martedì 15 settembre 2009

Il nemico dell'astrologia

Il nemico dell'Astrologia

Dal Blog di Ciro Discepolo del 14 settembre 2009
Presto, come vedrai, nel mio sito (non nel blog) ci sarà uno spazio dedicato ai nemici dove inserirò, anno dopo anno, i dati identificativi di coloro che subiranno condanne a seguito di mie denuncie-querele. Fino all’anno scorso non l’ho mai fatto, ma da qualche mese ho deciso di agire così per rendere più vivibile alcune aree del web e per contribuire alla crescita dell’Unicef con i fondi sottratti a delinquenti di bassa lega.
Ciro Discepolo

Qui Ciro Discepolo sta chiaramente parlando di me, definendomi un delinquente di bassa lega, perchè in precedenza ha scritto di avermi denunciato, non ci sono quindi dubbi che si stia riferendo a me.

OK, registriamo l'insulto, e lo aggiungiamo alla lunga lista di insulti che ha già rivolto contro di me. Ad ogni suo insulto, ed ad ogni sua spudorata calunnia, aumenta l'entità del risarcimento che sarà costretto a rifondermi.

Non è certo insultandomi che potrà modificare i fatti, Ciro Discepolo si è inventato una correlazione insistente tra gli oroscopi dei padri e dei figli.

L'avrà fatto per imperizia, si sarà trattato di un errore?

L'avrà fatto per interesse, per acquisire un merito che non gli spettava?

Questo non lo so.

Quello che so, è che Ciro Discepolo non può sperare di vedere il proprio nome scritto in lettere d'oro nel memoriale del pantheon d'Urania, poichè al suo nome è legata una correlazione di eredità astrale inesistente.

Più deterremo delle correlazioni sicure, più si fortificherà il sapereastrologico. Ciro aggiunge una nuova maglia alla già pesante catena. Puòben sperare di vedere il proprio nome scritto in lettere d’oro nel memorialedel pantheon d’Urania, poiché al suo nome è legata una correlazione di ereditàastrale che tanto si addice ad un perfetto cancerino come lui, segno incui sono riuniti il suo Ascendente e il suo Sole.
Andrè Barbault

Andrè Barbault è stato tratto in inganno, perchè si è fidato di Ciro Discepolo e la sua fiducia è stata tradita.

Anche la fiducia di Michel Gauquelin è stata tradita dal suo amico Ciro Discepolo.

Michel Gauquelin gli aveva affidato il suo archivio di date di nascite laboriosamente raccolte, e lui l'ha ripagato inventandosi una correlazione inesistente che porta discredito al lavoro dello stesso Gauquelin.

Dire cosi come fa Ciro Discepolo nel suo libro on line, "Riflessioni politematiche sulle statistiche Discepolo Miele":

Questa statistica, riteniamo, si colloca, per importanza in campo astrologico, subito dopo quelle più famose di Michel e Françoise Gauquelin.

Significa denigrare il lavoro di Michel e Françoise Gauquelin, infangando la memoria di questi ricercatori che realmente hanno dato un contributo all'astrologia.

Le statistiche astrologiche sull'ereditarietà astrale di Ciro Discepolo sono solo una burletta, perchè non è vero che Ciro Discepolo ha scoperto qualcosa, e non è vero che esiste la correlazione che lui dice di aver trovato.

Ho rifatto la statistica, prendendo alla lettera la frase che si legge sul suo libro:

La replica è la linfa vitale della scienza,ed è irritante osservare come in astrologia pochissime delle scopete apparentemente significativesono state replicate.
H.J. Eysenck

La mia statistica basata su oltre 80.000 date di nascita, dimostra l'inesistenza della correlazione che lui dice di aver trovato.

Quali sono le reali motivazioni che mi spingono a denunciare questi fatti?

Ciro Discepolo insinua che le mie motivazioni siano dettate dall'invidia, ma questa ipotesi è illogica, perchè si può invidiare soltanto chi ha qualcosa in più di te, e Ciro Discepolo non ha nulla più di me.

Se è vero che lui è in buona fede, ed è arrivato a delle conclusioni sbagliate per imperizia, questo significa che ha delle scarse doti intellettive, se invece lo ha fatto consapevolmente per acquisire dei meriti che non gli spettavano, questo vuol dire che ha delle scarse doti morali.
In entrambi i casi non posso certo invidiarlo.

La vera motivazione che mi spinge a denunciare la falsità delle sue ricerche statistiche, è data dal fatto che l'astrologia mi interessa veramente, perchè per me l'astrologia non è un sistema per fare soldi, ma è una autentica passione.

Io non ce l'ho con Ciro Discepolo come persona, ma lui incarna tutto ciò che c'è di sbagliato nell'astrologia.

Se ad un astrologo è permesso di affermare di aver trovato una importante correlazione statistica che è del tutto inesistente, e se questo astrologo può continuare ad affermarlo per oltre un decennio senza che nessuno si prenda la briga di smentirlo, significa che l'astrologia è moribonda, ed io amo troppo l'astrologia per vederla morire senza far nulla.

domenica 13 settembre 2009

Astrologia Attiva?

Astrologia Attiva

In risposta a Marco Celada, vedi discussione sul suo blog del 22 luglio e del 29 agosto 2009.


Le faccio io una previsione, quelli del CICAP non si faranno sentire, a meno che non sia lei a proporgli un test concreto del tipo che le ho indicato. Lei naturalmente può continuare a svolgere il suo lavoro ed a suggerire a chi la consulta le località per le RSM al fine di ridurre le probabilità di un evento negativo o per enfatizzare un evento positivo. Ma perchè dice che vorrebbe una legittimazione di quello che fa da parte del CICAP? Se realmente lo desiderasse dovrebbe adeguarsi alle loro regole, che poi non sono altro che delle regole di semplice buon senso.Personalmente non ho simpatia per il CICAP, perchè il premio di un milione di dollari di J.Randi è una bufala, ne più ne meno delle bufale che il CICAP si ripromette di smascherare. Di questo ne avevo parlato sul blog di Ciro Discepolo, il test che J.Randi proponeva ad un astrologo è un test che ha solo 1 probabilità su 50 mila miliardi di essere superato per puro caso, ed è quindi evidente che non può essere utilizzato per verificare la validità dell'astrologia.
Per un astrologo che intendesse dimostrare la validità dell'astrologia sarebbe sufficiente riuscire a dimostrare di poter fare un po' meglio del caso. Lei però rifiuta di fare un test dove le probabilità di riuscita per puro caso sono 1/5 definendolo un test per oroscopari ed indovini (le probabilità erano circa 1/5 perchè le avevo chiesto semplicemente di "azzeccare" almeno due coppie su sette).
A questo punto ne deduco che gli astrologi come lei ed il CICAP siete due facce della stessa medaglia, perchè siete funzionali gli uni a gli altri, il CICAP esiste perchè ci sono degli astrologi come lei, e lei fa l'astrologo perchè c'è il CICAP, ed entrambi contribuite al mantenimento dello status quo, che fa dell'astrologia una pseudo-scienza.
Se le regole dell'Astrologia Attiva pubblicate nei libri di Ciro Discepolo non dicono l’evento che succederà ma dicono che è probabile che succeda una evento di una certa tipologia, questo sarebbe sufficiente per sottoporre queste regole ad una verifica.
Nessuno si aspetta che l'astrologia dia delle risposte certe al 100%, se le regole della AA funzionassero appena un po' meglio della pura casualità, questo sarebbe già un risultato molto positivo.
Se queste regole funzionano non dovrebbe essere difficile dimostrarlo, perchè l'astrologia non si occupa di metafisica ma fa delle affermazioni concrete, del tipo: "Se ti capita l'ascendente di rivoluzione nella 12° casa natale avrai un anno difficile", per cui non dovrebbe essere impossibile verificare se questo è vero per la maggior parte delle persone che hanno una rivoluzione solare di questo tipo.
Se invece lei ritiene che sia impossibile dimostrarlo, mi spiega come ha fatto a giungere alla conclusione che l'ascendente di rivoluzione nella 12° casa natale annuncia un anno difficile?
Queste regole come sono state codificate? Lei le ha verificate in prima persona, oppure ritiene che siano valide per la semplice ragione che sono contenute nei libri di Ciro Discepolo?
Ciro Discepolo sostiene anche che esiste una regola che fa si che nascono più figli del dovuto con l'ascendente uguale al segno solare del padre, ho voluto verificare questa affermazione ed ho analizzato oltre 80.000 carte del cielo presenti nell'archivio Gauquelin, il risultato è stato che i figli con l'ascendente uguale al segno solare del padre sono addirittura meno da quanto previsto dalle leggi del caso.
Se questa regola relativa all'ereditarietà astrale si è rivelata essere falsa, nonostante la pretesa di Ciro Discepolo di averla dimostrata scientificamente, è ragionevole dubitare anche delle altre regole provenienti dalla stessa fonte.
Se Ciro Discepolo riesce a sbagliarsi contando semplicemente dei dati contenuti in una statistica, tanto più si sbaglierà nello stabilire le regole della astrologia attiva ottenute empiricamente e senza un'oggettivazione numerica.
Il mestiere dell'astrologo è fare statistiche, perchè l'astrologia è lo studio delle correlazioni tra due fenomeni, la posizione degli astri alla nascita e il carattere e gli eventi della vita delle persone che sono nate sotto quel cielo.
Gli astrologi anche quando non si servono dei numeri, ossia anche quando non fanno delle statistiche nel senso letterale del termine, fanno comunque delle statistiche perchè mettono in relazione i dati della carta del cielo della persona che li sta consultando con quelli presenti nelle altre carte del cielo delle persone che li hanno consulati in precedenza.
Essendo questo metodo basato sulla memoria, è molto facile sbagliarsi, perchè la memoria inganna, ma questo metodo nonostante il suo empirismo è praticamente l'unico sistema con cui gli astrologi riescono ad apprendere l'astrologia. Ed è questa la ragione per cui non si può rinunciare a questo metodo, nonostante il suo empirismo, occorre però essere molto vigili per cercare di ridurre i fenomeni di autoinganno anche se non si può pensare di eliminarli del tutto.
Da quanto ho capito ne Ciro Discepolo ne lei siete consapevoli di queste cose, Ciro Discepolo si propone come l'uomo delle certezze, ed è probabilmente proprio questa la ragione del suo successo, perchè è proprio questo ciò che vuole la gente, che cerca delle riassicurazioni e se qualcuno ti dice che passando il giorno del compleanno in una certa località avrai sicuramente un anno migliore, e che si tratta di una cosa praticamente certa essendo basata sullo studio di migliaia di casi, è ovvio che questo è un tipo di astrologia che incontra il favore del pubblico.
Grattando appena un po' la superfice di queste certezze, nel caso della presunta legge della ereditarietà astrale di Ciro Discepolo è venuto fuori che essa si basa sul nulla, il caso dell'astrologia attiva è diverso?
Le auguro di riuscire a dimostralo.

sabato 12 settembre 2009

Claudio Tolomeo

Claudio Tolomeo

Per Orlak, avevo scritto quel post dal portatile stando sdraiato a letto, e mi deve essere rimasto il dito sulla "g".

ah ah ah!

Ma tu ci tieni cosi' tanto a finire nella sezione del blog dedicata alla entomologia? ;-)

Riguardo alla home page del mio sito, ho effettivamente copiato il testo dall'introduzione del Tetrabiblios di Claudio Tolomeo.

Non ho la versione in italiano è l'ho tradotta un po' a modo mio da una versione in inglese che ho trovato sul web.

Credo che Tolomeo abbia introdotto l'argomento astrologia in modo magistrale, ed ho quindi pensato che fosse meglio lasciare a lui la parola.

E' interessante leggere che anche 2 millenni fa esisteva il CICAP (Piero Angela gli anni se li porta proprio bene) ed esistevano i vari Maestri do Nascimiento.

Ed è anche molto interessante il fatto che nel suo testo la parola "ambiente" venga ripetuta un sacco di volte, sottolineando in questo modo che l'astrologia non ha nulla a che fare con la magia, ma che è la scienza che studia gli influssi dell'ambiente sull'uomo.

Ed infine è anche importante notare come Tolomeo parli del "seme", che noi moderni potremmo tradurre con il termine DNA, e del fatto che interpretando un oroscopo bisogna tener conto dei fattori genetici e sociali che insieme a quelli astrologici concorrono a determinare il carattere ed il destino degli uomini.

Gli astrologi moderni invece, molto spesso si dimenticano di questi fattori e si convincono che sia possibile leggere in una carta del cielo tutto ciò che riguarda una persona, anche senza avere una conoscenza diretta di questa persona.

Si tratta ovviamente di una convinzione errata, ed è probabilmente per questo che quando gli astrologi partecipano ai cosiddetti Matching-Test di solito falliscono miseramente.

Toglimi una curiosità, qual'è la risposta che Ciro Discepolo ti ha dato privatamente alle tue domande?

Scommetto che la parte che lui ha censurato di uno dei tuoi ultimi post sul suo blog, conteneva delle domande inerenti la sua statistica sui matrimoni.

Privatamente il Maestro ammette di aver commesso degli errori?

E se lo fa, non ti sembra ingiusto che mi insulti invece di ringraziarmi visto che sono stato proprio io a fargli notare questi errori?

www.astrionline.it

venerdì 11 settembre 2009

Sciacalli

Sciacallo
Dal Blog di Ciro Discepolo del 22 agosto 2009 :

Chi desiderasse replicare tale ricerca, potrà farlo liberamente, ricordando alcuni punti fondamentali:- Non usando il gruppo di controllo random la statistica porta, inesorabilmente, a risultati errati, come anche un neofita di statistica capirebbe in questo caso e come i professori D’Ambra e Mola hanno indicato per tale specifico lavoro.- Si assicuri che il proprio software utilizzato per i calcoli matematici sia esatto: per esempio, se si possiede un proprio sito web con calcoli online, si immettano questi dati: Vadso, Norvegia, 11/11/1977 alle ore 13. Se il grafico che si ottiene è senza Case oppure è con le Case Porphirio o Aequalis oppure l’output è, più semplicemente, un “out of range”, ciò vuol dire che chi si appresta a replicare tale ricerca sbaglierà tutti i calcoli perché utilizzerà un software che sbaglia i calcoli matematici.- Una seconda prova per testare il proprio software è quella di provarlo, negli anni della seconda guerra mondiale, in zone dal regime orario critico (come la Linea Gotica in Italia e le zone di occupazione tedesca in Francia). Anche qui, se verrà segnata, per esempio, la semplice ora estiva per la Francia e non la doppia ora di guerra della Germania, il software sarà assolutamente inaffidabile e non significherà nulla il riferirsi al file Paris12.raw perché, se un software è errato, può esserlo in mille punti del proprio sviluppo. In proposito si possono confrontare documenti storici inoppugnabili che dimostrano quanto detto. Questo primo file potrà già offrire una prima panoramica del problema:http://www.programmiastral.com/Documentazione/Compara.pdfCi sono, poi, molti altri errori in cui possibili colleghi potrebbero incorrere nel replicare tale ricerca o altre da noi effettuate e sempre sottoposte all’esame di esperti statistici (tranne quelle che diedero esiti negativi e per le quali non occorreva alcun sigillo di buona qualità).Va da sé che se qualcuno commettesse alcuni di questi errori appena descritti, sarebbe già talmente squalificato per la propria ignoranza in materia che forse farebbe meglio ad astenersi dal fare ulteriori pessime figure citando, con sproporzionati analfabetismi grammaticali e matematici, altri differenti lavori.
Ciro Discepolo

Ciro Discepolo qui sta insinuando che il mio software di calcoli astrologici conterrebbe degli errori, e la cosa potrebbe anche essere vera, perchè solo chi non ha nessuna esperienza di calcoli astronomici può pensare che esistano dei software completamente esenti da bug ed imprecisioni.
Di sicuro però il signor Ciro Discepolo è la persona meno adatta a criticare i programmi di calcolo degli altri, considerando gli errori presenti nei software da lui prodotti e commercializzati.
Il software di Ciro Discepolo in certi casi sbaglia addirittura il segno solare di appartenenza che insieme all'ascendente, è uno degli elementi della sua famosa legge sulla ereditarietà astrale.
Per quanto riguarda la questione delle ore legali nel mondo, si tratta effettivamente di un problema molto complicato, il mio sito tiene conto del regime orario vigente, in modo automatico soltanto per l'Italia, mentre per il resto del mondo, delega agli utenti la responsabilità di indicare se nel periodo per cui si calcola l'oroscopo vigeva l'ora legale oppure no.
Questo fatto però, non interferisce in nessun modo con i risultati delle statistiche da me effettuate con i dati raccolti da Michel Gauquelin in quanto lo stesso Gauquelin si è occupato di standardizzare le date e gli orari di nascita.

Come si può osservare nel file paris12, oltre alle ore ed i minuti di nascita compaiono anche i secondi, ad esempio:
NUM SEX PL DAY MON YEA H MN SEC Ci TZ LAT LON COD1
F 24 06 1879 05 50 40 0 48N50 2E20 752
M 06 04 1892 07 50 40 05 0 48N50 2E20 75

L'orario di nascita di F (Father) è indicato come 5h 50m 40s
e quello di M (Mother) è indicato come 7h 50m 40s
Naturalmente in nessun archivio anagrafico del mondo vengono indicati i secondi della nascita, la ragione per cui compaiono nell'archivio Gauquelin è perchè lui stesso si è occupato di convertire gli orari di nascita prelevati dagli uffici anagrafici, nel corrispondente orario standard tenendo conto dei vari regimi orari adottati in Francia nei vari periodi.
Oltre all'indicazione dell'orario standard viene indica la TZ (Time Zone) che in questi esempi è 0, ossia il meridiano di Greenwich, ma che in altri casi viene indicato con -1, intendendo con esso il meridiano CET (Central Europe Time).
Non vi è quindi nessuna necessità di conoscere i regimi orari francesi, essendo i dati raccolti da Gauquelin, già pronti per essere immessi in un software, che tenga semplicemente conto della Time Zone indicata dallo stesso Gauquelin.
Leggendo invece ciò che scrive Ciro Discepolo, sembra quasi che l'autore della sua statistica non sia nemmeno lui.

Per Valeria, come osi contraddirmi nascondendoti vigliaccamente dietro ad un nickname?
Ti ho denunciata alla Polizia Postale, prepara quindi molto denaro, perchè chiederò un risarcimento altissimo, che devolverò al Telefono Antiplagio, ed il tuo caso servirà da esempio anche per gli altri sciacalli che infestano il web.
La tua condanna sarà di monito a tutti quei signor Nessuno, e a tutte quelle Nullità Rancorose che spinte dall'invidia si permettono di calunniare delle persone note che hanno ottenuto degli importanti risultati nel loro lavoro.

venerdì 28 agosto 2009

Fatti Restituire i Tuoi Soldi

Rivoluzioni Solari Mirate
Clicca sulla Mappa, e piazza Saturno in IX e Giove in I.

A qualcuno manca un venerdi', a qualcun'altro mancano 10 giorni ogni mese. Se in questa pagina si cerca di inserire un giorno di nascita superiore a 21, chissà perchè, la pagina fa i calcoli per il giorno precedente.
Se invece si prova ad immettere le date seguenti in quest'altra pagina dall'aspetto apparentemente più professionale:

20 marzo 2009 ore 12:42 Roma, Italy........29° Pesci 59' 53"
20 marzo 2009 ore 12:43 Roma, Italy........00° Ariete 59' 55"

Si scopre che secondo Ciro Discepolo in un solo minuto il Sole si sposterebbe di oltre un grado zodiacale. La cosa non stupisce più di tanto, perchè già sappiamo che il signor Ciro Discepolo riesce a fare molte cose straordinarie ed impossibili per i comuni mortali, come ad esempio utilizzare il sistema Placido oltre i circoli polari, oppure dimostrare scientificamente una correlazione tra gli ascendenti dei figli ed i segni solari dei padri che nessun' altro oltre a lui riesce però a vedere.

Gli errori si verificano anche con altre date, ad esempio il 22 dicembre 1949 alle ore 5:23 il Sole era appena entrato in Capricorno, mentre per Ciro Discepolo già si trovava a 0° 59' 57" di questo segno, e chissà per quante altre date ancora questo software genera degli output errati.

Verifica quindi, se questi errori sono presenti anche nel software che hai eventualmente acquistato da Ciro Discepolo, immettendo gli stessi dati degli esempi che ho indicato, perchè nel caso si verifichino questi errori', credo che ti spetti un risarcimento.

Senza contare le terribili conseguenze, che potresti aver subito a causa di una rivoluzione mirata sbagliata. A proposito di RSM sul mio sito www.astrionline.it è possibile calcolarle facilmente.
Dopo aver inserito i dati di nascita, bisogna cliccare sull'icona a forma di torta del compleanno, e si aprirà una nuova finestra, impostata su Roma, Italy di default.
Lascia pure Roma, anche se sai che non è a Roma che passerai il compleanno, ed inserisci l'anno per cui desideri calcolare la RSM.

Perchè dopo che la pagina avrà calcolato la Rivoluzione Solare per Roma, potrai facilmente rilocare la RS, cliccando sul pulsante che si vede a sinistra a forma di Terra (sotto la parola Cielo).
Comparirà una nuova finestra, dove potrai cliccare su una mappa geografica, in modo tale da rilocare la RSM per qualsiasi località del mondo.

La possibilità di rilocare le carte del cielo, non serve soltanto per le RSM, ma anche per fare degli oroscopi ultraprecisi, perchè sfruttando lo zoom potrai centrare le carte del cielo esattamente sul tetto di casa tua.

Tutte le funzionalità presenti sul sito sono completamente gratuite, ma non viene fornita alcuna garanzia di nessun genere. Ed in particolare non viene fornita alcuna garanzia sul fatto che le RSM funzionino veramente.
Per gli approfondimenti, clicca qui.

giovedì 27 agosto 2009

Precisione delle Effemeridi

Effemeridi

Dal blog odierno di Ciro Discepolo:
... ... occorre uno standard di calcolo matematico insuperabile e le effemeridi svizzere di www.astro.com/ sono certamente il top del top.


Finalmente qualcosa con cui non si può non concordare con Ciro Discepolo, le effemeridi presenti sul sito www.astro.com/swisseph/swepha_e.htm sono effettivamente il top del top, utiliziamole quindi per verificare la precisione dei calcoli della posizione dei pianeti su due siti che offrono questo tipo di servizio on line:

Cliccando sull'immagine in alto, si possono vedere le posizioni dei pianeti per il 1 gennaio 1600 alle ore 00:00. Giudicate voi quali sono quelle più precise, e provate anche con altre date. Sul sito www.astrionline.it/ bisogna sostituire "ora italiana" con "UT" Universal Time, che è il tempo con cui vengono calcolate le effemeridi, e le posizioni dei pianeti si possono leggere cliccando sull'icona a forma di "E" che sta per Effemeridi.
Per gli approfondimenti, clicca qui.

mercoledì 26 agosto 2009

Ereditarietà Astrale

Ereditarietà AstraleCosa vuol dire significatività dell' 1%?

Vuol dire che le probabilità che un certo risultato si sia verificato per puro caso sono 1/100. Per cui di solito si ritiene probabile che questo risultato non sia dovuto al caso, ma che sia stato determinato da qualcos'altro. Di certo però non si può affermare con sicurezza che si è dimostrato l'esistenza di una correlazione, ma solo che è probabile che ci sia una correlazione.

Soltanto ulteriori statistiche potrebbero confermare questo risultato, cosi come il professor Luigi D'Ambra ha chiaramente spiegato a Ciro Discepolo.


La probabilità di indovinare il primo estratto sulla ruota di Napoli è 1/90, e se si riesce a farlo, questo non dimostra certo che si è dotati di poteri di preveggenza, ma solo che si è stati molto fortunati.


Il discorso cambia, se invece di giocare un solo numero se ne giocano 45, perchè in questo caso la probabilità di indovinare il primo estratto sulla ruota di Napoli è 1/2.


Questo è proprio quello che si è verificato nella statistica di Ciro Discepolo, perchè lui non si è limitato a puntare su un solo numero, ma ne ha giocati 50, ossia ha analizzato 50 variabili.


Il fatto che una di queste variabili, mostrasse una significatività dell'1% era quindi un risultato molto probabile, ed è questo che intendeva Francoise Gauquelin quando ha detto che Ciro Discepolo aveva sparato nel mucchio.


In realtà non si è verificato nemmeno questo, perchè la significatività delle coppie dei figli con l'ascendente uguale al segno dei padri è stata calcolata in modo errato.


Come ho già spiegato, in questa statistica i valori di riferimento, ossia i valori attesi, non andavano calcolati generando delle coppie fittizie, perchè si potevano calcolare in modo preciso, ad ogni modo il signor Discepolo non ha nemmeno capito che quando si calcolano dei valori fittizi, non si possono prendere i primi valori che capitano, ma bisogna calcolare il valore medio di un grande numero di tentativi.

Torniamo, per un momento alla nostra precedente ricerca Come già spiegammo nel precedente lavoro, per valutare se il risultato ottenuto sulla variabile cercata (cioè trovare che l’Ascendente del figlio fosse uguale al segno solare del genitore) fosse o no significativo da un punto di vista statistico, formammo delle famiglie false; cioè accoppiammo a genitori veri figli di altri genitori, servendoci della funzione “random” del computer ovvero facendo scegliere a caso al computer stesso.Come si sa i risultati furono estremamente brillanti ed i Professori del Dipartimento di Statistica non ci chiesero altre prove su quel campione. Noi, però, successivamente e volontariamente, facemmo un supplemento di indagine e generammo altre 100 coppie di famiglie false per vedere quante volte il risultato positivo si ripeteva. Ahimé questo si ripeté solo due o tre volte, significativamente in senso statistico, ma la cosa strana fu che nel 90 per cento dei confronti, la coppia vera era sempre più alta della coppia falsa.

Il valore trovato per le coppie di cui parliamo, andava quindi confrontato con i risultati di questi 100 tentativi, ed in questo modo la significatività sarebbe scomparsa.

La significatività per questo tipo di coppie non è infatti mai esistita.

Come si fa a non capire queste cose?

Avrei perso un sacco di tempo, ad analizzare gli oltre 80.000 oroscopi dell'archivio Gauquelin, se il mio obiettivo fosse stato solo quello di smentire gli importanti risultati statistici che Ciro Discepolo dice di aver trovato.

In realtà, mi propongo di verificare se esistono delle correlazioni di altro tipo, perchè ci sarebbe veramente da meravigliarsi se non vi fossero.

Per smentire i risultati di Ciro Discepolo è sufficiente la sola lettura del libro intitolato "Riflessioni politematiche sulle ricerche Discepolo/Miele" a cui vorrei aggiungere la mia personale riflessione.

La statistica Discepolo/Miele sulla ereditarietà astrale è la più stupefacente cretineria che abbia mai letto.
Astromauh

Mi sono sbagliato

Ciro Discepolo La censura è una brutta bestia, penso che qui tutti si ricordano di come la Santa Inquisizione abbia censurato Galileo Galilei. La censura è il primo passo verso cose anche peggiori, e la tentazione censoria è sempre in agguato.Proprio ieri mi è capitato di imbattermi in un nuovo caso di censura, ad opera della libera enciclopedia di wikipedia, che ha dell'incredibile.In breve, qualcuno ha messo una pagina su wikipedia, riguardante il noto astrologo, giornalista e scrittore italiano, Ciro Discepolo, autore di oltre 50 libri riguardanti l'astrologia, e fondatore di una rivista trimestrale Ricerca '90 ecc.ecc.Gli amministratori di wikipedia stanno valutando la possibilità di cancellare questa pagina, che è stata messa sotto processo.Le motivazioni per cui questa pagina dovrebbe essere cancellata, sono del tutto inesistenti.Il motivo invece, per cui questa pagina dovrebbe continuare a stare dove si trova è soltanto uno, digitando "ciro discepolo" su google, appaiano 12500 risultati, quindi "ciro discepolo" esiste, e non deve essere "cancellato".
Astromauh (26-10-07)

Bisogna saper riconoscere i propri errori, ammetto di essermi sbagliato.
Astromauh (26-08-09)

martedì 25 agosto 2009

I professori dell'università



Birthdays are not spread evenly across the different months of the year. The seasonality of fertility varies in different parts of the world and over time; in Britain, births are more frequent in the spring than in the late autumn and winter. Scholars continue to debate the relative contribution of social, environmental and physiological factors. The expected frequencies of each marital combination of birth month or sun sign are therefore not assumed to be simply one twelfth times one twelfth.
Expected frequencies are calculated as the product of the two marginal totals divided by the grand total. Starting from Table 1, for example, the expected number of Aries-Aries combinations is (916,477 x 912,445)/ 10,317,649 = 81,049.

David Voas (voasastrology.pdf)

Le nascite non sono distribuite uniformemente nei diversi mesi dell'anno. La stagionalità della fertilità varia in differenti parti del mondo e nel tempo; Nel Regno Unito, le nascite sono più frequenti in primavera piuttosto che in autunno inoltrato ed in inverno. Gli studiosi continuano a dibattere sul contributo relativo dei fattori sociali, ambientali e fisiologici a questo fenomeno.
Le frequenze attese per ciascuna combinazione matrimoniale di mese di nascita o di segno, non sono perciò ritenute semplicemente un dodicesimo di un dodicesimo.
Le frequenze attese sono calcolate come il prodotto dei due totali marginali divisi il gran totale.
Iniziando dalla tavola 1, ad esempio, in numero atteso della combianzione Ariete-Ariete è (916,477 x 912,445)/ 10,317,649 = 81,049.
David Voas (traduzione)

Il professore David Voas dell'università di Manchester non è certo uno sprovveduto dilettante che si diverte a fare delle statistiche, come si può vedere dalla lista completa dei suoi titoli accademici cliccando sul suo nome.
Il professore David Voas è l'autore della voasastrology uno studio statistico basato su oltre 10 milioni di coppie sposate. Si tratta di uno studio statistico che presenta molte analogie con quello dell'ereditarietà astrale di Ciro Discepolo.
Il professor David Voas conosce perfettamente la differenza tra l'oroscopia e l'Astrologia con la "A" maiuscola, in altre parole sa che esistono diverse astrologie, una che si basa esclusivamente sul segno solare, ed un altra apparentemente più seria che si basa sul Tema Natale e che tiene conto dei pianeti nei segni, nelle case, degli aspetti ecc.ecc.
Il suo ragionamento è molto semplice, anche gli astrologi che fanno il Tema Natale ritengono che la posizione del Sole nei segni, abbia una certa importanza e che sia uno degli elementi di cui bisogna tener conto nell'interpretazione del Tema Natale.

C'è inoltre una branca dell'astrologia, chiamata sinastria che studia la compatibilità sentimentale in base al Tema Natale, che sostiene che esiste una relazione tra gli elementi contenuti nel Tema Natale e le scelte sentimentali.

Si propone quindi di verificare le affermazioni degli astrologi, avendo a sua disposizione un enorme database contenente il giorno del compleanno di 10 milioni di coppie, ossia di 20 milioni di individui.

Dal giorno del compleanno ricava il segno dei coniugi con l'intento di verificare se vi siano alcune combinazioni di segni che presentano delle deviazioni significative dai valori attesi.

Quindi per prima cosa calcola quante sono le coppie per ciascuna delle 144 possibili combinazioni dei segni, per poi confrontarle con il valore atteso.

Ciro Discepolo nella sua statistica ha confrontato l'ascendente dei figli con il segno solare dei padri, mentre Voas nella sua statistica ha confrontato il segno solare dei mariti con quello delle mogli.

Entrambi con l'intenzione di verificare l'esistenza di deviazioni significative dai valori attesi, ma come si calcolano i valori attesi?

Voas scrive che non si possono calcolare i valori attesi supponendo che siccome i segni sono 12 allora per ciascuna delle 144 possibili combinazione bisogna aspettarsi di trovare 1/144 del gran totale delle coppie. E fino a qui anche Ciro Discepolo dice lo stesso.

Voas scrive che per calcolare il valore atteso per la coppia Ariete-Ariete bisogna moltiplicare il totale delle mogli Ariete per il totale dei mariti Ariete e dividerlo per il totale complessivo delle coppie presenti nella statistica.

Nella statistica di Ciro Discepolo bisognerebbe fare la stessa cosa, ossia se si vuole ad esempio sapere qual'è il valore atteso per la coppia figlio ascendente Ariete- padre segno Ariete, bisognerebbe moltiplicare il totale dei figli Ariete per il totale dei padri del segno Ariete e dividerlo per il totale delle coppie padre-figlio presenti nella statistica.

Ciro Discepolo non è d'accordo, perchè secondo lui bisognerebbe attribuire ai figli un padre diverso, sfruttando la funzione random del computer, e quindi prendere questi valori casuali come valori attesi.

Questo metodo è sbagliato.

Da notare che il professor David Voas non cerca nemmeno di spiegare perchè i valori attesi si calcolano in questo modo, lui dice che si fa cosi' e basta.

La ragione per cui non lo spiega è perchè non c'è alcun bisogno di spiegazioni, non bisogna mica avere una laurea in scienze statistiche per rendersi conto che questo è il metodo giusto da seguire.

Se poi Ciro Discepolo ritiene di poter utilizzare una matematica tutta sua, e se si ritiene più esperto di statistiche del professor David Voas, non c'è in realtà nessuno che possa impedirglielo, allo stesso modo come non c'è nessuno che mi possa impedire di affermare che le sue statistiche sono completamente sbagliate.

www.astrionline.it

lunedì 24 agosto 2009

Il sistema Placido



E' possibile calcolare le case con il sistema Placido, per località che si trovano oltre i circoli polari?

Clicca sull'immagine per scoprirlo.

Le ricerche statistiche di Ciro Discepolo


PARTE I° PER NON MATEMATICI

Non occorre essere degli esperti di statistica per poter dire che le ricerche statistiche di Ciro Discepolo non hanno dimostrato nulla, e che il fantomatico risultato di cui parla in realtà non esiste.

Per poter smentire Ciro Discepolo è infatti sufficiente leggere cosa dice lo stesso Ciro Discepolo a proposito delle sue statistiche direttamente sul suo sito:

Una ricerca statistica su oltre 75.000 nascite

Estraggo da questa pagina i punti più interessanti:

... le indagini, processate secondo il metodo adottato dall'inizio, avevano dato risultati positivissimi e solo dopo centinaia e centinaia di controprove avevano rilevato dei risultati dubbi. Ci perdonino, allora, i due serissimi ricercatori, se noi - dal basso della nostra impreparazione statistica - ci permettiamo di avere questo dubbio: qualunque risultato statistico, anche il più valido in assoluto, sottoposto a centinaia di controprove, ne potrebbe dare una di segno opposto alle precedenti.

...Successivamente, sempre con il contributo di Françoise Gauquelin, avemmo accesso ad altri 7455 dati da cui ricavammo risultati negativi. Questo, spiegammo noi, a nostro avviso (ma i ricercatori dell'Università non furono d'accordo), era dovuto al fatto che il campione era molto viziato in partenza, essendo riferito ad una quasi totalità di soggetti orfani di padri, di madri e di entrambi i genitori.

... Cosa possiamo concludere? Nulla se vogliamo attenerci alle regole della scienza che sono rigorosissime e che ci invitano ad ottenere altri continui risultati positivi alle nostre ricerche.

Quindi è lo stesso Ciro Discepolo ad affermare che la scienza non ha confermato i suoi risultati, anche se altrove si vanta che le sue ricerche hanno ricevuto il viatico della scienza ufficiale.

Quante verità esistono? Il signor Ciro Discepolo mente quando dice che la scienza statistica ha confermato i suoi risultati oppure mente quando dice che non li ha confermati?

Credo che dalla lettura complessiva della pagina di Ciro Discepolo, qualcuno potrebbe avere l'impressione che Ciro Discepolo abbia ottenuto qualche risultato anche se contraddittorio.

Chissà, magari sono i criteri della scienza ad essere troppo rigorosi, ed ad esigere infinite conferme?

Non è affatto cosi', la mia replica della statistica, non solo dimostra che questa relazione tra l'ascendente dei figli ed il Sole dei padri non c'è, ma che non c'è nemmeno nulla che possa far immaginare che ci sia.

Perchè le coppie di figli e di padri con l'ascendente ed il segno identici, sono risultate essere addirittura meno di quelle che dovrebbero essere in base alle leggi del caso.

PARTE II° PER MATEMATICI

In un libro on line di Ciro Discepolo, "Astrologia: si e no" a pagina 188, c'è un grafico che mostra i risultati di una sua statistica su 47.000 soggetti.

Nel grafico si vedono nell'ordine i risultati trovati delle coppie figli-padre, quelli previsti, i risultati delle coppie figli-madri e quelli previsti. Le coppie figli-madri sarebbero risultate più del previsto ma non in modo significativo, per cui non ci interessano.

Le coppie figli-padri invece, sarebbero risultate più del previsto con una significatività eccezionalmente grande.

Secondo Ciro Discepolo erano infatti previste 1101 coppie mentre ne avrebbe trovate 1443.
Se questo fosse vero si tratterebbe di un risultato stupefacente, e Ciro Discepolo avrebbe ricevuto il premio Nobel.

Una differenza talmente grande tra i risultati previsti e quelli trovati, non può avvenire per puro caso, e quindi sarebbe la dimostrazione definitiva della validità dell' astrologia.

Peccato che sia invece, soltanto la dimostrazione che Ciro Discepolo è completamente negato per la matematica e le statistiche.

www.astrionline.it

domenica 23 agosto 2009

Le bugie hanno le gambe corte



Ciro Discepolo scrive:
Ci sono, poi, molti altri errori in cui possibili colleghi potrebbero incorrere nel replicare tale ricerca o altre da noi effettuate e sempre sottoposte all’esame di esperti statistici (tranne quelle che diedero esiti negativi e per le quali non occorreva alcun sigillo di buona qualità).

A proposito degli esiti negativi, ma di questi che ne facciamo?

Li buttiamo via come se non fossero mai esistiti?

Non crede il signor Ciro Discepolo che anche questi debbano essere conteggiati nella statistica? Oppure pensa che si possano semplicemente annullare come se non fossero mai esistiti?

Non ho mai insinuato che i professori di statistica si siano resi complici di una truffa astrologica.

Non posso nemmeno pensarlo, proprio perchè come si legge nel suo stesso sito, i professori di statistica, a differenza di quello che pensa lei, ritengono che i risultati negativi che sono stati trovati in seguito, non possono essere annullati, e quindi i professori non possono aver riconfermato l'esistenza dei risultati positivi iniziali, sempre ammesso che lo abbiano fatto in un primo momento, cosa di cui continuo a dubitare fortemente.

La smetta di fare insinuazioni stupide.

Profonda ignoranza e arroganza



Vediamo che cosa ha scritto ieri Ciro Discepolo:


Un punto fondamentale in un tipo di ricerca del genere è la scelta se tentare di calcolare il valore medio che ci si attende di ottenere e su questo elaborare i risultati oppure, per una serie fondamentale di ragioni, scegliere la strada della creazione di un gruppo di controllo. Non essendo io e Luigi Miele esperti di statistica (pur avendo studiato alcuni libri sull’argomento) ci lasciammo guidare dai professori D’Ambra e Mola che la statistica la insegnano, a tempo pieno, all’Università. Qualunque dilettante volesse criticare tale scelta, dimostrerebbe soltanto la propria profonda ignoranza e arroganza.



Ma qui si parla di me! Perchè sono io che critico questa scelta della creazione di un gruppo di controllo, e quindi a dimostrare profonda ignoranza e arroganza dovrei essere io?


Non condivido questa affermazione del signor Ciro Discepolo, perchè l' ignoranza e l'arroganza non sono di chi ha effettuato una scelta diversa dalla sua, ma eventualmente sono di chi ha effettuato la scelta sbagliata.


Ed è proprio il signor Ciro Discepolo che ha adottato la scelta sbagliata, quindi le sue maleducate insinuazioni le sta rivolgendo a se stesso.


L'errore di Ciro Discepolo è stato quello di limitare la statistica soltanto ai fattori identici, ad esempio nel caso del confronto dell'ascendente dei figli con il Sole dei padri, invece di analizzare tutte le possibili combinazioni, Ciro Discepolo si è limitato a verificare eslusivamente se si produceva l'uguaglianza oppure no.


In questo modo, lui ha gettato via una parte delle informazioni presenti nei dati, che servivano invece a calcolare i valori previsti senza ricorrere alle coppie fittizie.


L'approccio giusto alla statistica era quello di valutare tutte le 144(12x12) combinazioni possibili, in modo tale da ottenere la tabella che si vede in questo post, elaborata con i dati contenuti nel file paris12.


Una volta che si è costruita questa tabella, con i dati trovati per ciascuna combinazione, diventa allora un gioco da ragazzi costruire una nuova tabella contenente i risultati previsti per ciascuna casella, utilizzando i totali delle righe e delle colonne (vedi post dei dadi).


Non è quindi necessario ricorrere ad un gruppo di controllo come invece fa Ciro Discepolo, essendo possibile calcolare esattamente il numero previsto per ciascuna casella.


Fatto ciò, si prendono quindi i risultati trovati delle dodici caselle con i segni uguali e si sommano, e si fa lo stesso con le dodici caselle con i numeri previsti.


Nel file paris12 per il tipo di coppie che stiamo considerando abbiamo:


Previsti : 223


Trovati: 234


Sono state quindi trovate soltanto 11 coppie in più del previsto, e credo che anche per chi non si intende di statistiche, sia abbastanza evidente che una cosi' piccola deviazione dal previsto è perfettamente compatibile con il caso, e che non è significativa.


La statistica di Ciro Discepolo, che afferma invece di aver trovato un importante risultato significativo, è una cazzata.

sabato 22 agosto 2009

Riflessioni politematiche sulle statistiche Discepolo/Miele. Revisione critica della statistica



OLRAK,
mi pare che tu abbia effettivamente qualche problemino con i numeri e con la matematica.

Problema:
Supponiamo che un marito sia nato con il Sole a 24° 27' del segno del Cancro, dove deve essere il Sole della moglie per formare un aspetto di trigono con quello del marito, se abbiamo accordato al trigono un orbita di 8° gradi?

Soluzione:
Il Sole della moglie formerà un trigono con quello del marito, se si troverà nella zone comprese tra i 16° 27' dei Pesci e i 2° 27' dell'Ariete oppure tra i 16° 27' dello Scorpione e i 2° 27' del Sagittario.

I gradi complessivi utili affinchè si possa parlare di trigono sono quindi 32, perchè ci sono 8 gradi prima e 8 gradi dopo l'aspetto esatto ai 24° 27' dei Pesci e 8 gradi prima e 8 gradi dopo l'aspetto esatto in Scorpione a 24° 27'.

Come sarebbe a dire che non sto tenendo conto dell'aspetto esatto?

L'aspetto esatto si trova al centro di entrambe le zone in cui si formano i trigoni, ed è rappresentato da quelle linee di colore rosso che vedi nel grafico in alto.

Nel tuo esempio se un coniuge ha il Sole a 20° gradi in Ariete, il sole dell'altro coniuge per formare un trigono con questo, può trovarsi nella zona compresa tra i 12° gradi del Sagittario e i 28° gradi del sagittario, e tra i 12° gradi del Leone e i 28° gradi del Leone.

Il grado 20° del Leone e il grado 20° del Sagittario sono ovviamente INCLUSI!

Perchè sono interni all'intervallo utile per il trigono.

Ti è chiaro adesso?

Apprezzo comunque molto il fatto che tu abbia letto la mia critica alla statistica dei matrimoni di Ciro Discepolo, che stai cercato di capirla e che mi stai facendo delle domande.

Sono contento di risponderti e spero di aver chiarito il tuo dubbio.




Tengo ad informarti, che non sono entrato nel blog di Ciro Discepolo con l'intento di criticare il suo lavoro statistico, inizialmente gli ho rivolto semplicemente delle domande in merito alla sua ricerca, proprio come tu fai ora con me.

In particolare gli avevo domandato in che misura nascono più figli del previsto con l'ascendente uguale al segno del padre.

Lui invece di rispondere a questa mia normalissima domanda a questo punto ha cominciato ad insultarmi.

Supponiamo per un momento che sia vera questa cosa per cui nascono effettivamente più figli del dovuto con l'ascendente uguale al segno del padre.

In che misura questo avviene?

Da astrologo mi piacerebbe avere una quantificazione di questa correlazione.

Vorrei ad esempio sapere, se c'è un 5% un 10% o un 30% di figli in più del previsto che hanno l'ascendente uguale al segno del padre.

Non mi interessa semplicemente sapere che c'è qualcosa che dimostra l'astrologia, perchè che l'astrologia funziona già lo so, mi interesserebbe anche sapere in che misura questo effetto si manifesta, al fine di comprendere meglio la mia materia, ed eventualmente utilizzare questa conoscenza per rettificare un ascendente incerto.

Questa domanda non voleva dire che mettevo in dubbio la validità delle sua ricerca, ma solo che mi interessava conoscerla meglio.

Ciro Discepolo, invece di rispondere dandomi le informazioni che gli chiedevo, ha scritto che ero uno che si era appuntato in petto la stella di sceriffo, che ero un presuntuoso che pretendeva di capire di statistica più dei professori dell'università di statistica, che ero un invidioso, che ero un astrologo fallito, un malato mentale, un emissario del CICAP sotto mentite spoglie ecc. ecc.

Mi sono detto: "Quest'uomo ha la coda di paglia", ed è a questo punto che mi sono messo ad indagare seriamente sulla presunta legge di ereditarietà astrale che lui dice di aver trovato.

Sono stato molto fortunato, perchè sono riuscito a trovare i dati originali di Michel Gauquelin che nel febbraio di quest'anno, sono stati messi sul sito CURA di Patrice Guinard al fine di renderli disponibili ai ricercatori astrologici.

Queste date di nascita sono le stesse utilizzate da Ciro Discepolo, che era riuscito a procurasele già molti anni fa, ma che si è guardato bene di mettere a disposizione di altri ricercatori.

Avendo trovato questi dati, ho potuto quindi replicare la statistica ed il risultato è stato che ciò che Ciro Discepolo dice di aver trovato non c'è.

Questa correlazione tra l'ascendente dei figli ed il segno dei padri NON ESISTE, è una bufala.

Io non pretendo mica di essere creduto sulla parola, i risultati si possono leggere qui, dove si possono vedere i file originali tratti dall'archivio Gauquelin, controllare uno ad uno tutte le 81.386 Carte del Cielo della statistica, controllare l'esattezza dei calcoli e la correttezza della metodologia utilizzata.

I risultati sono incontrovertibili, non c'è il minimo dubbio, le coppie figli-padre con lo stesso ascendente segno sono inferiori al previsto, e lo stesso vale anche per le coppie figli-madre.

Qui non siamo in presenza di una scarsa significatività, per cui c'è qualche dubbio residuo sulla validità della correlazione.

I risultati sono addirittura di segno opposto a quelli trovati da Ciro Discepolo.

Perchè le coppie sono risultate essere addirittura MENO DEL PREVISTO.

Se esistesse una correlazione sarebbe quindi l'esatto opposto di quella ipotizzata da Ciro Discepolo.

Non esiste comunque una significatività negativa, i risultati trovati sono proprio quelli che ci sarebbe da aspettarsi in assenza di qualsiasi influsso astrologico.

Non esiste alcun tipo di influsso di nessun tipo, ne positivo ne negativo, che leghi il segno del padre con l'ascendente dei figli.


E' vero non posso "certificare" il mio lavoro statistico, non avendo una laurea in statistica o in matematica.

Però la mia statistica è sul web, quindi se qualcuno pensa che le mie conclusioni siano errate non deve fare altro che trovare gli errori che ho commesso.

La mia statistica presenta il grosso vantaggio di esistere, a differenza di quella di Ciro Discepolo di cui non si può nemmeno essere certi che esista realmente.

Ciro Discepolo asserisce inoltre, che esisterebbe un documento vergato su carta intestata dell'università di Napoli, in cui i professori di questa università avrebbero dichiarato di aver studiato la sua statistica e che non avendovi trovato alcun genere di errore, riterrebbero quindi provata una tendenza dei figli a nascere con il segno ascendente uguale al segno del padre.

Non solo non sono disponibili i dati della statistica di Ciro Discepolo, ma anche di questa presunta "certificazione" non vi è alcuna traccia.

L'ho cercata ripetutamente nel sito di Ciro Discepolo senza però trovarla.

La cosa è alquanto strana, non ti pare? Ma come, un astrologo che asserisce di aver ottenuto una certificazione di una sua statistica da parte della Scienza Ufficiale, che dimostrerebbe finalmente la validità dell'astrologia, non mette poi questa attestazione ben in evidenza nelle pagine del suo sito?

Naturalmente non si può nemmeno escluderne l'esistenza, perchè potrebbe esistere una documentazione cartacea da qualche parte.

Io comunque non ci credo.

Perchè credo che anche questa fantomatica certificazione, questo presunto bollino blu, apposto alla statistica di Ciro Discepolo non sia in realtà mai esistito.

Trovo che sia del tutto inverosimile che dei professori di statistica possono aver in qualche modo certificato le conclusioni della statistica di Ciro Discepolo.

Gli errori commessi da Ciro Discepolo sono cosi' evidenti, sono talmente marchiani che ritengo che sia quasi impossibile che dei professori di statistica, possano non averli notati.

Certo, tutto è possibile, ma in questo caso è sempre possibile pensare che i professori di statistica in questione si sono sbagliati.

Anche ammettendo che i professori universitari abbiano veramente espresso un giudizio favorevole su questa statistica, cosa di cui non abbiamo prova, e di cui dubito fortemente, questo fatto non conterebbe comunque nulla, perchè se i dati di una statistica non sono disponibili, e non si può quindi replicare, per la scienza e come se questa statistica non fosse mai esistita.


In internet ho trovato solo due interventi del professor Luigi D'ambra, uno si trova nel libro on line di Ciro Discepolo, intitolato "Riflessioni politematiche sulle statistiche Discepolo/Miele".

In questo libro si legge una lezione del professore in cui fa una specie di introduzione alla statistica, in cui spiega le finalità ed i metodi della statistiche.

Il professore però NON parla della statistica di Ciro Discepolo.

Prova anche tu, a rileggere con attenzione cosa scrive il professore Luigi D'Ambra e vedrai che lui non accenna nemmeno alla statistica di Ciro Discepolo.

Non ti dico di metterti a studiare le formule, cerca semplicemente di capire di cosa sta parlando il professore e vedrai che da nessuna parte dice che la statistica di Discepolo è priva di errori o che sia la dimostrazione di qualcosa.

In questo documento non si leggono certificazioni.

Da un'altra parte, in un'altro libro on line di Ciro Discepolo, intitolato "Astrologia si astrologia no", allo stesso professore viene chiesto: "Abbiamo trovato questi risultati, sono significativi?".

Il professore risponde : "Nel caso del confronto tra l'ascendente dei figli ed il segno dei padri si, nel confronto tra i figli e le madri no."


Però anche questa non è una certificazione, perchè il professore si è limitato a dare una risposta basata sui numeri che gli sono stati mostrati.

I numeri sono significativi, questo è vero, ma questi numeri come sono stati trovati? Che metodi sono stati utilizzati? Sono stati commessi degli errori nella raccolta e/o nell'elaborazione dei dati?

Su questo il professore non risponde, anche perchè non è questo che gli viene chiesto, la domanda infatti riguardava soltanto i numeri.

Se il numero dei dati trovati e previsti sono giusti allora sono significativi, ma non si sa se lo sono giusti, perchè al professore non è stato richiesto di controllarli.

Quei numeri sono semplicemente errati, lo posso affermare con assoluta certezza, avendo replicato la statistica usando gli stessi dati utilizzati da Ciro Discepolo.

Ciro Discepolo, dice di aver prelevato alcune date di nascita dal comune di Napoli, ma si tratta comunque di un numero di date di nascita irrisorio, perchè sostanzialmente i dati che abbiamo utilizzati sia io che Ciro Discepolo, sono gli stessi, e provengono dall'archivio di Michel Gauquelin.

Come ha fatto quindi a trovare un 30% di figli in più del previsto che hanno lo stesso ascendente del segno del padre?

Le ipotesi sono soltanto due, o Ciro Discepolo si è sbagliato, oppure ha intenzionalmente barato, falsificando i risultati della statistica.
Vari particolari di questa vicenda, mi portano a ritenere molto più probabile la seconda ipotesi, ossia che piuttosto che di un errore siamo in presenza di una volontaria contraffazione dei dati.

Questo perchè se è plausibile che inizialmente si sia sbagliato, non lo è più quando ha poi esteso la statistica ad un numero molto maggiori di casi.
Quel 30% in più che dice di aver trovato nel libro astrologia si astrologia no, difficilmente può essere dovuto ad un errore, è molto più verosimile che Ciro Discepolo si sia "inventati" questi risultati.

Comunque sia, non mi interessa stabilire se Ciro Discepolo si sia sbagliato o per tornaconto personale si è inventato un risultato, la cosa che posso affermare con certezza è che le conclusioni della sua statistica sono errate.

I complimenti che Ciro Discepolo ha ricevuto da Andrè Barbault, sono stati estorti con l'inganno, e sono completamente immeritati.

Il contributo di Ciro Discepolo alla ricerca statistica in astrologia è nullo, la sua statistica è un fiasco o una frode, perpetrata ai danni dei suoi lettori e dell'astrologia.


La mia statistica è la prova di ciò che affermo, il signor Ciro Discepolo invece di mandarmi degli insulti, dando di se stesso uno spettacolo indecoroso, farebbe molto meglio a tirar fuori la sua fantomatica statistica, oppure a scovare gli eventuali errori contenuti nella mia.





www.astrionline.it

lunedì 13 luglio 2009

Un libro geniale



Questo non è semplicemente un libro intelligente, cosi' come viene definito con molta modestia dall'Autore, ma è un libro assolutamente geniale.

Bisogna infatti essere un genio, per riuscire a convincere astrologi, filosofi, zoologi, astronomi ecc. ecc. che il fatto che nel campione ci fossero 234 coppie di figli con l'ascendente uguale al segno del padre, ossia 11 coppie in più delle 223 coppie previste, sia un risultato statisticamente significativo che dimostra una correlazione tra gli oroscopi dei figli e quelli dei padri.

Il bollino blu

bollino blu

Non è vero che i professori di statistica dell'univeristà di Napoli hanno apposto un bollino blu alle statistiche di Ciro Discepolo.

Basta leggere ciò che scrive Ciro Discepolo per capirlo:

Torniamo, per un momento alla nostra precedente ricerca Come già spiegammo nel precedente lavoro, per valutare se il risultato ottenuto sulla variabile cercata (cioè trovare che l’Ascendente del figlio fosse uguale al segno solare del genitore) fosse o no significativo da un punto di vista statistico, formammo delle famiglie false; cioè accoppiammo a genitori veri figli di altri genitori, servendoci della funzione “random” del computer ovvero facendo scegliere a caso al computer stesso.

Come si sa i risultati furono estremamente brillanti ed i Professori del Dipartimento di Statistica non ci chiesero altre prove su quel campione. Noi, però, successivamente e volontariamente, facemmo un supplemento di indagine e generammo altre 100 coppie di famiglie false per vedere quante volte il risultato positivo si ripeteva. Ahimé questo si ripeté solo due o tre volte, significativamente in senso statistico, ma la cosa strana fu che nel 90 per cento dei confronti, la coppia vera era sempre più alta della coppia falsa.

Chiedemmo spiegazioni al dottor Mola e al professore D’Ambra e ci fu fatto l’esempio classico del recipiente di paglia che conteneva 100 numeri. Le cose erano andate così: noi avevamo estratto un numero in mezzo a cento, dichiarando, prima di fare la scelta, quale numero avremmo estratto ed effettivamente prelevammo, bendati, il numero che volevamo prelevare. Ma non basta: udite ancora! Per la seconda volta fummo bendati e cercammo tra i cento numeri, tutti diversi, uno tra cinque dichiarati precedentemente. Anche in questo caso facemmo centro. Insomma, fu un po’ come dire che comprando un biglietto della lotteria avevamo preso uno dei premi. Sul fatto, poi, come detto, che il 90 per cento delle successive estrazioni ci dava un numero vero superiore a quello falso, statisticamente non aveva alcun valore. E dobbiamo dire, a questo proposito, che questo procedimento ci sconforta un poco. Infatti, facendo una ricerca statistica di questo tipo, si viene avvertiti che sarà quasi impossibile ottenere un risultato positivo, ma se poi lo ottieni, vieni a scoprire che lo stesso non vale niente.
Noi su questo punto vorremmo aprire un grande dibattito tra i lettori di Ricerca ’90 e soprattutto vorremmo riferirci a quanto scritto da Jung sulle statistiche, nel famoso saggio sulla sincronicità.



Da queste frasi si capisce bene l'errore di Ciro Discepolo, lui avrebbe dovuto confrontare i risultati trovati con quelli previsti, invece di ricorrere a delle coppie fittizie.

Ricorrendo alle coppie fittizie, su 100 volte ha ottenuto dei risultati statistici significativi solo due o tre volte, e quindi dei risultati non significativi in 97-98 casi su 100.

Perchè allora insiste a voler utilizzare come termine di paragone proprio quei due o tre risultati random che danno dei risultati significativi?

La presenza di questi 97-98 casi negativi sono la dimostrazione che la supposta significatività dei risultati non esiste.

E' lo stesso Ciro Discepolo che smentisce Ciro Discepolo.

I professori di statistica in questo paragrafo gli hanno detto che è stato FORTUNATO nello scegliere come termine di paragone proprio quelle coppie fittizie che danno risultati significativi, è Ciro Discepolo che stravolge il senso delle loro affermazioni.

Inoltre i professori di statistica hanno ragione nel dire che il fatto che:

il 90 per cento delle successive estrazioni ci dava un numero vero superiore a quello falso, statisticamente non aveva alcun valore.

Infatti abbiamo visto che in questa prima indagine basata su circa 8000 date di nascita,
le coppie figli/padri con lo stesso ascendente/segno erano risultate essere leggermente superiore al previsto.

Erano previste 223 coppie e ne sono state trovate 234 ossia 11 in più.

Supponendo che Ciro Discepolo non abbia commesso ulteriori errori, cosa che non è per nulla scontata, i suoi risultati random dovrebbero infatti oscillare intorno al valore previsto 223, ed è quindi naturale che nella maggior parte dei casi questi valori random risultino inferiori al valore trovato 234.

Quello che gli sfugge completamente, è il fatto che la sua statistica non è basata sui risultati realmente trovati, ma su dei risultati random che variano di volta in volta, e che quindi non sono adatti a servire come termine di confronto.

Ciro Discepolo sembra proprio che non capisca il fatto che lanciando una monetina per 100 volte, raramente otterrà 50 teste, ma otterrà dei valori che vanno da 40 a 60.
Praticamente è come se lui avesse trovato 60 teste ed invece di confrontare questo numero con 50 che sarebbe il valore atteso, lo confrontasse con 40, in modo da poter dire che si trova di fronte ad un risultato significativo.

martedì 7 luglio 2009

Il metodo della statistica



Forse non a tutti è chiaro il metodo con cui ho calcolato il numero delle coppie previste, ossia il motivo per cui per calcolarle bisogna utilizzare questa formula:


Previsti(x,y) = TotaleColonna(x) * TotaleRiga(y) / TotaleConfronti

Dove con "x" viene indicato il segno solare dei padri e con "y" l'ascendente dei figli, mentre il TotaleConfronti è il numero totale dei confronti figli/padri.

Il motivo per cui bisogna utilizzare questa formula è dovuto al fatto che la probabilità che si verifichino due eventi è data dal prodotto della probabilità di ciascun evento.

Supponiamo di avere due dadi, uno di colore rosso ed un altro di colore blu, quante sono le probabilità che lanciando contemporaneamente questi due dadi si fermino entrambi sull'uno?

Ossia qual'è la probabilità della combinazione (1,1)?

E se lanciamo i dadi per 100 volte, quante volte dobbiamo aspettarci di trovare questa combinazione (1,1), ossia qual'è il numero previsto per questa combinazione?

Cominciamo a considerare la probabilità che ha un singolo dado di fermarsi sull'uno, credo che tutti sappiano che la probabilità è 1/6.

Questo perchè le facce di un dado sono 6, e solo 1 di queste facce è contrassegnata con il numero "uno".

Se il dado non è truccato dobbiamo quindi aspettarci che lanciandolo per 100 volte esso si fermerà sull'uno circa (1/6) * 100 = 16,666 volte.

Previsti = Probabilità * Eventi

Il numero previsto non ci dice esattamente quante volte troveremo il risultato "uno", ma da un'idea del numero di volte che possiamo aspettarci di trovare questo risultato.

Se vogliamo calcolare la probabilità della combinazione (1,1) dobbiamo fare il prodotto di 1/6 * 1/6 = 1/36 e se lanciamo i dadi per 100 volte il numero previsto in cui troveremo questa combinazione è 1/36 * 100 = 2,777.

Ma siamo sicuri di aver fatto bene? Siamo sicuri che per calcolare la probabilità che entrambi i dadi si fermino sull'uno è data dal prodotto della probabilità che ha ciascun dado di fermarsi sull'uno?

Certo che siamo sicuri!

Vediamo quali sono tutte i possibili risultati che possiamo ottenere lanciando due dadi colorati, uno rosso e l'altro blu, ossia dove il risultato (1,6) è diverso dal risultato (6,1):

(1,1) (1,2) (1,3) (1,4) (1,5) (1,6)
(2,1) (2,2) (2,3) (2,4) (2,5) (2,6)
(3,1) (3,2) (3,3) (3,4) (3,5) (3,6)
(4,1) (4,2) (4,3) (4,4) (4,5) (4,6)
(5,1) (5,2) (5,3) (5,4) (5,5) (5,6)
(6,1) (6,2) (6,3) (6,4) (6,5) (6,6)

Possiamo ottenere 36 combinazioni diverse e che sono tutte equiprobabili, di queste combinazioni una sola è la combinazione (1,1) per cui la probabilità di questa combinazione è 1/36, abbiamo quindi fatto bene a moltiplicare la probabilità di ciascun dado.

Mi scuso per una trattazione tanto elementare di qualcosa che per la maggior parte di voi era già scontata, il fatto è che vorrei che il metodo adottato nella mia statistica sia chiaro proprio a tutti.

Per capire il metodo della mia statistica non bisogna infatti essere dei professori universitari di statistica, è sufficiente aver superato l'esame di terza media.

Adesso che ci siamo convinti che per calcolare la probabilità di due eventi è necessario moltiplicare le singole probabilità di ciascun evento, passiamo a considerare la nostra statistica che mette a confronto gli ascendenti dei figli con quello dei padri.

Abbiamo un problema del tutto analogo a quello dei dadi, anche qui abbiamo delle coppie di elementi di cui vogliamo calcolare la probabilità.

Nel caso del dado sappiamo che la probabilità di uscita di "uno" è un 1/6, perchè c'è 1 sola faccia contrassegnata con "uno" sulle 6 facce di un dado.

Nel caso degli ascendenti dei figli quante sono le probabilità che ha un figlio di avere l'ascendente Ariete?

Qualcuno potrebbe pensare che siano 1/12 perchè i segni zodiacali sono 12 e solo un segno è denominato Ariete, ma questo è sbagliato, anzi sbagliatissimo.

Per calcolare la probabilità di un figlio di essere ascendente Ariete, dobbiamo contare i figli con l'ascendente Ariete ed i figli con qualsiasi ascendente presenti nella statistica

I figli presenti nel file paris12.raw con l'ascendente Ariete e che avevano un padre erano 98 mentre il numero totale dei figli con qualsiasi ascendente (compreso l'ascendente Ariete) era 2739.

La probabilità di un figlio di essere ascendente Ariete è quindi 98/2739.

Questa probabilità è molto diversa da 1/12, possiamo esprimere 98/2739 in base 12 moltiplicando il numeratore ed il denominatore per lo stesso numero(12/2739), per cui al denominatore otteniamo 2739 * (12/2739) = 12 ed al numeratore 98 * (12/2739)= 0,43.

Quindi per un figlio la probabilità di essere ascendente Ariete è 0,43/12 ossia meno della metà di quello che ci sarebbe potuto aspettare in un primo momento.

La ragione di questa stranezza è dovuta ad un motivo astronomico, l'ascendente Ariete ascende molto rapidamente, a differenza di un ascendente Bilancia che ascende invece molto lentamente.

Essendo la durata temporale degli ascendenti diversa, è naturale che i figli con un ascendente rapido siano inferiori ad un teorico 1/12 del totale.

Del fatto che la probabilità di avere un certo ascendente differisca da un teorico 1/12 è ben consapevole lo stesso Ciro Discepolo, anche se lui tra le diverse cause che concorrono a creare questa differenza citi la comodità del ginecologo che preferisce far nascere i bambini durante le ore di ufficio, mentre il fattore preponderante è quello di natura astronomica.

L'errore di Ciro Discepolo, è quello che fa immediatamente dopo, sostendo che per calcolare il numero previsto della coppia figlio ascendente Ariete / padre segno Ariete bisogna ricorrere a delle coppie fittizie, generate in maniera casuale della funzione random del computer.

Non occorre procedere in questo modo, perchè è possibile calcolare esattamente la probabilità dei figli di nascere con l'ascendente Ariete e quella dei padri di nascere con il Sole in Ariete, ed è quindi anche possibile calcolare esattamente la probabilità delle coppie Ariete/Ariete, proprio come è possibile calcolare la probabilità che hanno due dadi di fermarsi entrambi sul numero "uno".

Anche in questo caso per trovare la probabilità delle coppie figlio ascendente Ariete / padre segno Ariete, dobbiamo moltiplicare la probabilità che hanno i figli di avere l'ascendente Ariete con quella che hanno i padri di essere del segno dell'Ariete.


Probabilità(x,y)= (TotPadri(x) / TotFigli)*(TotFigli(y) / TotFigli)

e siccome per trovare il numero previsto dobbiamo moltiplicare le probabilità per il TotFigli, abbiamo la formula:

Previsti(x,y)= (TotPadri(x) / TotFigli) *(TotFigli(y) / TotFigli)* TotFigli

che semplificata diventa:


Previsti(x,y)= TotPadri(x) * TotFigli(y) / TotFigli

Dove con "x" viene indicato il segno solare dei padri e con "y" l'ascendente dei figli, mentre il TotFigli è il numero totale dei confronti figli/padri che coincide con il numero totale dei figli.
Questo perchè bisogna tener presente che un figlio può avere un unico padre, mentre un padre può avere diversi figli.

Semplice no?

lunedì 6 luglio 2009

Ciro Discepolo mi ha denunciato.



Quest'uomo è veramente esilarante, ha scritto sul suo blog di avermi denunciato, non si capisce bene per cosa. Immagino che sia infastidito dal fatto che ho deciso di pubblicizzare come meritano le sue statistiche.

Caro Ciro, guarda che se io dico che le tue statistiche sono piene di errori e che le conclusioni a cui sei giunto sono completamente sbagliate non commetto mica un reato.

Per nostra fortuna viviamo in un paese dove c'è libertà di parola, e tu dovresti essere il primo a compiacerti di questo, perchè è proprio grazie alla libertà di parola che puoi dire tutte le fesserie che dici.

Tieni presente però che esistono alcuni limiti, ad esempio non sono del tutto sicuro che si possa dire che si può guarire dal cancro passando il compleanno in Siberia o in qualche altra località.

Non è compito mio occuparmi delle malefatte dei miei presunti colleghi, di questo se ne occupano i magistrati e le forze dell'ordine.

Io ho il pallino delle statistiche, ed in particolare delle statistiche astrologiche, e sono molto irritato dal fatto che tu da anni dici di avere trovato un'importante correlazione tra gli oroscopi dei figli e quello dei padri.

Non è vero che nascono più figli del dovuto con l'ascendente uguale al segno del padre, come fai ad asserirlo, come fai a dire di averlo dimostrato?

Le statistiche di Ciro Discepolo sono una mistificazione, sono un imbroglio perpetrato ai danni dell'astrologia, tu hai voluto creare di te stesso l'immagine di astrologo "serio" che non si limita ad interpretare degli oroscopi, ma che fa ricerca.

Sul retro dei tuoi libri si legge:


Agli inizi degli anni Novanta, insieme a Luigi Miele, ha ottenuto importanti risultati su ricerche statistiche riguardanti l'ereditarietà astrale, lavorando su di un campione di oltre 75.000 soggetti.


Questo è falso, gli importanti risultati di cui parli non esistono, non hai dimostrato nulla, la realtà è un'altra.

Ciro Discepolo è colui che pure avendo a disposizione un campione di oltre 75.000 soggetti è riuscito a trovare delle correlazioni inesistenti tra gli oroscopi dei figli e quelli dei padri.

Ti da fastidio che io scriva queste cose? Che fai mi denunci?

Bene, allora dovrai dimostrare in un'aula del tribunale, che le cose che dico sono false e che ti sto diffamando, perchè tu hai realmente scoperto le cose che dici di aver scoperto.

domenica 5 luglio 2009

paris12



Questa tabella mostra i dati ricavati dal file paris12.raw, lo stesso utilizzato da Ciro Discepolo nella statistica del suo libro.

I numeri 1, 2, 3, 4 ecc. indicano i segni zodiacali Ariete, Toro, Gemelli, Cancro ecc. Vengono messi a confronto gli ascendenti dei figli con il segno solare dei padri, il numero totale di questi confronti è 2739.

Nelle 144 caselle, vengono riportati i numeri delle varie combinazioni di coppie figli/padri trovati dopo aver calcolato gli 8218 oroscopi delle date di nascita contenute nel file paris12.

Vediamo che nella prima casella in alto a sinistra, la casella (1,1) ci sono 10 figli ascendente Ariete che hanno un padre Ariete.

Proseguendo lungo la diagonale evidenziata con il colore giallo, troviamo tutte le coppie figli/padri dove l'ascendente dei figli è risultato essere uguale al segno solare del padre.

(1,1)=(Ariete,Ariete) = 10
(2,2)=(Toro,Toro) = 20
(3,3)=(Gemelli,Gemelli) = 17
(4,4)=(Cancro,Cancro) = 29
(5,5)=(Leone,Leone) = 17
(6,6)=(Vergine,Vergine) = 31
(7,7)=(Bilancia,Bilancia) = 25
(8,8)=(Scorpione,Scorpione) = 18
(9,9)=(Sagittario,Sagittario) = 25
(10,10)=(Capricorno,Capricorno) = 18
(11,11)=(Acquario,Acquario) = 15
(12,12) =(Pesci,Pesci) = 9

Chi vuole controllare l'esattezza di questi dati può farlo consultando questa pagina.

Il totale dei numeri presenti su questa diagonale è 234.

Il nostro problema è quello di capire se questo numero 234 è maggiore del numero di combinazioni previste, e se lo è in maniera statisticamente significante.

Per poterlo fare dobbiamo calcolare il numero di combinazioni previste per ciascuna casella, evidenziata in giallo, e sommarle. Cosi' come ho spiegato nel post precedente.

Iniziamo dalla casella (1,1)=(Ariete,Ariete), il numero totale dei figli ascendente Ariete è 98, mentre il numero totale dei padri del segno dell'Ariete è 256, mentre il numero totale di tutti i confronti figli padri è 2739.

La formula che permette di calcolare il numero previsto per ciascuna combinazione è la seguente:

previsti = (totale riga * totale colonna) / totale confronti


Previsti(Ariete,Ariete) = (98 * 256) / 2739 = 9.159
Previsti(Toro,Toro) = (128 * 276) / 2739 = 12.898
Previsti(Gemelli,Gemelli) = (216 * 215) / 2739 = 16.955

ecc.

Il totale previsto per questo tipo di coppie è 223.

Trovati = 234
Previsti = 223

Il numero di coppie trovate per questo tipo di coppie figli/padre è effettivamente superiore a quello delle coppie previste, ma di sole 11 unità, e di sicuro non si tratta di un risultato statisticamente significativo.

Non c'è nulla che possa giustificare i toni trionfalistici che si leggono nel libro di Ciro Discepolo, è del tutto normale che i numeri trovati differiscano un po' dai numeri previsti.

Se lanciamo una moneta per 100 volte, molto raramente troveremo che il numero delle teste e delle croci è esattamente 50 e 50.

Il fatto che non siamo in presenza di risultati significativi è più evidente se osserviamo quest'altra tabella.



Questa tabella è ricavata da quella precedente, soltanto che quelle che erano delle diagonali nella tabella precedente sono adesso diventate delle colonne.

La prima colonna in colore giallo riporta i dati su cui stiamo concentrando l'attenzione, quella formata dalle coppie figli/padri dello stesso ascendente/segno, colonna (+0).

Nelle colonne successive troviamo le coppie figli/padri il cui ascendente/segno differiscono da +1 a + 11 unità.

Ad esempio nella colonna denominata (+9) troviamo le coppie figli/padri in cui l'ascendente dei figli precede di 9 unità il segno solare dei padri.

Ossia nella casella (1,+9) troviamo il numero delle coppie formate dai figli ascendente Ariete con i padri segno Capricorno.
Nella casella (2,+9) troviamo il numero dei figli ascendente Toro con i padri del segno dell'Acquario.
E nella casella (3,+9) i numero dei figli Gemelli con il padre del segno dei Pesci.

Se osserviamo i totali, riportati in fondo a questa colonna vediamo che il numero totale di coppie trovate è 249, mentre il numero previsto era di 231 coppie.

Quindi apparentemente questa combinazione è molto più favorevole di quella dei figli con l'ascendente uguale al segno dei padri, in questo caso abbiamo trovato 18 coppie in più del previsto.

In realtà nemmeno in questo caso siamo di fronte ad un risultato statisticamente significativo.

So benissimo che questa era soltanto una indagine preliminale, e che a questa statistica Ciro Discepolo ne ha fatto seguire altre, ma dall'analisi delle 81386 date di nascita dell'archivio Gauquelin, questo apparente risultato positivo, scompare del tutto.

Ma di questo ne parliamo domani.

Un libro intelligente???




Questo libro lo definirei “intelligente”, intendendo per “intelligenza” la capacità di cogliere legami e a me sembra che aver fatto dialogare – seppure separatamente e a distanza – scienziati e professori di diversi tipi di saperi, sia da considerare un qualcosa di molto prezioso.

Ciro Discepolo


Osservazioni politematiche sulle ricerche Discepolo/Miele


Secondo l'Autore, questo sarebbe un libro intelligente.

E' piuttosto inconsuento che l'autore di un libro, definisca la propria opera intelligente, perchè di solito il compito di esprimere un giudizio sul proprio lavoro viene lasciato ad altri.

Evidentemente non è cosi' per Ciro Discepolo, che non teme di apparire immodesto.

Questo comportamento è giustificato dal contenuto del libro? Si può veramente affermare che si tratta di un libro intelligente?

Secondo me, al più si può parlare di un libro furbo, visto che è stato realizzato con il contributo della Regione Campania, ma di intelligenza al suo interno non vi è nessuna traccia.

La Regione Campania farebbe bene ad utilizzare i suoi fondi per smaltire i rifiuti, invece di produrne altri, ma passiamo al contenuto del libro.


Il libro riguarda la statistica effettuata da Ciro Discepolo in collaborazione con Luigi Miele a proposito della ereditarietà astrale.

Secondo Ciro Discepolo questa statistica avrebbe dato un forte esito positivo.

Questa statistica, riteniamo, si colloca, per importanza in campo astrologico, subito dopo quelle più famose di Michel e Françoise Gauquelin. Infatti non ci risulta che altri studi statistici, in astrologia, siano stati effettuati su di un campione così vasto e soprattutto che abbiano dato esito positivo, ai fini della dimostrazione di assunti di tipo astrologico. Come diremo in seguito la ricerca in oggetto ci sembra particolarmente importante perché dimostra correlazioni interessanti sui segni astrologici, segni che fino ad oggi erano risultati quasi inesistenti all’esame statistico.


Tra i commenti favorevoli c'è anche quello di Andrè Barbault che dice:

Più deterremo delle correlazioni sicure, più si fortificherà il sapere astrologico. Ciro aggiunge una nuova maglia alla già pesante catena. Può ben sperare di vedere il proprio nome scritto in lettere d’oro nel memoriale del pantheon d’Urania, poiché al suo nome è legata una correlazione di eredità astrale che tanto si addice ad un perfetto cancerino come lui, segno in cui sono riuniti il suo Ascendente e il suo Sole.
Andrè Barbault


Il problema a questo punto è uno solo, Ciro Discepolo con questa sua statistica ha effettivamente dimostrato l'esistenza di una correlazione positiva che legherebbe le carte del cielo dei figli con quelle dei padri, in base ai segni zodiacali? Oppure si sbaglia, e questa correlazione non esiste affatto? La risposta giusta è la seconda, si tratta di un errore, e che si tratti di un errore è facilmente dimostrabile.

La statistica è stata effettuata su un campione di date di nascita di 8219 soggetti, messi a disposizione da Michel Gauquelin, contenuti in un file denominato paris12.raw

Recentemente sono venuto anch'io in possesso di questo file, prelevandolo dall'archivio Gauquelin presente sul sito CURA di Patrice Guinard, ed ho quindi avuto modo di replicare la statistica.

Ho analizzato le stesse variabili prese in considerazione da Ciro Discepolo:

1) Il Segno Solare

2) Il segno Lunare

3) L'ascendente

4) La casa occupata dal Sole

5) La casa occupata dalla Luna

E le ho messe a confronto tra gli oroscopi dei figli e quelle dei padri e delle madri. Però non ho limitato il confronto ai soli segni identici, ma l'ho esteso a tutte le combinazioni possibili. In altre parole, invece di osservare semplicemente quanti figli Ariete avessero un genitore del segno dell'Ariete o con la Luna in questo segno, già che mi trovavo, ho voluto calcolare anche le combinazioni dei figli Ariete con tutti gli altri segni, per vedere se ci fossero delle combinazioni di segni più numerose del previsto.

L'errore di Ciro Discepolo è contenuto nell'ultima frase:

Abbiamo quindi proceduto a contare
le singole variabili e, a questo punto, si presentava il problema di stabilire, poi, anzi a priori, quale sarebbe stato il limite teorico oltre il quale avremmo dovuto trovare significativi, da un punto di vista strettamente statistico, i risultati. Teoricamente, se avessimo considerato la variabile che poi ha dato risultati positivi, per esempio, avremmo dovuto ragionare più o meno in questo modo: ogni giorno tutti e dodici gli Ascendenti si levano in un luogo e dunque ogni ragazzo ha circa un dodicesimo di probabilità di nascere con l’Ascendente uguale al segno del padre o della madre. In questo caso, se avessimo proceduto così semplicisticamente, avremmo potuto dire che ogni risultato superiore ad un dodicesimo era da considerarsi significativo. Ma le cose non stanno affatto così perché, in effetti, la distribuzione delle nascite non è affatto uniforme durante le ore e dipende, a sua volta, da una infinità di variabili, non ultima quella della comodità del medico che in questi ultimi decenni tende a far nascere i bambini negli orari di “ufficio”. Allora abbiamo pensato, come per nostre precedenti ricerche, di comparare i risultati trovati a risultati “falsi”, cioè ottenuti con famiglie false. Abbiamo proceduto in questo modo: abbiamo mischiato i genitori veri con figli falsi, operando a mezzo funzioni di numeri casuali (Random) e poi abbiamo confrontato i risultati.


E' vero, le probabilità di un ragazzo di nascere con l'ascendente Ariete, non è 1/12, ma molto di meno, e questo è dovuto principalmente ad una ragione astronomica, il Segno dell'Ariete ascende molto più velocemente del Segno della Bilancia.

Ad esempio, nella statistica di cui stiamo parlando, è risultato che i figli (maschi e femmine) con l'ascendente Ariete (e che avevano un padre) erano soltanto 98 su un totale di 2739.

Quindi la probabilità di un figlio di avere l'ascendente Ariete è 98/2739 = 0.03577 ossia ogni 28 figli ce n'è soltanto 1 con questo ascendente!

Al contrario, i figli con l'ascendente Bilancia (e che avevano un padre) sono molto più numerosi, ne ho contati 300 e quindi la probabilità di un figlio di avere questo ascendente sono 300/2739 =0.1095 ossia ogni 9 figli ce n'è uno con questo ascendente.

Naturalmente, nel momento in cui vogliamo confrontare i figli con l'ascendente Ariete con i padri del segno dell'Ariete dobbiamo tener conto del numero di figli ascendente Ariete effettivamente presenti nella statistica.

E' ovvio che se i figli con l'ascendente Ariete sono pochi, la probabilità di trovare delle coppie figli/padri Ariete/Ariete è inferiore ad un teorico 1/(12*12).

E quindi come si fa a stabilire quale dovrebbe essere il numero di coppie previste per questa combinazione? Si ricorre a delle coppie fittizie cosi' come afferma di aver fatto Ciro Discepolo? Certamente no.

L'errore di Ciro Discepolo consiste proprio nel voler ricorrere a delle coppie fittizie, mentre in numero previsto per le coppie figli ascendente Ariete / padre segno Ariete è dato dal prodotto del numero dei figli ascendente Ariete per quello
dei padri del segno dell'Ariete, diviso il numero totale dei confronti figli/padri.


Temo di non essermi spiegato bene, ma in realtà si tratta di una cosa semplicissima, continuo nel prossimo post, mostrando la tabella ricavata da questa statistica.

sabato 4 luglio 2009

Ciro Discepolo



Il vigliacco sei solo tu, perchè censuri i miei post?

Non hai il coraggio di difendere le tue statistiche? Ti mancano le argomentazioni?

Il fatto è che le tue statistiche sono completamente sbagliate, e che tu lo sai benissimo.

Il mio nome è cognome non sono mai stati un segreto, tempo fa ti scrissi delle email in cui mi sono debitamente firmato.

Inoltre, non eri tu l'esperto informatico?

Ti ho dato dei link, dove è spiegato perchè le tue statistiche sono una caxxata, risalire al proprietario dei siti non dovrebbe essere affatto difficile, per un esperto informatico.

Di cosa vorresti denunciarmi? Del fatto che ti ho detto che ti voglio sputtanare?

Tu meriti di essere sputtanato.

Ciro Discepolo è colui che avendo a disposizione un database con oltre 75.000 date di nascita è riuscito a vedere una correlazione inesistente tra le carte del cielo dei figli e quelle dei padri.

Se dovessi definire chi è Ciro Discepolo ti darei il pretesto per denunciarmi, quindi mi limito a parlare del tuo "lavoro".

Il tuo "lavoro" fa ridere i polli, tu ci capisci di statistica quanto ci capisci di astrologia e quanto ci capisci di informatica.



Per Al Rami. È una storia vecchia e l’ho scritta molte volte. Lo farò ancora una volta. Io e Luigi Miele lavorammo per anni e quando riuscimmo, con molte difficoltà, a ottenere una verifica del nostro lavoro da due importanti professori di statistica dell’Università, consegnammo loro tutto il nostro materiale, in originale.
I professori in oggetto dovettero lavorare mesi per realizzare, prima di tutto, un software in grado di leggere in automatico tutti i nostri file, e poi per applicare tutte le rigorosissime procedure di controllo/verifica del lavoro da noi portato a termine. Dopo di ciò pubblicarono una relazione, su carta intestata dell’Istituto di Statistica dell’Università di Napoli, in cui dichiararono, come chiunque può leggere, che il lavoro era OK, che non erano stati commessi errori in alcuna fase della ricerca (ipotesi di partenza, raccolta del campione, generazione veramente random del campione di controllo e via dicendo) e che i risultati erano altamente significativi dal punto di vista statistico.
In conseguenza di ciò, come abbiamo scritto più volte, ma lo ripetiamo per la centesima volta, detti professori, che ringrazio sempre per la loro apertura mentale e per la generosità con cui aiutarono dei ricercatori non appartenenti al Palazzo, furono perseguitati all’interno dell’Università e minacciati anche di licenziamento per avere “strizzato l’occhio all’astrologia”.
Per tale motivo noi non li abbiamo più disturbati e non ci siamo mai sognati di chiedere loro la restituzione dei nostri file e di tutto il materiale su cui avevamo lavorato.
La cosa non ci preme per i seguenti motivi:

- Negare la loro relazione significa negare la loro preparazione o, peggio, pensare che essi avessero interesse a favorirci con risultati falsi. A nostro avviso solo dei mentecatti potrebbero pensare ciò.
- Anche tutti gli originali dei coniugi Gauquelin, dopo essere stati vagliati da un importante professore di statistica della Sorbona che li trovò perfetti, furono e sono attaccati ogni giorno da tutti gli altri professori simpatizzanti del CICAP et similia per il semplice motivo che costoro, e anche gli astrologi invidiosi di non avere prodotto statistiche scientificamente valide, non riconosceranno mai tali lavori come probanti il funzionamento dell’astrologia.
- I grandi astrologi non hanno bisogno di esaminare quel materiale o gli altri materiali di Michel e di Françoise Gauquelin o di Didier Castille per il semplice motivo che la legge statistica dimostrata da me e da Luigi Miele era nell’ambito della ereditarietà astrale, conosciuta già da Keplero che la citò nel suo “De harmonice mundi”. I veri astrologi, e non quelli fasulli, la applicano tutti i giorni, come fa André Barbault che non manca di ripetermelo ogni volta che lo incontro, e come faccio anche io, quando desideriamo correggere un orario dubbio. Dunque, se qualcuno fosse distrutto dal dolore di non riuscire a leggere gli originali di quella ricerca, non ha da fare altro che replicare tale ricerca e, se non è un somaro, otterrà gli stessi risultati che abbiamo ottenuto noi o i Gauquelin sulle loro ricerche.


Dal blog di Ciro Discepolo (21 Aprile 2009)



Io ho replicato questa ricerca, ed ho calcolato 81368 oroscopi, ma non ho trovato quello che tu dici di aver trovato.

Evidentemente uno di noi due è un somaro.

La differenza tra la mia e le tua statistica, è che i dati della mia statistica sono disponibili e che possono essere controllati da chiunque, la tua statistica dov'è?