l’ho trovata, mi resta soltanto da scriverla e pubblicarla sul mio sito: www.ephemeris.eu...

Seguono molte pagine di prove precise e circostanziate dell’azione di costui che, per mesi e mesi, giorno e notte, freneticamente, mi ha insultato, calunniato e diffamato innumerevoli volte, dimostrando che quella era la sua attività prevalente e giornaliera, quasi a tempo pieno….

Lo so che per lui si tratta di uno stress molto forte che durerà anni, quasi certamente, e non mesi, ma io ho fiducia nella giustizia e sono tranquillo che al 99% ci sarà una condanna penale che ci permetterà di passare, poi, alla causa civile per richiedere i danni morali e materiali nonché tutte le spese legali e processuali.

Credo, poi, che probabilmente dovrà affrontare anche i professori universitari che ha diffamato e iniziare con loro un’altra doppia coppia di processi (due penali e due civili).

Devo dire che anche lui mostra una certa generosità perché ogni giorno aggiunge nuove calunnie e diffamazioni al dossier ormai enorme in possesso della Magistratura e di ciò io e i miei legali lo ringraziamo.

Naturalmente non posso essere tanto “generoso” da elencargli anche i vari reati ai quali ci siamo riferiti e presso quali procure della Repubblica ho depositato da molti mesi le suddette denunce.

Per il momento è tutto, ma se come astrologo valgo qualcosa, avremo notizie legali di lui in tempi brevi.

Ciro Discepolo

================================

Ho sostituito il mio nome e cognome con xxxxxxxx xxxxxx per tutelare il mio diritto alla privacy che è stato violato dal signor Ciro Discepolo, in questa ed in precedenti occasioni, nonostante gli avessi inviato una email invitandolo espressamente a cancellare il mio nome e cognome dal suo blog.

Il signor Ciro Discepolo dovrà rispondere di questo e degli altri reati da lui commessi in sede penale e civile.

Il signor Ciro Discepolo mi accusa di averlo insultato, calunniato e diffamato, senza forse rendersi conto che cosi' facendo sta insultando, calunniando e diffamando me, perchè ciò che afferma è assolutamente falso.

La mie critiche sono rivolte ai suoi lavori statistici, e non alla sua persona e tantomeno ai professori di statistica da lui citati.

Critiche a cui il signor Discepolo, non ha mai risposto concretamente, ma che invece lo hanno portato ad insultarmi, ed ad inserire la censura nel suo blog, proprio per non essere costretto a rispondere in merito.

E' il signor Ciro Discepolo che afferma che i professori dell'università di Napoli, avrebbero in qualche modo avvallato i risultati della sua statistica, ma io questo non l'ho mai nemmeno pensato.

Gli errori contenuti nel libro on line "Osservazioni politematiche delle statistiche Discepolo Miele" sono estremamente puerili e denotano una completa ignoranza delle regole più elementari della scienza statistica, per cui è praticamente impossibile ritenere che gli autori della stessa, siano stati i professori di statistica citati da Ciro Discepolo, che dovrà assumersi la responsabilità delle proprie affermazioni.

Quello che ha scritto il professor D'Ambra nel libro on line, è una lezione introduttiva del significato delle statistiche in generale, mentre non ha scritto nulla riguardo la specifica statistica di Ciro Discepolo.

E' solo il signor Ciro Discepolo che vorrebbe far credere di aver ricevuto l'avvallo della scienza sui risultati della sua statistica, da parte di questi professori.

Consiglio al signor Discepolo di far citare dai suoi avvocati questi professori come testimoni della causa che dice di avermi intentato, cosi' sentiremo da loro come stanno veramente le cose, e se è vero oppure no che questi professori hanno certificato che il signor Discepolo ha trovato una prova statistica che dimostra la validità dell'astrologia.

Signor Discepolo, nemmeno un ragazzino delle scuole medie inferiori, commetterebbe gli errori di logica che lei ha commesso nella sua statistica.

Ho provato più volte a spiegarglielo, e se lei non è in grado di comprenderlo, purtroppo non c'è nulla da fare.

Andando contro il mio interesse personale, le auguro di dimostrare in tribunale che le conclusioni della sua statistica sono vere, e che lei ha effettivamente dimostrato che nascono più figli con l'ascendente uguale al segno solare del padre, di quanti dovrebbero nascere in base alle leggi del caso.

Lo dimostri in tribunale, dimostri di non aver ingannato i suoi lettori per 17 anni, dimostri che la sua statistica non è una pagliacciata.

Che gran giorno sarebbe per l'astrologia, se io ricevessi una condanna, perchè questo vorrebbe dire che le sue statistiche sulla ereditarietà astrale sono vere e che quindi l'astrologia è vera.

Purtroppo le sue statistiche sono solo una buffonata.

Astromauh
www.astrionline.it

mercoledì 27 gennaio 2010

Dal Blog di Ciro Discepolo



Dal Blog di Ciro Discepolo del 22 agosto 2009


Ancora per Al Rami e per Pasquale



Come saprete, quando vi è un’azione penale in corso, non è possibile entrare nel merito di talune questioni e occorre far fare, in pace, il lavoro alla magistratura.
A cose fatte potremo pubblicare un affresco completo della situazione e abbondare nei particolari.
Per adesso, e solo per voi e per i miei lettori, riporterò le righe che aggiungerò a giorni alla pagina web dove è possibile scaricare il libro Osservazioni.pdf.



A chiusura di queste brevi note, vorrei aggiungere poche osservazioni che sarebbero del tutto inutili in quanto già presenti nel libro che state per scaricare. Tuttavia alcuni potrebbero non comprendere la lingua inglese e neanche quella italiana e, allora, a beneficio di tutti, eccovi poche osservazioni utili soltanto ai meno dotati mentalmente.

Al prof. Luigi D’Ambra e al suo allora collaboratore dr. Francesco Mola, del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università di Napoli, coautori del libro, non fu estorta la firma che essi apposero sotto la propria relazione, firmandosi con nome, cognome, qualifica accademica, istituto statistico di appartenenza e via dicendo. Questi due professori non si firmarono, come spesso avviene sul web, con nickname evocanti gatti, cani, bisce, serpenti, pish e altre cose del genere, ma con il loro nome e cognome.


A costoro io e Luigi Miele **non consegnammo il risultato dei nostri calcoli**, ma come si legge chiaramente alla pagina 24 del libro:


New Research on Astral Heredity
Analysis of 8,219 subjects
by Ciro Discepolo and Luigi Miele
(Statistical work by Dr. Francesco Mola and Prof. Luigi D’Ambra of the Department
of Mathematics and Statistics of the University of Naples)


Per chi non conosce l’inglese, questo vuol dire che **tutto** il lavoro di elaborazione statistica, dal controllo della ipotesi di partenza a quello di controllo sulla raccolta del campione e a tutto il resto, fu effettuato da loro in prima persona e non da noi.
A loro noi spiegammo il progetto e con loro discutemmo a lungo prima, durante e dopo ogni fase della ricerca.
Un punto fondamentale in un tipo di ricerca del genere è la scelta se tentare di calcolare il valore medio che ci si attende di ottenere e su questo elaborare i risultati oppure, per una serie fondamentale di ragioni, scegliere la strada della creazione di un gruppo di controllo. Non essendo io e Luigi Miele esperti di statistica (pur avendo studiato alcuni libri sull’argomento) ci lasciammo guidare dai professori D’Ambra e Mola che la statistica la insegnano, a tempo pieno, all’Università. Qualunque dilettante volesse criticare tale scelta, dimostrerebbe soltanto la propria profonda ignoranza e arroganza.


I professori D’Ambra e Mola scrissero la relazione conclusiva di questo lavoro evidenziando l’altissimo scarto significativo della variabile da noi scoperta e nota a tutti. La relazione la redassero in piena libertà e, se i professori D’Ambra e Mola preferirono esprimersi in termini di Z significativo e non di numero di casi, questa fu una loro libera scelta che non toglie o mette nulla al valore altamente positivo della ricerca in oggetto. Se qualcuno volesse obbligare i due esperti universitari di statistica a riscrivere tale relazione secondo i propri indici di gradimento, utilizzando alcune frasi al posto di altre e alcuni valori invece di altri, beh, forse dovrebbe sottoporsi a visita medica.

Naturalmente, chiunque volesse dire, o semplicemente insinuare, il sospetto che i professori in oggetto siano stati complici di una truffa statistica, ne dovranno rispondere davanti alla magistratura per quanto mi riguarda e, a sentenza definitiva e scritta, penso anche da parte degli altri interessati (per i dovuti calcoli di risarcimento economico).

Chi desiderasse replicare tale ricerca, potrà farlo liberamente, ricordando alcuni punti fondamentali:

- Non usando il gruppo di controllo random la statistica porta, inesorabilmente, a risultati errati, come anche un neofita di statistica capirebbe in questo caso e come i professori D’Ambra e Mola hanno indicato per tale specifico lavoro.
- Si assicuri che il proprio software utilizzato per i calcoli matematici sia esatto: per esempio, se si possiede un proprio sito web con calcoli online, si immettano questi dati: Vadso, Norvegia, 11/11/1977 alle ore 13. Se il grafico che si ottiene è senza Case oppure è con le Case Porphirio o Aequalis oppure l’output è, più semplicemente, un “out of range”, ciò vuol dire che chi si appresta a replicare tale ricerca sbaglierà tutti i calcoli perché utilizzerà un software che sbaglia i calcoli matematici.
- Una seconda prova per testare il proprio software è quella di provarlo, negli anni della seconda guerra mondiale, in zone dal regime orario critico (come la Linea Gotica in Italia e le zone di occupazione tedesca in Francia). Anche qui, se verrà segnata, per esempio, la semplice ora estiva per la Francia e non la doppia ora di guerra della Germania, il software sarà assolutamente inaffidabile e non significherà nulla il riferirsi al file Paris12.raw perché, se un software è errato, può esserlo in mille punti del proprio sviluppo. In proposito si possono confrontare documenti storici inoppugnabili che dimostrano quanto detto. Questo primo file potrà già offrire una prima panoramica del problema:

http://www.programmiastral.com/Documentazione/Compara.pdf


Ci sono, poi, molti altri errori in cui possibili colleghi potrebbero incorrere nel replicare tale ricerca o altre da noi effettuate e sempre sottoposte all’esame di esperti statistici (tranne quelle che diedero esiti negativi e per le quali non occorreva alcun sigillo di buona qualità).
Va da sé che se qualcuno commettesse alcuni di questi errori appena descritti, sarebbe già talmente squalificato per la propria ignoranza in materia che forse farebbe meglio ad astenersi dal fare ulteriori pessime figure citando, con sproporzionati analfabetismi grammaticali e matematici, altri differenti lavori.


Ciro Discepolo


Signor Ciro Discepolo,

ma quando mi arriva la sua denuncia?

Io ancora non ho ricevuto niente, ed avrei una certa urgenza.
Non le nascondo che l'appartamento di sua proprietà sito in via Gramsci mi interessa parecchio perchè essendo anch'io nativo di Napoli mi piacerebbe avere un piede-a-terre nella nostra bella città da cui manco da molto.

Penso che detto appartamento potrebbe essere un congruo risarcimento per tutte le calunnie da lei rivolte contro la mia persona e che ledono alla mia onorabilità e rispettabilità.

Le ripeto ancora una volta che la sua statistica sulla ereditarietà astrale è completamente sbagliata, e di conseguenza lo sono le sue conclusioni.

Non è vero che i figli nascono più frequentemente del dovuto con il segno ascendente uguale al segno solare del padre.

A parte la questione economica, sarei anche molto curioso di capire come mai lei continua a raccontare questa balla stratosferica.

Mi dica la verità, lei lo sa benissimo che si tratta di una balla, solo che non lo vuole ammettere per ragioni di interesse, avendo puntato molto sulla sua immagine di astrologo "scientifico".

Ma non lo sa signor Discepolo che il Diavolo fa le pentole ma non fa i coperchi?

Come sperava di farla franca?

Oppure è veramente convinto di aver ragione, lei pensa davvero di aver trovato una legge di ereditarietà astrale?

Non posso crederci, anche un ragazzino delle medie lo capirebbe, e lei non lo capisce?

Basterebbe la semplice lettura attenta del suo libro on line: "Osservazioni politematiche sulle statistiche Discepolo-Miele" per rendersi conto che la sua statistica è completamente sbagliata, ed in particolare la lettura del capitolo "Conferme dalla ter. indag." alle pagine 35-36.

Lei magari si chiederà perchè non mi faccio i fatti miei?

Perchè l'astrologia è un fatto mio, e lei con le sue statistiche fasulle porta discredito alla MIA astrologia.

Astromauh

martedì 26 gennaio 2010

l'astrologo misterioso



Nel suo blog del 25 gennaio 2010 Ciro Discepolo inveisce pesantemente contro un non meglio specificato astrologo che viene da lui soprannominato "l'idraulico".

Sarà giustificata tanta veemenza? Cosa avrà mai scritto costui, perchè Ciro Discepolo si senta attaccato e pensi di doversi difendere?

Non so chi sia questo astrologo misterioso e non so che cosa abbia scritto di tanto offensivo nei riguardi di Ciro Discepolo se mai l'ha fatto, da giustificare una reazione tanto spropositata ed isterica.

Nel suo blog Ciro Discepolo, dice che nell'articolo si parla di un esempio che aveva riportato in uno dei suoi libri, a proposito delle rivoluzioni solari mirate in cui viene analizzato l'anno vissuto da sua figlia partita per la RSM e da un'altra ragazza nata nello stesso giorno e circa allo stesso orario, che invece è rimasta a casa.

Ritengo che l'astrologo misterioso potrebbe essere lo stesso che ha citato questo stesso caso in un forum, che si può leggere qui.


Riporto una parte di ciò che si legge nel forum:


...
Insomma, evitare dei rischi, oppure fuggire da eventuali supposizioni, a mio avviso è un miracolo eccome,cosi, ecco che in un matrimonio in profonda crisi, vedendo un possibile Urano di transito in casa settima natale, e una rivoluzione solare con un ascendente in casa settima,vieni spedito lontano per cambiare rotta al pianeta e decidere che il divorzio non arrivi .
A mio avviso, è decisamente molto sospetto, è, in oltre, vedo ingabbiare una persona,che inizia ad ansimare due mesi prima del compleanno, cercando una rotta per variare il proprio destino ….
Fuggire, e solamente fuggire per una vita intera, vedendo gli astri, non più come fonte di comprensione e conoscenza, ma come una spada di Damocle, sopra la nostra testa, pronta ogni anno a tirarci disgrazie, o propiziarci.
Insomma, cattiva e buona stella, si ritorna a quel pensiero degli astri, come se fossero degli Dei, e dove gli umani, devono sopportare i loro capricci, che ora ti danno, poi ti privano a loro volere e capriccio.
Ed ecco pronto, che quando si prepara un ritorno da favola, ci si ritrova,magari delusi, perché prospettive e o effetti portanti non si sono verificati,dove la risposta entrante, è,che gli effetti positivi, non sempre sono di portata sensibile,e,che a volte sono solamente percettibili,se non addirittura innervati, ma,che tuttavia, lo scopo si è raggiunto, cioè,il non verificarsi di un cataclisma ipotizzato,ma che nella realtà,quel cataclisma nessun astro, ha mai accennato o voluto fare.
Fermo restante, che tale sistema dei ritorni, sono un utile tecnica di valutazione, ma,come ripeto, è l’approccio verso una forma mirata,che personalmente mi apre moltissimi dubbi e scetticismo.


Mi sembra che questo astrologo non si rivolge in maniera offensiva nei riguardi di Ciro Discepolo, ma che esprima semplicemente il suo parere sulla tecnica delle rivoluzioni solari, in un modo molto pacato e ragionevole.

Se si tratta effettivamente della stessa persona a cui si riferisce Ciro Discepolo, che diritto ha lui di insultarla?

O forse secondo Ciro Discepolo le persone non hanno diritto di pensare e di manifestare liberamente il proprio pensiero, se questo contrasta con le sue opinioni?


Io non so chi dei due abbia ragione a proposito delle rivoluzioni solari, noto semplicemente il comportamento incivile di Ciro Discepolo, che crede di poter insultare coloro che non la pensano come lui.


Inoltre mi chiedo, ma da dove viene la certezza di essere nel giusto che ha Ciro Discepolo, forse dal fatto di occuparsi di astrologia da molto tempo, o forse dal fatto di avere più di 60 anni?

Cosa gli fa credere di essere il detentore della verità, colui che ha capito tutto dell'astrologia e del suo funzionamento?

Su cosa basa la sicurezza che mostra nelle proprie convinzioni?

Sulla sua esperienza? Ma l'esperienza non basta se non è associata all'intelligenza.

Ciro Discepolo è riuscito a sbagliarsi in una statistica dove non c'era altro da fare che contare il numero dei figli e dei padri con lo stesso ascendente e segno solare.

Se è riuscito a sbagliarsi in una cosa cosi' banale come la sua statistica sulla ereditarietà astrale, credendo di aver trovato una relazione che è invece inesistente tra gli oroscopi dei figli e dei padri, come fa a pensare di non essersi sbagliato riguardo alle rivoluzioni solari, che sono decisamente più difficili da analizzare?

E perchè Ciro Discepolo non trova mai niente di meglio per difendere le sue opinioni sull'astrologia che dileggiare coloro che non le condividono?

In definitiva, quali sono le ragioni per cui le sue opinioni andrebbero considerate vere e false quelle degli altri?

Un metodo per dimostrare l'efficacia delle sue tecniche astrologiche potrebbe essere quello di fare delle previsioni che si avverano su dei personaggi pubblici, ma puntualmente queste previsioni si rivelano sbagliate.

E allora perchè dovremmo credere che Ciro Discepolo sia un astrologo, e che quell'altro sia un idraulico?

www.astrionline.it

lunedì 25 gennaio 2010

AstralDetector

AstralDetector
AstralDetector, il software di astrologia professionale di Ciro Discepolo funziona davvero?
L'immagine in alto mostra l'andamento reale delle azioni FIAT nel corso del 2009, mentre quella in basso è la previsione per lo stesso periodo ottenuta da Ciro Discepolo con Astral Detector.
E' evidenziato in giallo il periodo successivo al 1 giugno 2009, data in cui Ciro Discepolo ha pubblicato la previsione sul suo blog.
E' doveroso dire che Ciro Discepolo ha specificato che si trattava di un "esperimento" non essendosi mai cimentato in previsioni borsistiche prima di allora.
Comunque come spiega il signor Ciro Discepolo la discrepanza tra i due grafici che mostrano un andamento completamente diverso?
Il metodo utilizzato in questa occasione è esattamente lo stesso con cui vengono formulate le previsioni sui partiti politici e su tante altre cose, come mai allora in questo caso non ha funzionato?
So benissimo che i miei interrogativi sono destinati a rimanere senza risposta, al più mi aspetto di ricevere qualche nuovo insulto, essendo questo l'unico sistema utilizzato da Ciro Discepolo per rispondere alle critiche che gli vengono mosse.

lunedì 18 gennaio 2010

Attenti alle truffe



Il signor Ciro Discepolo non si limita soltanto a sostenere le sue stravaganti teorie astrologiche, ma ritiene anche di poter consigliare delle improbabili cure per il cancro, pubblicizzando sul suo sito alcuni video che trattano dell'argomento.

Seguendo i link suggeriti da Discepolo, si viene ad esempio a conoscere l'attività del signor Tullio Simoncini ex medico radiato dall'albo, che è stato condannato per omicidio colposo e per truffa, e che sostiene di poter curare il cancro con il bicarbonato.

Non esistono prove che attestino l'efficacia di queste cure, ed è per questa ragione che queste cure non sono state riconosciute.

Pubblicizzare queste cure, e voler far credere che il loro mancato riconoscimento da parte della medicina ufficale, sia dovuto ad una improbabile cospirazione, vuol dire mistificare la realtà.

Il motivo per cui Ciro Discepolo avvalla queste pericolose cure per il cancro è abbastanza comprensibile.

Egli stesso si ritiene vittima della cosiddetta "scienza ufficiale" che non ha riconosciuto le sue ricerche sull'ereditarietà astrale.

La verità è invece un'altra, le ricerche sull'ereditarietà astrale di Ciro Discepolo, non dimostrano nulla, ciò che dice di aver trovato non esiste, perchè mai la scienza ufficiale dovrebbe riconoscere l'esistenza di qualcosa che non c'è?

Dove sono i risultati delle sue statistiche?

In data odierna Ciro Discepolo ha risposto in questo modo a qualcuno che aveva trovato poco opportuno il fatto che lui suggerisse dei link a queste cure pericolose ed inefficaci:


Comunque, dato che sei così scientificamente illuminato, ti propongo anche io un argomento su cui riflettere.
Mi riferisco all’abiura che dovette pronunciare Galileo Galilei dopo essere stato torturato e quando dovette ammettere che “effettivamente era il Sole a girare intorno alla Terra…”.
Beh, risponderai: “È ovvio: si trattava della Chiesa non della Scienza”.
E io, allora ti faccio osservare che la Chiesa ha impiegato oltre tre secoli per chiedere scusa a Galileo Galilei mentre la Scienza non lo ha fatto ancora. Infatti Galileo Galilei, insieme agli altro quattro grandi astronomi dell’era moderna (Copernico, Kepler, Tito Brahe e Isaac Newton) era anche astrologo e la “Scienza” lo continua a negare, offendendo la memoria di questi grandi uomini al cui confronto gli astronomi di oggi sono solo dei pigmei.

Dal Blog di Ciro Discepolo 18 gennaio 2010

Galilei è stato condannato da coloro che detenevano il potere nella sua epoca, ossia dalla chiesa. Si è trattato di una condanna ingiusta, e su questo non ci sono dubbi.
Ma cosa c'entra Galilei con Ciro Discepolo o Tullio Simoncini?
Galilei viene ritenuto il padre del metodo sperimentale, e lui le prove delle sue affermazioni le ha portate a coloro che lo hanno condannato, li ha invitati a guardare nel suo cannocchiale.

Questo è proprio ciò che Ciro Discepolo non fa, lui pretenderebbe di essere creduto sulla parola, vorrebbe avere un riconoscimento da parte della cosiddetta scienza ufficiale, senza però mostrare le prove delle sue affermazioni.

Galilei si occupava di scienza e di astrologia, mentre Ciro Discepolo si occupa di pseudoscienza.